Furor

Furor di M.D Ferres

FurorTitolo: Furor
Serie: La stirpe del Caos #2
Autore: M.D Ferres
Genere: Paranormal Romance
Narrazione: Terza persona
Tipo di finale: Aperto
Numero di pagine: 246
Data di pubblicazione: 30 Aprile 2020
Editore: Self Publishing

Trama: Costretta a tenere perennemente a bada i suoi devastanti poteri telepatici, Miriam vive da due anni a New York, cercando di lasciarsi alle spalle le strazianti cicatrici che l’hanno resa una ragazza schiva e solitaria. Dopo essere sopravvissuta all’attacco di una mostruosa creatura sanguinaria, sarà costretta a mettere i propri poteri al servizio dell’Ordine dei Guardiani, entrando a far parte di una squadra speciale di esseri sovrannaturali incaricata di scoprire l’entità delle misteriose creature apparse in città ed eliminarle. Tra i membri del gruppo, Miriam viene inesorabilmente attratta da Hakon, un antico vampiro in grado di mettere a tacere le voci nella sua testa, rivelandosi ben più di una creatura della notte. Entrambi, incapaci di controllare la violenta passione che li travolge, scopriranno di essere protagonisti di un’arcana profezia che si perde nella notte dei tempi.

«Quindi sono… l’unico che può… toccarti?»
Pronunciò quell’ultima parola con un tono carico di perverse insinuazioni, che fece incrinare il respiro di Miriam. Non riuscì un secondo di più a sostenere quello sguardo oscuro, perciò deglutì e annuì flebilmente. Avrebbe dovuto indietreggiare per ristabilire i confini ed evitare che lui prendesse altre iniziative, ma non si mosse. Rimase immobile, incapace di sottrarsi all’irresistibile desiderio di incoraggiarlo a fare la mossa successiva. Tutto ciò di cui aveva sempre avuto bisogno era a pochi centimetri da lei, incarnato in una creatura letale e pericolosissima.
Fu Hakon a retrocedere per primo e le sue ultime parole non lasciarono spazio a fraintendimenti.
«Allora dovresti iniziare seriamente a preoccuparti per la tua incolumità.»

Vuota. È così che mi sono sentita dopo aver terminato la lettura di Furor. Ho iniziato questo libro con delle aspettative abbastanza alte, perché la trama mi ha intrigata da subito, ma non ero minimamente preparata per quello che mi sono trovata a leggere, né per il modo in cui questo libro mi ha soggiogata.
Quando un romanzo riesce a tenerti incollato per ore, facendoti dimenticare tutto il resto, catturando totalmente la tua attenzione, è senza dubbio un buon libro. È inutile negarlo, è così e basta.
Furor non è solamente un buon libro: è come una droga, che narra una storia particolare e intensa, originale e totalizzante. Avete mai immaginato di non poter toccare – né essere toccati – da nessuno? Avete la minima idea di cosa significhi provare così tanto dolore da svenire, quando una persona ti sfiora accidentalmente?

Questa è la quotidianità di Miriam, protagonista di Furor, una ragazza all’apparenza come tante, ma che di normale non ha nulla.
Vive accanto a creature pericolose, di cui il genere umano ignora l’esistenza. Lei stessa non è una semplice umana, grazie al dono che tanto odia. Non solo non può essere toccata né toccare qualcuno, ma è una telepate molto potente. Quando si trova accanto a qualcuno percepisce i suoi pensieri, ma anche l’aura che rappresenta la persona. In questo modo è venuta a conoscenza di creature come vampiri, demoni e licantropi. E quando tocca la persona è in grado di scoprire ogni segreto di quella persona, ogni errore commesso e desiderio nascosto. Penserete che sia una capacità straordinaria, ma per lei non è così. È una maledizione, una sofferenza continua che condiziona tutta la sua vita.

Lavorare diventa complicato, così come vivere in un appartamento in centro. L’isolamento sociale è una delle poche cose che la tengono al sicuro e le danno quel po’ di pace e tranquillità di cui ha bisogno, ecco perché non ha molti amici. Nella sua vita c’è solo Tane, un ragazzo con cui ha un legame particolare, e Gwen, la sua unica amica.
Per racimolare qualche soldo in più per pagare l’affitto si reca allo studio di un fotografo, per posare per lui. Qui, però, le cose precipitano inaspettatamente, cambiando totalmente la vita di Miriam. Lei non immagina che quello che le è successo la porterà nel bel mezzo di una guerra, ma è proprio ciò che accadrà. Grazie alle sue abilità entrerà a far parte di un gruppo di creature ed umani che combattono questi esseri pericolosi e letali per chiunque.

Questa non era la guerra di Miriam, eppure ora lo è diventata. Deve allenarsi a sfruttare il dono che ha sempre odiato, per trasformare se stessa nell’arma più letale al mondo.
Ad aiutarla a far sì che questo accada c’è Hakon, uno dei vampiri più antichi e pericolosi al mondo, l’unica persona che riesce a toccarla e mettere a tacere le voci che Miriam sente nella sua testa, l’unico in grado di darle davvero quella pace e silenzio che ha cercato da sempre.
Come può Miriam fidarsi di una delle creature più temibili e letali esistenti? Come può non percepire altro che calma, in lui, e non l’oscurità che gli scorre nelle vene e che lo domina da secoli?

«Perché non hai paura di me?»
«Perché riesco a vedere l’uomo, oltre al guerriero e al vampiro. Un giovane uomo traboccante di vita in mezzo alla foresta.»
«Non sono più quel ragazzo.»
«Lo so, ma non sei nemmeno solo una belva. Sei tutto insieme. Io ti vedo chiaramente.»
«E nonostante questo sei qui, ancora stretta tra le mie braccia…» constatò, con un filo di voce. «Sei riuscita ad entrare dentro di me più di quanto sia pronto ad ammettere.»

Sin dal primo momento in cui si incontrano, Miriam è attratta dal vampiro, calamitata verso di lui come una falena dalla luce. E per il vampiro sembra la stessa cosa.
Resistere al legame che li unisce è impossibile, li travolgerà come un tornado, trascinandoli in un vortice di passione, sangue e dolore, morte e paura, ma anche speranza e amore.
Un legame primitivo, viscerale e totalizzante, unico al mondo. Stare lontani l’uno dall’altra è impossibile, ma, tra loro, non c’è solo desiderio.

Hakon non si è mai concesso il lusso di sperare, di provare sentimenti felici e puri come l’amore. Non ha mai tenuto a nessuno, ha sempre lottato per se stesso, quindi non sarà facile, per lui, capire cosa gli sta succedendo, che significato hanno le sensazioni ed emozioni che prova stando accanto e sfiorando la ragazza.
Miriam stessa ha passato la vita a fuggire dai legami, perché ben consapevole di non poter avere alcun tipo di relazione, figuriamoci un rapporto vero con qualcuno. Per lei una semplice carezza, così come un bacio o un abbraccio, sono una scoperta. È come se avesse vissuto per anni una vita grigia, privata della bellezza del contatto ed ora, invece, con Hakon può avere tutti i colori, ogni sfumatura.

Scritto con uno stile accattivante, fresco e mai pesante, Furor è quel tipo di libro che riesce a conquistarti sin dai primi capitoli, che è capace di portarti all’interno della storia, a vivere ogni vicenda insieme ai protagonisti. M.D. Ferres è riuscita a farmi entrare totalmente in sintonia con la storia, con l’anima di ogni singolo personaggio. Mi sono sentita parte di quello che stava accadendo, ho provato ogni loro emozione; ho combattuto, urlato e pianto, sorriso e sperato, gioito e amato con loro.

Avevano creduto di aver trovato finalmente il loro posto nel mondo, l’una accanto all’altro, e improvvisamente si erano ritrovati sotto le macerie di questa certezza. Non sapevano più chi fossero, da dove provenissero i loro poteri e cosa sarebbe accaduto ai loro sentimenti.

Chi ama il Paranormal Romance non può non leggere questo libro. Ci sono tanti piccoli dettagli all’interno della storia, nascosti tra le righe, che rendono il futuro un enorme punto di domanda e, allo stesso tempo, arricchiscono questa storia e i suoi personaggi.
Ognuno di loro, sia i protagonisti che quelli secondari, è un punto fondamentale per la riuscita della missione, per l’armonia del gruppo. Hanno uno scopo, e desidererete conoscergli meglio, fidatevi di me.
Penso di avervi spiegato abbondantemente perché dovete assolutamente leggere Furor. Questo libro si è rivelato una perla in un mare di conchiglie. Ho aspettative molto alte riguardo al seguito, e spero davvero che arrivi presto, perché sono già dipendente da ogni singolo personaggio di Furor, e voglio scoprire cosa accadrà a ognuno di loro.

Copia ARC inviata dall’autrice in cambio di un’onesta e sincera recensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *