Diciannove

Diciannove di E.S Carter

Diciannove

Titolo: Diciannove
Serie: Love by numbers #1
Autore: E.S Carter
Genere: New Adult
Narrazione
: Prima persona, pov alternato
Tipo di finale: Cliffhanger
Data di pubblicazione: 17 Luglio 2019
Editore: Quixote Edizioni
Trama: La vita può cambiare in un batter d’occhio.
Ciò che ti definisce è il modo in cui ti adatti ai cambiamenti.
Jake Fox è un aspirante attore che ha avuto poco successo. È anche il tipico ragazzaccio che “le ama e le lascia”, senza che l’amore entri mai nell’equazione.

Emma Campbell sta cercando la sua strada, affrontando i ricordi del suo passato, una madre apatica e le scelte davanti a sé. Riuscirà a concentrarsi sulla luce quando la vita continua a circondarla di oscurità?
L’amore saprà legare questi due poli opposti o le circostanze sfuggiranno al loro controllo, distruggendoli?

Sono passati circa quattro mesi da quando è stato pubblicato Diciannove.
Ogni libro di questa serie ha un numero come titolo e questo numero è legato indissolubilmente ai protagonisti, li accomuna ed è parte di loro.
Perchè Diciannove?

Diciannove sono gli anni di Emma Campbell. Lei è una ragazza un po’ introversa che vive in Inghilterra, alla ricerca di un lavoro che le permetta di mettere da parte qualcosa e andarsene da casa, una casa che non sente più così sua da quando aveva sei anni.
I ricordi del passato – di ciò che ha cambiato la sua famiglia per sempre – la perseguitano ogni singolo giorno e rendono sempre più complicato il rapporto con la madre, sempre assente e apatica nei suoi confronti. Infatti si interessarsi a lei solo quando si tratta di criticarla; per ricordarle che mangia troppo, di vestirsi meglio e pensare di più al proprio aspetto. Queste sono, infatti, le uniche cose che la donna sa dirle.

Il padre è l’unico motivo per cui Emma rimane in quella casa e, per lui, preferisce ignorare la situazione e far finta che non esista.
A rendere più sopportabile la vita della ragazza c’è la sua migliore amica Liv. Tutto l’opposto di Emma, Liv ha i capelli biondi lucenti, un corpo perfetto e un carattere solare e impulsivo. Riesce sempre a far tornare il sorriso ad Emma, a farle fare cose che normalmente non farebbe ed ecco perché, la sera prima del ventesimo compleanno di Emma, le due ragazze si recano in un nuovo locale, uno di quelli alla moda in cui faresti ore di fila per entrare.

Vestita, come mai si vestirebbe, – con un abito color petrolio metallico, scarpe con il tacco vertiginoso, capelli e trucco perfetti – Emma decide per una sera di divertirsi, dire addio ai diciannove anni e accogliere i venti con un sorriso, qualche bicchiere di alcol e balli scatenati con Liv e qualche sconosciuto.
È proprio in questo locale che Emma incontra il ragazzo più bello su cui abbia mai posato lo sguardo. E sarà proprio quella sera che la vita di entrambi cambierà per sempre; se per uno dei due scatenerà una tempesta di confusione, per l’altro questa serata diventerà un vero incubo.

Sesso, niente legami o sentimenti e, soprattutto, niente drammi. Solo divertimento, appagamento e… beh, altro sesso.
Jake Fox ha ventisei anni e un sogno, quello di diventare un attore di successo, ma ora deve accontentarsi di lavorare part time in un magazzino per potersi mantenere. Nonostante provenga da una famiglia benestante, non si è mai approfittato dei soldi dei genitori – anche perché questi non hanno di certo cresciuto dei rampolli ricchi e viziati – ma nemmeno disdegna la bella vita. Convive con il fratello maggiore Noah, un uomo di successo, ed essere imparentato con lui ha senza dubbio dei benefici, tra i quali entrare sempre nella zona vip dei club più esclusivi del paese.

Jake si trova nel club di suo fratello – assieme al suo migliore amico – per una spensierata serata di divertimento.
Il club di Noah, il terzo locale che ha aperto e che si è rivelato un altro successo, è il posto perfetto per Jake per trovare il giusto svago per la serata: un’altra donna bellissima con cui divertirsi per qualche ora, salutare la mattina dopo con un sorriso e il corpo appagato, oltre alla promessa di non rivedersi più.

Mentre osserva la pista da ballo Jake si ritrova a non riuscire a staccare lo sguardo da una ragazza bellissima, con un corpo da favola, decisamente il tipo di donna perfetta per lui e i suoi desideri.
Costretto a distogliere lo sguardo per qualche secondo, quando torna a osservare la pista la ragazza sembra scomparsa.
Finché non se la ritrova addosso, nella zona vip, e incrocia lo sguardo con gli occhi più belli e ammaliatori che abbia mai visto.

La ragazza altri non è che quella che Jake ha osservato ballare, quella che vuole portare a casa con sé. Eppure c’è qualcosa di diverso in questa ragazza. Lo sguardo innocente e puro, il suo arrossire in maniera tenera, i suoi gesti quasi impacciati scatenano nell’uomo un desiderio differente da quello suscitato da qualsiasi bella donna. Non vuole solo andarci a letto, vuole… conoscerla. Assurdo, per uno come lui.
Nonostante tutti i suoi allarmi scattino, avvisandolo di tenerla lontano e concentrarsi sulle sue prede abituali, Jake non riesce a fare a meno di calamitare intorno alla ragazza e così si ritrovano sulla pista a ballare insieme, a sfiorarsi e guardarsi intensamente senza parlare, nel momento più erotico e strano della vita di entrambi perché ancora non si sono nemmeno baciati, ma da subito è nato un legame.

Il controllo che ha su di me è come quello di una sirena, il suo corpo mi richiama come una melodia complessa che penetra nella mia vera essenza.
Se fossi una barca alla deriva, la sua canzone da sirena mi attirerebbe di sicuro verso morte certa sulle rocce attorno a lei. Una morte che in questo momento accetterei volentieri, solo per esserle accanto, solo per respirare in lei.

Una serata divertente e spensierata, però, ben presto si trasforma in un incubo pieno di dolore e paura, impotenza e rimorso. Succederà qualcosa che cambierà per sempre la vita di Emma, che renderà il ricordo perfetto dell’incontro con Jake in un ricordo lontano che il suo cervello ha scelto di nasconderle, piuttosto che farla soffrire.
E che condizionerà anche Jake in maniera definitiva, che cambierà e influirà sul suo comportamento, sulla persona che è e sul rapporto con le donne.
Ma i protagonisti, in mezzo a tanta oscurità, riusciranno a trovare un po’ di luce e di speranza?
A scegliere di crederci e a non scappare?

Ho conosciuto E.S Carter grazie ad un suo altro libro pubblicato in italiano e mi sono innamorata del suo stile di scrittura. Non scrive storie piene di fronzoli, cuori e fiori. Al contrario, i personaggi tutt’altro che perfetti, riescono a raccontarti la loro vita con durezza; si percepiscono a 360 gradi e riescono a farti davvero impazzire. Mi sono chiesta spesso, durante la lettura di Diciannove, se odiassi o mi piacesse un personaggio. Ancora oggi non riesco a decidermi, soprattutto riguardo a Jake Fox. Lui è tutto ciò che io non sopporto in un uomo. È arrogante, saccente, abbastanza menefreghista e decisamente donnaiolo. Non che gliene faccia una colpa, ama divertirsi e non ha davvero nessuna preferenza – tranne che devono essere donne bellissime e consapevoli – eppure il modo in cui rifugge dai legami e dai sentimenti mi ha fatto storcere il naso.

Allo stesso modo ho trovato poco piacevoli i suoi pensieri. Non sono un uomo, ma spero vivamente che la loro mente non funzioni sempre come quella di Jake. Lui usa il fascino e il suo aspetto come armi, persino in situazioni che dovrebbero essere affrontate in maniera differente. Appena entra in un luogo – che sia per divertimento o lavoro – pensa subito a come scop*rsi una donna, o si chiede come sia a letto. Ovviamente sempre se non se l’è già fatta. Luogo di lavoro, discoteca, bar, fermata dell’autobus… non importa il luogo in cui si incontra la donna, se Jake la vuole, la ottiene.

Eppure quando è con Emma questo suo lato è smussato, viene a galla un Jake più umano, più sopportabile e sincero, quasi insicuro. E questo suo aspetto mi ha fatta sciogliere in diversi momenti.
Emma nasconde una forza interiore ammirevole, è una sognatrice, una ragazza piena di speranza, non stupida ma ingenua; spera di lasciarsi il passato alle spalle e vivere finalmente circondata di quella luce che da anni cerca, ma senza mai trovarla davvero.

«Ti ammiro molto, Emma Campbell. Sin da quando eravamo bambine ho visto la tua forza. Ti ho guardata combattere battaglie che nessuno di così giovane dovrebbe combattere. Ti ho vista uscire dall’oscurità e brillare con più forza di chiunque altro abbia mai conosciuto. Sei bellissima in moltissimi modi, e non lo sai nemmeno.»

Diciannove mi ha lasciata con il fiato sospeso fino alla fine. Le vite di Jake ed Emma si sono incrociate più di una volta, senza però riuscire ad unirsi davvero. Questo ha reso la lettura diversa dai libri a cui sono abituata, perché più mi avvicinavo a loro, più non riuscivo ad afferrarli e tenerli insieme, cosa che spesso mi ha frustrata. Eppure io questo aspetto non lo cambierei, perché ha consentito ad entrambi di raggiungere i loro sogni e forse solo ora, possono essere pronti davvero ad unire le loro.
Senza dubbio la lettura di Ventuno – il seguito – mi permetterà di conoscere due persone più mature e consapevoli.
Ma riusciranno davvero a stare insieme o si incontreranno ancora, solo per perdersi di nuovo?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *