Un’anima da purificare di Annabella Michaels

Un'anima da purificareTitolo: Un’anima da purificare
Serie: Souls of Chicago #4
Autore: Annabella Michaels
Titolo originale: Renewing the soul
Genere: Contemporary Romance, LGBTQ, Gay Romance
Narrazione: Prima persona, Pov alternati (Rocko & Lachlan)
Pagine: 320
Tipo di finale: Concluso
Data di pubblicazione: 9 Dicembre 2019
Editore: Quixote Edizioni

Trama: Rocko si è guadagnato la reputazione, che tanto ama, di figlio selvaggio della rock band Carter’s Creed. I suoi compagni lo hanno soprannominato Animal, non solo per il suo talento con la batteria ma anche perché è bravissimo a inseguire il brivido. Sesso, droga e rock ’n roll sono ciò per cui vive. Questo fino alla notte in cui le sue abitudini sregolate gli sono quasi costate la vita.

Come proprietario dei Golden Entertainment Studios, Lachlan Edwards ha un grande interesse nei suoi nuovi clienti, i membri della Carter’s Creed. Per lui non è stata una sorpresa quando hanno scalato rapidamente la classifica, dato il loro talento, ma è anche preoccupato per il loro batterista, Rocko, che sembra sempre più fuori controllo. Quando Rocko tocca apparentemente il fondo, Lachlan decide di farsi avanti e offrirgli una chance per riprendersi.

Rocko accetterà l’offerta di Lachlan, anche se significa affrontare il passato dal quale ha tentato tanto duramente di fuggire, o tutto si dimostrerà essere troppo difficile e ritornerà nella sua spirale dove non ha alcun controllo di sé?

Attenzione: In questo libro vengono affrontati temi delicati come l’uso e abuso di droga e alcol, e il difficile percorso di riabilitazione per ripulirsi.

Chi di voi non è ancora un fan della band Carter’s Creed? Se ancora non lo siete potrebbe essere il momento di rimediare perché questa band è una grande famiglia amorevole che si prende cura di ogni membro che ne fa parte.

In questo volume della serie Souls of Chicago dal titolo Un’anima da purificare, scritto divinamente da Annabella Michaels e pubblicato da Quixote Edizioni, abbiamo modo di conoscere meglio il batterista dei Carter’s Creed: Rocko.
Lui è un giovane uomo di ventotto anni, capelli lunghi e aspetto da vero rockstar, insomma! Il suo stile di vita però, non è proprio salutare. Una sera infatti, dopo l’ennesimo festino a base di sesso, alcol e droga, rischia di perdere la vita.

L’impatto di questa vicenda è stratosferica per gli altri membri della band, in particolar modo per il migliore amico di Rocko, Steve, e non solo. Anche il produttore della casa discografica con la quale la band ha un enorme contratto: Lachlan Edwards. Dopo aver toccato il fondo, Rocko decide che è arrivato il momento di ripulirsi e riprendere in mano la propria vita. Si reca in una clinica riabilitativa dove si occupano di questo tipo di dipendenze e, una volta portato a termine il percorso, può finalmente tornare a casa e farsi perdonare dai suoi amici.

La disintossicazione non è per i deboli di cuore e avevo promesso a me stesso che da quel momento sarei rimasto sobrio e mi sarei mantenuto pulito. 

Ma… non è esattamente questo il piano che i membri della band e Lachlan hanno in mente: al termine della sua riabilitazione, Rocko ha comunque bisogno di vivere in un ambiente controllato, dove non sia tentato a buttare all’aria tutto il suo duro lavoro. Ed è proprio qui che entra in gioco Lachlan. Uscito dalla clinica, Rocko è convinto di rientrare nel suo appartamento, invece, si ritrova di fronte ad una villa maestosa ed enorme e… Lachlan ad accoglierlo.

Lachlan Edwards mi aveva portato a casa sua perché voleva parlarmi. Mi si strinse lo stomaco. Qualsiasi cosa avesse volito dire avrebbe fatto la differenza tra il restare nella band o no. Il pensiero di non fare più parte della Carter’s Creed affondò in me come un coltello e non niente a che fare con i soldi o con la fama. La verità era che non volevo perdere gli altri membri della band. Erano i miei migliori amici e l’unica famiglia che avessi.

La sua posizione come batterista nella band è a rischio, giusto? Lachlan vuole licenziarlo, altrimenti perché portarlo lì e volergli parlare? Rocko è terrorizzato dall’idea di perdere i suoi amici, la sua famiglia, ma è anche convinto di meritarselo. Le regole che Lachlan gli offre sul tavolo della negoziazione sono dure, come dover vedere un terapista faccia a faccia senza poterlo evitare in nessun modo e scavare nel suo passato.

Ma la scelta finale, la decisione di rimanere, di fare tutto il necessario e ricominciare a vivere spetta solo ed esclusivamente a Rocko. Che cosa deciderà il nostro batterista? Accetterà le condizioni di Lachlan per poter tornare a suonare in giro per il mondo con la sua band, oppure getterà la spugna e tornerà alle vecchie abitudini che lo hanno quasi fatto morire?

Io non posso che suggerirvi di acquistare Un’anima da purificare e divorarlo, esattamente come ho fatto io. Naturalmente consiglio di leggere tutti i volumi di questa serie magnifica, perché sono uno più bello dell’altro e sono tutti intrecciati, ma essendo tutti libri autoconclusivi potete leggere questo quarto libro senza aver letto i precedenti. Io però vi avverto… vi lascerà sicuramente con la voglia di saperne di più e continuare con il prossimo volume, e… perché no, anche recuperare i precedenti!

Un’anima da purificare secondo me, è senza dubbio il migliore della serie fino ad ora. Se fino a poco tempo fa adoravo tantissimo il primo volume, Un’anima da sfamare, dopo aver letto questo ho capito di amarlo alla follia e devo confessare che questo libro ha superato ogni mia aspettativa e mi ha travolto come un fiume in piena.

È un romanzo pieno di dolcezza, di passione e di sentimento. È un percorso di crescita, di rinascita e di scoperta dell’amore puro e leale. Un’anima da purificare mi ha emozionata tantissimo e in ogni pagina traspare un amore travolgente e appassionante. Rocko ha un passato oscuro che vuole nascondere a tutti i costi, ma Lachlan è l’uomo più dolce, paziente e amorevole che abbia mai incontrato.

Il muro che Rocko ha eretto attorno al suo cuore è alto e spesso, ma se c’è una persona che può abbatterlo, quello è Lachlan. Entrambi i protagonisti sono dolci, romantici, passionali e coraggiosi, li ho amati intensamente e ho assistito alla loro crescita e alla nascita di un legame sconvolgente. Ammetto di essermi commossa e di aver pianto verso la fine di Un’anima da purificare.

Consiglio la serie Souls of Chicago? Ovviamente sì!! Lo stile di Annabella Michaels e la sua scrittura non risultano mai pesanti, solo piacevoli e scorrevoli da leggere.
Se state cercando un libro che vi racconti di una storia d’amore intensa e appassionante, di seconde occasioni e rinascita, Un’anima da purificare è il libro che fa per voi.
Mentre voi recuperate la serie, io attendo con ansia di poter leggere il quinto volume e credetemi, non sto più nella pelle!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *