Tutti i ranocchi di Manhattan

Tutti i ranocchi di Manhattan di Carrie Aarons

dal 12 al 18 gennaio 2020Titolo: Tutti i ranocchi di Manhattan

Titolo Originale: All the Frogs in Manhattan

Autore: Carrie Aarons

Genere: Contemporary Romance – Chick-Lit (Autoconclusivo)
Narrazione
: Prima persona, POV alternati (Gemma e Oliver)

Tipo di Finale: Concluso

Temi Affrontati: Amore e Seconde possibilità

Editing: Molto Buono
Data di pubblicazione
: 09 Gennaio 2020
Editore
: Hope Edizioni

Trama:

Avete presente Cenerentola? La scarpetta di cristallo, la carrozza fatta di zucche e la fata madrina?

Ecco, non sono io.

I miei tacchi mi distruggono i piedi, viaggio grazie a Uber e leggo l’oroscopo su Twitter, quindi il mio “vissero felici e contenti” non è proprio dietro l’angolo.

Non ho ancora trovato un principe azzurro e, in quel di Manhattan, finisco sempre per uscire con esseri viscidi, squamosi e… insomma, dei ranocchi. E con “ranocchi” intendo proprio tutti quei pessimi stereotipi dai quali i film che tua mamma ti ha fatto guardare e la vita ti hanno messa in guardia:

  1. Lo zuccone senza cervello.
  2. Il mammone.
  3. Il saccente pieno di sé.
  4. Il taccagno.

Nella speranza di trovare l’Amore sono persino arrivata a baciare labbra fredde e umide.

E poi, un giorno, un uomo allergico alle relazioni si è offerto di aiutarmi a trovare il mio Romeo.

Ma cosa succede quando un ranocchio, che non avrebbe mai dovuto trasformarsi in un principe, ti bacia a mezzanotte? Ok, è vero, non è successo a mezzanotte, ma in pieno pomeriggio, dopo un brunch, però non tutto può assomigliare a una favola.

Esordio italiano, grazie alla Hope Edizioni, per Carrie Aarons con una commedia romantica dal titolo Tutti i ranocchi di Manhattan.

Siete pronte a conoscere i nostri due protagonisti?

Sì? Allora rispondete a questa domanda…

Quanti rospi si devono baciare prima di incontrare il principe azzurro?

La stessa domanda se la pone da sempre Gemma Morgan, la venticinquenne redattrice del settore bellezza di Femme, una delle più grandi riviste femminili del paese, con sede a Manhattan.

Come la maggior parte delle ragazze della sua età, Gemma, cerca l’Amore, si proprio quello con la A maiuscola, nella sua vita, desidera un uomo che le porti il guacamole a letto, che le faccia i grattini ogni volta che glielo chiede o semplicemente che, la porti all’orgasmo, senza dover usare alcuno strumento 😉.

Per raggiungere il proprio obiettivo è disposta a baciare tutti i rospi di Manhattan o semplicemente ad accumulare il maggior numero di appuntamenti per poter trovare quello che si tramuterà in principe.

Ma, dopo l’ennesimo appuntamento fallimentare, lo sconforto prende il sopravvento e, durante un brunch domenicale, fa la conoscenza di Oliver.

Oliver Anders è uno dei più giovani milionari nel campo tecnologico di New York, in poche parole è un nerd.

Ok un nerd, sexy, dolce ed affascinante.

Ma essendo appunto un milionario, non ha tempo per le relazioni e tutta quella roba sentimentale, certo, fa sesso, ma solo occasionale, non ha tempo per le preoccupazioni generate dalle aspettative di anelli o bambini.

Ha sposato il suo lavoro e nessuna donna potrebbe distrarlo dal raggiungimento dei suoi obiettivi, su questo, è estremamente onesto, forse, troppo onesto e, quando incontra Gemma, mette subito in chiaro la propria posizione.

Però ha una proposta da farle…

«Conosco ogni singola strategia che una donna è capace di utilizzare, resta con me e farò in modo che tu riceva un anello da quattro carati da un ragazzo con una casa negli Hamptons. Oliver Anders, al tuo servizio.» 

Quello che però Oliver non si aspetta è la controproposta di Gemma…

«Andiamo, Oliver. So di piacerti. Non staresti qui a offrirmi da bere se non fosse così. Sarai anche in grado di procurarmi un marito, ma capisco quando un uomo mi trova attraente. E dal momento che abbiamo deciso di essere onesti l’uno con l’altra, voglio fare sesso con te. Nessuna complicazione, penso che abbiamo superato l’età in cui dobbiamo far finta di non voler andare a casa e usarci per avere un orgasmo. Facciamolo e basta. Dopo, potrai dirmi qualcosa di più su come battere un uomo al suo stesso gioco. Ma adesso sono eccitata. Non faccio sesso da un mese e mezzo. E credo che tu sia sexy, un nerd sexy. Quindi, ci stai o no?»

Diventare amici con benefici, molti benefici, senza alcun coinvolgimento sentimentale e, fino a quando, il principe azzurro non faccia il proprio ingresso nella vita di Gemma?.

Non male vero?

Ma qual è il labile confine tra amici di letto e fidanzati?

Per scoprirlo, non dovrete fare altro che leggere Tutti i ranocchi di Manhattan.

Tutti i ranocchi di Manhattan

Non leggevo da un sacco di tempo una commedia romantica di tale portata: sensuale, romantica e ricca di ironia.

Le risate riempiranno ogni capitolo di questa favola moderna che condurrà il lettore in una Manhattan a metà tra Sex on the City e Il diavolo veste Prada.

Due protagonisti sarcastici ed autoironici, nessuno dei due è perfetto ed è proprio per questo motivo che li ho adorati.

Gemma è una di noi, indossa perennemente i tacchi – anche se le fanno un male cane -, suda in mezzo alle tette e, udite udite, ha il ciclo – ok vabbè la scusa del ciclo è quella che usa più spesso per esorcizzare gli appuntamenti più improbabili – inoltre, ha delle amiche fuori di testa che assecondano ogni sua follia e le danno man forte 😊. Ditemi che non vi riconoscete in lei?

Dall’altro lato della barricata c’è Oliver, un maschio alfa, ahahhahah, no in realtà, non ha nulla del maschio alfa, è imperfetto, è un nerd e a volte non è proprio sveglissimo nel riconoscere il linguaggio del corpo di chi gli sta a fianco.

Insieme, però, sono una bomba pronta ad esplodere, sono belli, sono dolci e inconsapevolmente romantici o almeno così ce li ha descritti Carrie Aarons.

Con il suo stile fresco ed accattivante, un linguaggio scurrile e diretto, interazioni divertenti e una sensualità dominante a parer mio è una delle commedie romantiche più divertenti lette negli ultimi periodi.

Nel profondo, le donne non vogliono il bravo ragazzo. Vogliono il ragazzo cattivo disposto a cambiare per loro.

Vogliono qualcuno disposto ad andare in capo al mondo.

Che uccida il drago, che combatta contro il mostro.

Perché in realtà l’amore non si era affatto evoluto rispetto alle fiabe che avevamo sentito da bambine.

Volevo l’impossibile e il vissero per sempre felice e contenti Volevo che il principe mettesse la scarpetta di cristallo al mio piede  Volevo che tutte le mie speranze e i miei sogni diventassero realtà, e trovare la persona giusta che allo stesso tempo avrei e non avrei potuto avere.

Quindi, consiglio Tutti i ranocchi di Manhattan?

 

  • Adorate le storie d’amore romantiche, divertenti e sensuali.
  • Credete nelle seconde possibilità e desiderate scoprire se, con un ruolo diverso, ce ne sarà una anche per Gemma e Oliver.
  • Siete attratte dai protagonisti fuori dall’ordinario, perfetti nelle loro imperfezioni, circondati da personaggi secondari folli e anticonvenzionali.

Sì?

Allora quello che dovrete fare, è leggere Tutti i ranocchi di Manhattan non ve ne pentirete.

Se c’era qualcosa che avevo imparato nei miei brevi venticinque anni, era che nulla va mai come pensi. I piani falliscono, la felicità spunta ad ogni angolo, le sorprese si nascondono dappertutto. E bla bla bla, tutte quelle cazzate.

Io senza dubbio, ve lo consiglio.

Buona Lettura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *