Stand by me

Stand by me di Bianca Marconero

Stand by me di Bianca Marconero

Stand by meTitolo: Stand by me
Autore: Bianca Marconero
Serie: Stand Alone
Genere: Sport Romance, Young Adult
Narrazione: POV alternati
Tipo di Finale: Concluso
Editing: Ottimo
Data di pubblicazione: 15 luglio 2020
Editore: Self Publishing

Trama:

Gregorio ha diciotto anni e ha tutto quello che potrebbe desiderare un suo coetaneo: amici fidati, successo con le ragazze, uno sport che ama, una villa con piscina e una bellissima fidanzata, Carolina. 

Ha tutti i numeri per essere un vincente ma ha un problema, una spina del fianco che non gli da pace: Arianna Vallesi, figlia del giardiniere a servizio della villa del padre.

Arianna è la sua nemesi: testa sulle spalle, introversa, pochi amici e un padre con un disturbo autistico che lo rende oggetto di feroci commenti da parte dei suoi compagni. 

La odia e decide di renderle la vita impossibile. Ma può un odio così feroce e inspiegabile nascondere altro?
Temi Affrontati - Spoiler - Stand By me

Disparità sociali, amore per il basket, bullismo, nemici/amanti

[riduci]

Con Bianca Marconero tutto è possibile, basta allacciarsi le cinture di sicurezza e buttarsi in questa bellissima storia per affrontare le montagne russe che le piace tanto farci vivere.

Quelle che rendono l’adolescenza un periodo spesso tortuoso, a volte drammatico, dove le emozioni sono vissute all’estremo e l’immagine pubblica definisce il successo personale e sociale.

Quello che rende questo libro intenso è il chiaroscuro dei personaggi, le sfaccettature nascoste: Gregorio ammirato e osannato da tutti è in verità pieno di paure invalidanti che cerca di dominare tramite ripetuti schemi mentali ed una sistematica routine al di fuori della quale si sente debole e inadeguato:

“Sono persone che restano nella cerchia, che stanno nei soliti posti, che si muovono lungo tracciati che conosco. I punti di appoggio del mio equilibrio.”

“Perché un mondo che non cambia è l’unico in cui io riesco a vivere”.

L’unica dimensione che lo rende davvero felice è il basket, una passione che gli consente di essere davvero sé stesso e che riempe i suoi vuoti interiori, senza ricorrere a filtri o artificiose strutture mentali da ripetere.

In tutta la storia lo sport ha un ruolo da co-protagonista: crea legami, esprime dei sogni da realizzare, punisce gli errori e insegna la disciplina.

Dall’altra parte Arianna, “la sfigata”, “la disadattata” che più tenta di essere invisibile agli occhi degli altri e più viene vessata, subendo le perfide umiliazioni di Gregorio e dei suoi alleati in questa lotta impari e incomprensibile.

Pur non comprendendo le ragioni di questo odio contro di lei, Arianna decide di soprassedere con intelligenza e umiltà ai molteplici soprusi per perseguire il suo sogno  e ripartire a fine anno scolastico.

Resiste fino al punto di rottura in cui Arianna non cede più e decide di alzare la testa segnando la linea di confine tra lei e Gregorio:

“Questa è la differenza tra di noi: io il futuro me lo sono sempre guadagnato.
Tu invece no, se una cosa non si compra con i soldi, è fuori dalla tua portata”.

Il suo coraggio e il timore di perdere la dignità dirompono creando un uragano che immerge tutto, segnando l’inizio della trasformazione interiore del suo nemico che riscopre un sentimento diverso che da una parte lo spaventa ma, dall’altra, gli smuove le pesanti ombre di un passato difficile.

“Guardarsi non ha sempre lo stesso valore Guardarsi, a volte, è come incontrarsi per la prima volta Guardarsi, a volte, più che mettere in chiaro le trasmissioni dell’altra persona, incasina le tue”. 

E’ stato bello tornare sui banchi di scuola con questo romanzo, ricordando le emozioni, le fragilità e gli struggimenti di quella fase della vita dove tutto è estasi e dramma allo stesso istante.

Ma Stand By Me offre di più di una storia d’amore adolescenziale perché tocca temi diffusi e penetranti come il bullismo, l’avversità verso il diverso, la popolarità sociale come strumento indicatore di successo o fallimento personale:

“La reputazione dei bulli si costruisce proprio scalando la dignità delle persone come me: siamo gli erbivori, nella catena alimentare della popolarità”.

E’ stato un bel viaggio quello che ho fatto con Gregorio e Arianna, pieno di tappe in salita ma si sa che con Bianca, occorre sempre una riserva di ossigeno in più per affrontare le sue storie.

Lei ha la capacità di scassinare il cuore, farlo a pezzettini, rimetterlo insieme con un filo dorato ricco di luce per farlo battere ancora più forte.

E quando arrivi in cima alla montagna tutto appare più luminoso perché hai nuovi occhi per guardare più lontano e un cuore che pompa più forte.

“Il punto è che se entri in contatto con una luce colorata, il colore ti si riflette addosso, sui vestiti e sulla pelle.

Io sono sempre lo stesso, ma a volte mi sento colorato dal fatto che lei c’è”.

Stand By Me resta dentro al cuore e mostra che se vogliamo possiamo trovare il coraggio di superare i nostri limiti e se la notte fa paura…

“…l’unico modo è tenerci accanto chi amiamo”.

Copia acquistata da Alessia.

Lo sai che siamo affiliati Amazon?!

Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca qui sotto sui nostri link!
Tu non spendi un centesimo in più, ma aiuti noi a crescere e ci dai la possibilità di mettere in palio i cartacei nei giveaway nel rispetto della legge! Grazie!

Link per l’acquisto: https://amzn.to/2OIP7m4 

Un commento

  • Bianca Marconero

    Alessia, che sorpresa stupenda! Grazie te che trasformi in poesia le recensioni e grazie a Karmen e al blog per avermi ospitata <3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *