Sinceramente tua di Sara Ney e Meghan Quinn

Sinceramente tua

Titolo: Sinceramente tua
Serie: Stand Alone
Autore: Sara Ney & Meghan Quinn
Genere: Office Romance
Narrazione: Prim persona, Pov alternati
Tipo di finale: Chiuso
Numero di pagine: 270
Data di pubblicazione: 27 Aprile 2020
Editore: Newton Compton Editori
Trama: Peyton ha una gigantesca cotta per il suo capo. A lei non importa che sia considerato un bastardo arrogante, il sadico dell’ufficio. Semplicemente non riesce a resistere al fascino magnetico dei suoi occhi. Ed è convinta che fuori dal posto di lavoro ci sia un uomo affascinante, tutto da scoprire. Così, dopo una notte ad alto tasso alcolico, invia una e-mail anonima, confessando i suoi sentimenti… focosi.

Quando Rome riceve il messaggio, non sa cosa pensare. Naturalmente è inappropriato, e poi è probabile che sia uno scherzo. Ma ne è davvero sicuro? Una parte di lui vorrebbe andare a fondo, perché, anche se fatica ad ammetterlo, è intrigato. Era da tanto tempo che qualcuno non riusciva a farlo sorridere. Chiunque sia questa donna, vuole trovarla. Anche se sa che risponderle potrebbe essere un grandissimo errore…

Sara Ney è un’autrice che adoro. Le storie che scrive mettono in luce i problemi di una normale coppia che si sta conoscendo, e i problemi derivano principalmente dai caratteri di entrambi i protagonisti. Anche in Sinceramente tua si può riscontrare questa caratteristica, ma le differenze caratteriali non sono gli unici problemi che Peyton e Rome si ritroveranno a dover affrontare. 

Payton lavora per la Roam Inc, un’azienda che si occupa di ideare, progettare e produrre ogni tipo di oggetto usato negli sport o per fare attività all’aria aperta. Si occupa principalmente di gestire i social media, anche se ha sempre idee interessanti per le campagne pubblicitarie e la grafica. La sua è una passione, e finalmente, ha deciso di mettersi in proprio e aprire un’attività tutta sua, sperando che alla Roam riconoscano il suo talento e scelgano di offrirle una collaborazione.

L’ostacolo più grande da affrontare, per lei, è riuscire a fare una buona impressione sul CEO e amministratore delegato della Roam Inc, l’uomo che ha creato l’azienda dal nulla, il capo di cui tutti hanno paura: Rome.

Peyton si reca nel suo ufficio, determinata non solo a conquistare l’uomo con il suo portfolio, ma anche a dare il preavviso di licenziamento di quindici giorni. L’incontro, però, non va proprio come la ragazza aveva immaginato. Rome non vuole ascoltarla, è dispotico e autoritario, deciso a farle sapere che per lui, Payton, è solo una che molla, e che la sua azienda non avrà di certo bisogno di lei in futuro. Oltre alla porta sbattuta in faccia dal suo capo, Peyton deve fare i conti con l’attrazione che prova per lui da anni. È ben consapevole del fatto che tutti lo reputino uno stacanovista stro*zo, un tiranno snob. Nulla di questo riesce a impedirle di desiderarlo ogni secondo di più. Nemmeno il modo in cui la tratta all’incontro fa cambiare idea alla ragazza: lei lo vuole.

Complice un’uscita alcolica con le sue amiche, e il fatto che tanto dovrà andarsene, Peyton si lascia convincere dalla sua migliore amica e scrive una e-mail a Rome, tramite un indirizzo anonimo appena creato per lei. Una e-mail molto dettagliata in cui Payton rivela all’uomo quello che sente, ma soprattutto che ha voglia di lui, sempre.

Un uomo come Rome, così fissato con il lavoro e le regole, come può reagire leggendo un messaggio del genere, per di più anonimo? Il giorno dopo, quando si rende conto di ciò che ha fatto la sera prima, a Payton non resta che sperare che Rome passi sopra la questione, ma così non sarà. L’uomo è determinato a scoprire l’identità della persona che ha inviato l’e-mail, per poterla licenziare in tronco.

Le cose, si sa, non vanno mai come sperato e, una risposta dopo l’altra, tra i due inizierà una corrispondenza. Payton, decisa più che mai a tirare fuori il lato nascosto di Rome, non si farà spaventare dalle minaccie dell’uomo. E Rome… se inizialmente si è mostrato ostile, ora deve fare i conti con la curiosità e l’ironia della sconosciuta nei messaggi, capaci di affascinarlo.

Questo gioco tra i due li porterà a rivelare piccoli dettagli privati della loro vita. Si creerà un legame, nonostante Rome non sappia chi è la donna dall’altra parte dello schermo. Un legame appeso ad un filo, nato nel segreto e destinato al disastro, se la donna non trova il modo di farsi avanti ed essere sincera con l’uomo che desidera da anni. E se farlo significasse perdere tutto quello per cui ha lottato? Tutto quello che desidera per il proprio futuro?

Divertimento e una forte tensione sessuale fanno da padrone in Sinceramente tua. Il rapporto tra Peyton e Rome non è assolutamente facile; Rome, infatti, prima dell’incontro per le dimissioni di Payton, non aveva la minima idea di chi fosse la ragazza. E non è nemmeno intenzionato a rivederla, se non fosse che il destino ci mette lo zampino e li fa ritrovare nello stesso posto, anche fuori da lavoro. Allo stesso tempo le e-mail diventano quasi un’ossessione per entrambi, facendo desiderare a Rome di conoscere la donna così intrigante che gli scrive, e a Peyton di confessare ogni cosa.

Ora, però, veniamo ai tasti dolenti di Sinceramente tua. Inizialmente Payton è un personaggio divertente, fresco e ironico. Ama il proprio lavoro e lotta per raggiungere i propri obiettivi, due cose decisamente ammirevoli. Inoltre, vuole tirar fuori il lato umano di Rome, dimostrare a se stessa di aver sempre avuto ragione su di lui. La sua determinazione a non gettare la spugna con l’uomo, anche quando lui la respinge, è un’altra delle qualità che più mi sono piaciute di lei.

La tensione accumulata tra lei e Rome scoppia all’improvviso, travolgendoli, e cambiando decisamente le loro vite. Conciliare il nuovo lavoro con una relazione non è facile, e qui le cose cambiano. In più di un’occasione le cose tra i due precipitano ed è sempre Rome quello che deve rincorrere Payton, trasformandosi nell’opposto dell’uomo che abbiamo conosciuto per più di metà libro. Payton si rivela essere fin troppo attaccata alle cose materiali, ai grandi gesti e con pretese esagerate. Sono dell’idea che non dovrebbe avere troppa importanza in che modo viene fatto un invito o dove si cena ma, piuttosto, ha importanza la persona che la fa, quella con la quale vivi quel momento.

Oltretutto non mi stancherò mai di dirlo, ma la comunicazione è la base di un rapporto. Fare le cose con sotterfugi e per vie traverse porta sempre a enormi disastri. Eppure questa sembra la strada preferita di Payton. Critica tanto Rome per il suo orgoglio, ma lei non è certo da meno.

In conclusione Sinceramente tua è un Office Romance con molte potenzialità, ma che si perde decisamente nel finale. Troppo frettoloso e con un cambiamento improvviso nei personaggi, fino a stravolgerne il carattere. Sara Ney & Meghan Quinn hanno, inoltre, lasciato intendere che ci sarà un libro con protagonista il migliore amico di Rome, ma ancora non è stato pubblicato. Io sono proprio curiosa di scoprire cosa nasconde Hunter, e mentre attendo la sua storia, non posso che consigliarvi questo romanzo, magari il vostro parere sarà differente dal mio!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *