Salvare Emily di Susan Stoker

Titolo: Salvare Emily
Serie: Delta Force Heroes #2, Autoconclusivo
Autore: Susan Stoker
Genere: Military Suspense Romance
Narrazione
: Terza persona
Tipo di finale: Chiuso
Numero di pagine: 308
Data di pubblicazione: 31 Dicembre 2019
Editore: Self Publishing
Trama: Affittare l’appartamento sopra il suo garage, non doveva essere una decisione che gli avrebbe cambiato la vita, ma quando il soldato della Delta Force, Cormac “Fletch” Fletcher, incontra Emily Grant, sente un legame istantaneo. Non sopporta il pensiero che Emily e la sua bambina vivano in un luogo non sicuro. Offrirle un affitto economico è un piccolo prezzo da pagare per la loro sicurezza… e la tranquillità di Fletch.

Essere una madre single è, nella migliore delle ipotesi, dura, ma prendere in affitto l’appartamento di Fletch a un prezzo estremamente conveniente, rende la vita di Emily molto più semplice… finché tutto cambia. All’improvviso, tutti i soldi che sta risparmiando grazie alla generosità di Fletch, finiscono nelle mani di un ricattatore, e quel poco cibo che può permettersi, va a sua figlia Annie, per far sì che la bambina non vada a letto affamata… lasciando Emily sempre più debole.
Quando un malinteso la porta a presumere che Fletch sia coinvolto nel ricatto, non solo lui dovrà riguadagnarsi la sua fiducia, ma dovrà anche trattare con un uomo che nutre rancore verso Fletch e tutto il suo team Delta Force. Un compito che diventa più difficile, quando quell’uomo pericoloso mette le mani su Emily e Annie…

Dopo aver letto, divorato ed amato Salvare Rayne (clicca per leggere la recensione), finalmente ho potuto leggere Salvare Emily, secondo volume di questa serie Military Suspense Romance scritta da Susan Stoker.
Mi capita spesso, con le serie, di trovare il secondo volume un po’ sotto tono rispetto al precedente, ma posso affermare che in questo caso non è successo.
Salvare Rayne e Salvare Emily sono due storie completamente differenti; le uniche cose che hanno in comune è che sono ricche di suspense e i protagonisti maschili fanno parte della Delta Force, il team più pericoloso, efficiente e letale dell’esercito americano.

Abbiamo conosciuto Cormac “Fletch” Fletcher nel precedente volume e, sin da subito, il suo temperamento mi ha conquistata. Come ogni Delta è un uomo duro e controllato, che ama il proprio Paese e aiutare le persone. Proprio per questo motivo, quando decide di affittare l’appartamento sopra il suo garage, vuole trovare un inquilino composto e ordinato, ma soprattutto vuole affittarlo a qualcuno che ne abbia davvero bisogno. È così che incontra Emily Grant, una donna che ha decisamente bisogno di un nuovo posto in cui vivere.
Emily, al momento, è costretta a vivere in una palazzina piena di pessime persone, e questa non è la soluzione migliore, specialmente per la figlia di sei anni, Annie, una bambina intelligente e curiosa, che spesso viene derisa proprio a causa di queste sue capacità.
Grazie all’affitto conveniente che Fletch concorda con Emily, entrambe vivranno al sicuro, in un luogo protetto e tranquillo.

Giorno dopo giorno Annie prende sempre più confidenza con Fletch e l’uomo non può che affezionarsi da subito alla bambina, proprio grazie al suo bel carattere e alle sue qualità, che non disturbano affatto l’uomo. Ma Annie non è l’unica a voler passare del tempo con lui.
Anche Emily è attratta da Fletch, seppur in modo differente dalla figlia, ma è anche titubante a causa del proprio passato e naturalmente, vuole proteggere Annie nel caso dovessero andarsene.

Ben presto Emily si ritroverà coinvolta con un uomo pericoloso, spietato e determinato. Dovrà dargli dei soldi ogni settimana, più di quanti ne guadagna in un mese di lavoro, e così è costretta a fare delle scelte difficili; ogni alimento acquistato è per Annie, e vendere quel poco che ha comprato nel corso degli anni è l’unica soluzione per guadagnare qualcosa in più.
Quando questa situazione arriva al limite, sarà proprio grazie ad Annie che Fletch conoscerà la verità, che si renderà conto di non essere stato attento alla protezione di Emily e Annie, di averle deluse. Ora è determinato a rimettere a posto le cose, a prendersi cura di loro come desidera e, soprattutto, farla pagare all’uomo che ha stremato Emily per mesi.

Come scoprirà Fletch, quest’uomo non ha preso di mira solamente Emily, ma tutti i membri della Delta Force.
Vuole vendetta ed è disposto a tutto per ottenerla, e questo lo rende ancora più pericoloso.
Ma Fletch è un membro della Delta Force, fa parte di un team unito e spietato; sono uomini che non si fanno mettere i piedi in testa da nessuno, men che meno quando il pericolo minaccia persone a cui loro sono legati. Basterà questo per salvare Emily ed Annie?

Susan Stoker, con questo secondo volume, ci ha mostrato un nuovo lato dei ragazzi della Delta Force.
Non importa che siano gli uomini più letali al mondo, capaci di uccidere a mani nude senza problemi, davanti ad una bambina si fanno comandare come degli smidollati. Annie, in pochissimo tempo, ha conquistato il cuore di ogni membro della squadra, e leggere questi momenti è stato così dolce ed emozionante che credo di volerli vedere tutti quanti genitori.
Nel primo libro abbiamo conosciuto il loro lavoro, le loro capacità e forza. In questo abbiamo visto l’amore che li lega, il loro esserci in ogni momento per la famiglia.
Perché i Delta sono questo: una famiglia.

Guardando la donna e la bambina che dormivano profondamente nel suo letto, Fletch fece una promessa a se stesso… e a loro; le avrebbe protette da qualsiasi cosa, e da chiunque avesse voluto ferirle in futuro. Non sarebbero mai più state abbandonate a loro stesse. Mai. Le azioni di Emily avevano consolidato la sua determinazione. Sarebbe stata sua. Si era innamorato del suo coraggio tanti mesi prima, ma toccarlo con mano aveva messo i suoi sentimenti sotto una nuova luce. Emily e Annie Grant erano sue. Da nutrire, da proteggere e amare. Solo che loro ancora non lo sapevano.

Emily è un personaggio che merita una menzione speciale nella mia recensione.
Leggiamo spesso di madri disposte a fare di tutto per i propri figli, ma la disperazione che traspare dal suo personaggio, il bisogno di essere amata, arriva forte e chiaro. Vuole essere forte, la roccia per sua figlia, e lo è stata per sei anni, da sola. Si è ammazzata di lavoro, ha sacrificato se stessa per dare ad Annie una vita bella, felice e serena. Ora c’è Fletch, che vuole essere lì per lei, perché si è innamorato di entrambe. Emily ha paura, proteggere Annie è il suo primo pensiero, ma quando Fletch è determinato a farle capire che lui vuole solo loro, per la donna non c’è nessuna alternativa: fidarsi non è un’opzione, ma l’unica cosa che può fare. E volerli insieme, fare il tifo per questa famiglia, è naturale come respirare.

Salvare Emily è uno di quei libri che ti tiene incollato alle pagine dall’inizio alla fine. L’ho iniziato e, tranne per cenare, non sono riuscita a smettere di leggere fin quando non sono arrivata alla fine, non importava che fosse notte fonda, che fossi stanca e avessi sonno. Dovevo andare avanti nella lettura, scoprire come si sarebbe evoluta questa situazione con il ricattatore e… cosa avrebbero fatto i Delta scoperta la verità.
Susan Stoker ha creato una storia che racconta l’amore in ogni sua forma, quello puro e sincero, ma ha saputo amalgamarlo a situazioni da cardiopalma, capaci di farti trattenere il respiro e accelerare il battito cardiaco per l’ansia.
Spero di avervi convinto a leggere questa serie ma, se ancora siete titubanti, allora correte a scaricare l’estratto. Sono sicura che, una volta iniziata, per voi staccarvene sarà impossibile.

Salvare Rayne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *