SALLY, La strada del cuore

SALLY La strada del cuore di Francesca Pellegrino

SALLY, La strada del cuoreTitolo: SALLY, La strada del cuore

Serie: Stand Alone

Autore: Francesca Pellegrino

Genere: Contemporary romance

Tipo di finale: concluso

Narrazione:  Prima persona, POV alternati dei protagonisti (Sally e Dylan)

Data di pubblicazione: 10 luglio 2019

Editore: PubMe Editore – Collana Floreale

TRAMA:

“Devo starle lontano, lo so. Ma so che molto probabilmente non lo farò. E se toccherò quel corpo con le mie mani, e la sua anima con la mia, avrà luogo lo scontro più eccitante della mia vita.”

«Mi chiamo Sally O’Braian e questa è la mia storia.

Sono nata e cresciuta a Savannah nella contea di Hardin, nello stato del Tennesee.

Non ho mai pensato di abbandonare la mia città che, anche se un po’ retrò, mi ha sempre regalato sorrisi e soddisfazioni. Non mi sono mai pentita o sentita in difetto per quello che comportava essere una O’Braian.

Una famiglia semplice, di lavoratori e piena di valori, che gestisce da sempre il ristorante sulla Water St. Quello tutto in legno che fa i migliori hamburger di Savannah, e la squisita torta di nonna Jane. Quel ristorantino dove sembra di essere tutti una famiglia, dove trovi un sorriso sempre pronto a migliorarti la giornata.

Era gestito dal mio bisnonno, da mio nonno, da mio papà e un giorno sarà mio.

Fino a qui sembra tutto semplice, facile, ma all’improvviso quella che era la mia passione diventa tutta la mia vita, stravolgendola e eclissando quasi la vecchia.»

Una proposta, un trasferimento improvviso, una mostra, un incontro che sancirà un inizio di scontri.

Due occhi cielo contro due occhi mare, due caratteri forti e irruenti, due persone che non sono disposte a cedere nemmeno di fronte ad un bacio. Due persone che si fanno la guerra non sapendo per cosa ma disposti a tutto per vincere. Errori, litigi, promesse, sguardi. Una passione che sa di lotta e non di un amore semplice e puro. Due persone consapevoli di quello che sono e di quello che vogliono. Due Soli che brillano di luce propria e bruciano tutto ciò che gravita intorno a loro.

Gli amori non sono mai convenzionali ma Dylan e Sally sono tutto il contrario di ciò che ci si aspetta!

Ho intrapreso la lettura di Sally – La strada del cuore di Francesca Pellegrino, una domenica mattina, grigia e piovosa, e le sue pagine hanno donato varie sfumature di colore al resto della mia giornata.

Sally O’Braian, ha 25 anni, capelli castani e occhi come il mare; è una bella ragazza del Tennesee e vive a Savannah, con suo padre Jim e sua madre Mia. Lavora nel ristorante che appartiene da generazioni alla sua famiglia e che un giorno diventerà suo. Lei è felice, ama la sua routine, i suoi genitori ed i suoi amici, Romeo e Cindy. Nonostante il suo attaccamento alla famiglia, crescendo ha sentito la necessità di avere i suoi spazi e la sua indipendenza, tanto da investire i suoi risparmi in una piccola casa tutta per sé.

Le giornate di Sally sono ricche di impegni, perché, oltre al lavoro al ristorante, il suo tempo libero lo dedica alla sua più grande passione: la pittura. Le sue capacità artistiche sono già state premiate. I suoi primi quadri sono da subito stati apprezzati dagli appassionati d’arte ed è riuscita a venderne alcuni che aveva esposto in una galleria d’arte a New York.

Dipingere per lei è molto importante, perché nelle sue tele riesce ad esprimere se stessa, le sue emozioni, i suoi sogni e le sue speranze.

Durante la sua ultima mostra, nella prestigiosa galleria della Grande Mela, il direttore le fa una proposta di lavoro molto vantaggiosa che la vede costretta a trasferirsi nella grande metropoli, lasciare i suoi amati genitori e la sua accogliente e calda contea di Hardin ed, infine, il suo lavoro al ristorante.

Scegliere la strada giusta, per costruire al meglio il suo futuro non è facile, ma Sally è una giovane donna determinata, sicura di sé, coraggiosa e soprattutto possiede un grande talento che non può non essere coltivato.

«È vero, a Savannah ho lasciato tanto ma non è detto che anche qui io non

possa costruire la mia strada. Magari ci vorrà del tempo e sicuramente sacrifici,ma sono fiduciosa di questo cammino che mano a mano si sta formando ai miei piedi. E che piano piano sto iniziando a percorrere.»

Il percorso intrapreso da Sally, lineare ed illuminato dalle sua determinazione, ad un certo punto diventa tortuoso e pieno di impedimenti. Tutto ciò,  perché il destino ha deciso di metterle davanti un ostacolo indisponente, villano, scorbutico, maleducato, rozzo ma allo stesso tempo, bello, attraente e dalle divine capacità culinarie. Il suo “ostacolo” si chiama Dylan Morrison.

Dylan ha 27 anni, è un ragazzo attraente, occhi blu, capelli mossi e ribelli, barba incolta, labbra carnose e invitanti. È un bravissimo chef ed è proprietario un ristorante tutto suo, nonostante avesse la possibilità di andare a lavorare con suo padre nell’azienda di famiglia. È molto sicuro delle proprie capacità e vuole continuare a percorre la strada che ha intrapreso. Anche se questa è quella più in salita e con più ostacoli da superare.

Lui, vive da solo ma, spesso, si occupa della sua amata sorella minore, Brenda; soprattutto quando il loro padre è fuori per qualche viaggio di lavoro. La madre,  a causa di un malattia, è morta anni addietro, ed il vuoto che ha lasciato è molto profondo.

Dylan è indisponente ed irritante; con la sua sfrontatezza, cerca di mascherare le sue fragilità e cerca di esorcizzare il pericolo di sentirsi nuovamente abbandonato.

La dolce, sensibile e riflessiva Sally è costretta a mostrare a Dylan il  suo lato più battagliero. La guerra è inevitabile.

Sally non si piega, combatte, e spesso vince. Dylan non si ferma, attacca, e spesso ferisce.

«Lo odio quando fa così. Mi fa venire la voglia di prenderlo a sberle e di insultarlo nei peggiori dei modi».

Continui scontri, battibecchi e reciproche ripicche, forse celano qualcosa che va oltre l’apparente incompatibilità. Perché al cuore non si comanda e la razionalità, i calcoli e le statistiche, tutti i programmi del mondo, si azzerano di fronte alla potenza dirompente dei sentimenti.

«Non decidiamo noi a chi donare il cuore, Sally, ma è esso stesso a decidere che strada percorrere. E la strada del cuore, mia cara, non è sempre facile e dritta: molte volte ci fa imbattere in sofferenze e litigi; in altre, se si è abbastanza coraggiosi, ci permette di raggiungere quel traguardo che ci regalerà quel panorama.»

Dylan è consapevole del potere che ha Sally su di lui e questo lo spaventa e lo destabilizza.

«Devo starle lontano, lo so. Ma so che molto probabilmente non lo farò. E se toccherò quel corpo con le mie mani, e la sua anima con la mia, avrà luogo lo scontro più eccitante della mia vita.»

Allo stesso tempo è abbagliato da quella ragazza che ha il potere di entrargli dentro e  di illuminare il suo cuore, come una stella, anzi come la sua “stellina”.

«E Sally sorride, sorride e brilla, brilla e arriva a me… Come solo lei sa fare.»

Sally e Dylan sono accomunati da ciò che tutti noi dovremmo avere: la voglia di esplorare, scoprire e sperimentare. La determinazione e la forza di affrontare ogni ostacolo pur di realizzare i propri sogni.

Ma tra di loro esistono molte differenze. Difficili da accettare, impossibili da capire, ma comunque, indispensabili per rendere l’altro ciò che è. Diverso ma essenziale.

SALLY, La strada del cuore

Due opposti destinati ad incontrarsi, lungo il percorso della loro vita, e ad intraprendere la medesima strada del cuore.

Tra appetitosi piatti e affascinanti dipinti, Francesca Pellegrino ci rende partecipi di una vera e propria battaglia tra i protagonisti che appassiona fino all’ultimo morso (ed è il caso di specificare: proprio in tutti i sensi!).

SALLY, La strada del cuore è un libro che si legge velocemente, perché cattura ed intriga, tanto da non accorgersi di essere giunti, in un lampo, alla parola fine.

Un racconto ben strutturato ed una scrittura molto scorrevole. Un linguaggio, semplice, diretto e sapientemente modellato sui diversi protagonisti narranti.

Delicata e sognatrice, Sally. Diretto, sfrontato ed a volte sboccato, Dylan.

SALLY, La strada del cuore è una lettura leggera, ma non superficiale.

Francesca Pellegrino, infatti, attraverso i suoi personaggi, parla direttamente al lettore rivelando parte di sé.

Tra le pagine di questo romanzo ho potuto chiaramente percepire tutte le sue emozioni, il suo amore per l’arte, la cucina e per tutte le sfumature di colore che possono decorare ed abbellire la vita.

Del resto, proprio Francesca Pellegrino, scrive:

«Nessuno vede mai la bellezza di quel che possiede perché troppo occupato a lamentarsi di quello che non ha.».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *