Rubedo

Rubedo di Zoe Blac

Rubedo di Zoe Blac

RubedoTitolo: Rubedo
Autore: Zoe Blac
Serie:
 Anima di Cristallo #2
Genere:
Erotic Suspence (No Autoconclusivo)
Narrazione: Terza persona
Tipo di Finale:
Aperto (no cliffhanger)
Editing:
Molto buono
Data di pubblicazione: 13 Luglio 2020
Editore: Self Publishing
Trama:

Da quando Michelle ha lasciato l’Italia per trasferirsi a Londra la sua vita ha preso una piega inaspettata. La passione nata col tormentato Rush, rampollo della dinastia proprietaria dell’azienda per cui lavora, ha complicato i suoi programmi. Incapace di affrontare ciò che prova, Rush attira e allontana la donna, mentre suo cugino Paul, da sempre impegnato a impedire che l’eterno rivale abbia la meglio, prova a insidiare il suo legame complicato con l’italiana.

Proprio quando la sua relazione con Michelle pare assestarsi, Rush prova a emergere da un passato che l’ha segnato nel profondo e a prendere in mano il destino che gli ha imposto un ruolo alla guida della problematica azienda di famiglia. A controllare ogni sua mossa lo sguardo di Paul, che attende un suo passo falso e sembra mettere da parte le mire su Michelle. Ma qualcosa, d’improvviso, stravolgerà le vite di tutti loro. Cosa porterà questo ennesimo colpo nelle vite di Rush e Michelle, che hanno appena scoperto di non poter fare a meno uno dell’altra?

Temi Affrontati – Spoiler – Rubedo –

Inganni – Anaffettività

[riduci]

Copia ARC inviata gratuitamente da Zoe Blac in cambio di una recensione onesta e sincera

 

A sei mesi di distanza dall’uscita di Nigredo, torna, Zoe Blac con il secondo capitolo della trilogia Anima di cristallo intitolato Rubedo.

Pronte a tornare nella vita di Rush e Michelle e conoscere l’evoluzione della loro tormentata storia d’amore?

Mettetevi comode il seguito sta per arrivare.

Avvertenza: trattandosi del secondo capitolo di una trilogia, è indispensabile aver letto prima Nigredo, onde evitare spiacevoli spoiler.

Tutto ricomincia da dove avevamo lasciato i nostri protagonisti.

Ormai sono passati quasi tre mesi dall’arrivo di Michelle a Londra e la sua vita lavorativa va a gonfie vele.

Per quanto riguarda quella sentimentale non si può dire lo stesso. Rush è diventata sì una presenza costante tra le sue lenzuola ma, il tutto, si riduce solo ed esclusivamente a quello: uno scambio di fluidi corporei senza alcun coinvolgimento.

Mentre lei, Michelle, è quasi stanca di questo.

Non che lo disdegni sia chiaro, ma con il passare del tempo, si è resa conto che il suo cuore, dopo il tradimento subito in Italia, ha forse ricominciato a battere di nuovo.

Comunicarlo al bell’ Anderson è fuori discussione, lui, non è in grado di amare, non lo è mai stato e odia le complicazioni.

Rush odia le donne bugiarde, insicure ma soprattutto, quello che odia più di loro è quella loro necessità di desiderare di più, il volersi impegnare per costruire qualcosa che non avrà alcun futuro.

«Stiamo bene, è speciale, ma deve restare semplice. Senza impegni da parte di nessuno dei due!» «Non ho particolari aspettative. Sto bene con te. Tutto qui, solo questo, credimi. È forse un problema?» Lui raddrizzò il capo e la fissò, indagatore. «No, non lo è, affatto… Mi sei mancata anche tu, te l’ho già detto. Ma penso che ci sia anche dell’altro che non mi vuoi dire.» Michelle si spostò con un movimento rapido e lo gelò. «Be’, ti sbagli.»

Non ha particolari aspettative se non del semplice e appagante sesso.

«Immaginavo che sapessi muoverti così.» «Così come?» chiese, tornando a osservarla. «Balli proprio come scopi.» «E sentiamo, italiana, come scopo?» chiese, intrappolando con una sola mano entrambi i polsi esili alla base della sua schiena. «Come se non avessi fatto altro per tutta la vita.»

Ma qualcosa sta per cambiare.

La necessità di averla sempre al suo fianco è inevitabile, inizia a provare gelosia per quell’italiana sexy e tutta curve che, in brevissimo tempo, al fianco del cugino Paul, che tanto odia, ha scalato le vette della società di proprietà della sua famiglia.

Starle vicino ridona nuova linfa vitale alla sua esistenza, gli illumina le sue giornate fino quel momento troppo scure e il sesso con lei è favoloso.

Mai nessuna prima d’ora gli aveva fatto provare tali sensazioni.

Come mai quella donna avesse la capacità di annientare la sua volontà. Chi sei davvero? Era una autentica dicotomia. Schiva e scaltra pianificatrice, capace di farlo cadere in trappola, oppure affascinante spirito libero che insegue la marea e non teme i fiotti di onde maestose? In entrambi i casi era deleteria, lei e quel suo viso pulito di madonna preraffaellita che non gli facevano più fare sogni tranquilli da un bel pezzo. Non si era mai imbattuto in qualcuno che avesse così tanto potere sulla sua felicità, e ciò lo terrorizzava oltre a farlo incazzare. Maledizione, l’idea di faticare persino a ricordarmi un’altra donna dovrebbe convincerti che ci sei solo tu!

L’esigenza di averla, di possederla, di sentire il suo stesso odore, solo per sé, per il proprio piacere personale e di nessun’altro è diventato qualcosa di “sicuro”.

Sì, Michelle per lui è diventata il suo porto sicuro.

Arriverà a farle delle confidenze che a nessuno aveva mai fatto.

Mostrerà le sue debolezze e paure, donerà, quella parte di sé stesso che da anni, forse da tutta la vita, credeva di avere sepolto negli anfratti del suo muscolo palpitante.

E Michelle farà lo stesso con lui.

Si aprirà, e racconterà lui, il segreto che ha reso la sua vita arida e infeconda.

Sarà amore quello che Rush sta iniziando a provare?

Come reagirà di fronte alla consapevolezza di avere anche lui un cuore?

Scapperà, lo affiderà alle curate mani di Michelle o lo ricoprirà con strati e strati di menefreghismo, cinismo e noncuranza?

Per scoprirlo dovrete solo leggere tra le righe, lungo le pagine di Rubedo.

Rubedo

Anche in questo secondo capitolo lo stile, delicato, a tratti poetico, ma al tempo stesso deciso di Zoe Blac lascia il suo segno.

Rubedo è un canto d’Amore tra due esseri fin troppo imperfetti, una poesia romantica che contiene tra le sue strofe una passione sconvolgente e fortemente seducente.

Rush e Michelle sono il fuoco e la paglia che inevitabilmente, accostati l’uno all’altra, sono costretti ad ardere; la passione tra di loro è accecante, dirompente, potente e deflagrante.

I loro continui “concatenarsi di corpi”, dalla penna di Zoe, appaiono come un’intima danza fatta di gemiti, urla e sussurri ben cadenzati.

Rush non domandava nulla che non fossero carne, sangue e battiti impazziti. Michelle deglutì i suoi segreti e si concentrò sul piacere che tornava a pungolarla, confondendo le acque del suo cuore in tempesta. Lava sgorgò dai loro corpi che si allacciarono stretti, sparendo l’uno nell’altro, e un uragano di sensazioni la investì quando il getto bollente le si riversò dentro, dono liberatorio e oscuro. In quell’istante, udì nella sua testa l’eco di quelle parole imponenti, eppure, così cristalline che doveva tener celate anche a se stessa. Ogni attimo con quell’uomo urlava la propria forza catartica e un vortice di piena consapevolezza le premeva sul petto.

 

Non farlo. Non devi innamorarti!

La sua maestria nelle descrizioni è sorprendente, appassionante e molto molto appagante, senza mai cadere nella facile volgarità.

Da questo ne deriva, la delicatezza sopracitata in precedenza, nonostante, Rubedo, sia un Erotic Suspence, lo stile linguistico utilizzato è gradevole, fine, morbido e sensuale ma mai scurrile o inappropriato, se non al fine dell’atto stesso che i due protagonisti stanno compiendo.

«Vorrei che non fosse così complicato, davvero» ammise lei. «Non lo è. Torna con me.» «No. Non voglio avere così bisogno di te.» «Perché?» «Perché non posso averti. Nessuno può. E io ho bisogno di tutto: non sei niente per me, se non vuoi provare a essere tutto.»

Dicevamo che è un Erotic Suspence, tralasciando la nota Erotica, la parte Suspence è solo un lieve accenno, i due protagonisti si troveranno ad avere a che fare con un antagonista malsano, dipendente, sadico e determinato a spodestare Rush dal suo trono e a conquistare le grazie della sua bella Made in Italy.

Ci riuscirà?

Cosa dovremo affrontare tra le pagine di Albedo – ultimo capitolo della trilogia -?

Molte domande attendono ancora delle risposte, mille dubbi e infinite emozioni ancora dovranno essere provate, quel che posso solo dirvi è che non vedo l’ora di leggere questo capitolo finale che donerà chiarezza e refrigerio a queste torride giornate estive.

Secondo voi dovrei consigliarvelo?

  • Amate lo stile di Zoe Blac.
  • Avete letto Nigredo e siete curiose di conoscere l’evoluzione della storia tra Rush e Michelle e la crescita dei loro sentimenti.
  • Nello scorso Blog Tour – cliccate qui sopra per accedervi – avete letto la presentazione di personaggi a voi sconosciuti che, in questo secondo capitolo, avrete modo di conoscere.

Per questi e mille altri motivi non posso non consigliarvi la lettura di Rubero.

Non sono uno che conosce il significato dell’amore, ma vorrei offrirti tutto me stesso e scoprire se sono capace di imparare cosa significa.

Io l’ho amato.
Buona Lettura.
Un Beso
Karmen

La storia che volevamo

Clicca sul titolo per leggere la mia recensione di Nigredo

Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca qui sotto sui nostri link!
Tu non spendi un centesimo in più, ma aiuti noi a crescere e ci dai la possibilità di mettere in palio i cartacei nei giveaway nel rispetto della legge! Grazie!
Link per l’acquisto Nigredo: https://amzn.to/2OfGcYT
Link per l’acquisto Rubedo: https://amzn.to/3iQ11IJ

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *