Quando tutto il mondo dorme

Quando tutto il mondo dorme di J.A. Rock & Lisa Henry

Quando tutto il mondo dormeTitolo: Quando tutto il mondo dorme
Serie: Stand Alone
Autore: J.A. Rock & Lisa Henry
Titolo originale: When All the World Sleeps
Genere: Contemporary Romance, LGBTQ, BDSM, Gay Romance
Narrazione: Terza persona
Pagine: 418
Tipo di finale: Concluso
Data di pubblicazione: 28 Aprile 2017
Editore: Triskell Edizioni
Trama: Daniel Whitlock è terrorizzato all’idea di addormentarsi. E non senza motivo: è sonnambulo, e non ha coscienza o memoria delle proprie azioni. Incluso l’aver incendiato la casa di Kenny Cooper, con lui dentro, dopo che Kenny lo ha pestato brutalmente solo perché gay. Tornato nella piccola cittadina di Logan dopo aver scontato la sua pena in carcere, Daniel si isola in una casa nel bosco e ogni sera si incatena al letto.

Come gli altri abitanti di Logan, il poliziotto Joe Belman non crede all’assurda linea difensiva di Daniel. Ma dopo averlo salvato da un incendio di rappresaglia, scopre che il giovane potrebbe non essere quello che tutti pensano, ovvero un assassino, un bugiardo, un pazzo drogato. Bel si impegna a tenere sotto controllo Daniel ogni notte, per il bene della popolazione. Lo trova affascinante, ma cerca di ignorare questi sentimenti. Eppure, a mano a mano che Bel viene attirato nel mondo oscuro di Daniel, scopre che gli piace avere il controllo. E abbandonarsi a Bel dona a Daniel la sola pace che abbia mai conosciuto. Ma i demoni non lo lasciano stare, e avrà bisogno che il poliziotto li uccida una volta per tutte. Sempre che lui sia disposto a rischiare ogni cosa per stare al suo fianco.

Accidenti, da dove partire con questa recensione… questa volta, è molto difficile riuscire a trovare le parole adatte e descrivere tutto ciò che questo libro mi ha fatto provare. Il romanzo in questione è Quando tutto il mondo dorme, scritto a quattro mani da J.A. Rock & Lisa Henry e pubblicato dalla Triskell Edizioni.

Attenzione: questo romanzo contiene delle scene davvero molto forti, non solo di BDSM, ma anche di autolesionismo e atti di violenza estrema in generale, perciò ne consiglio la lettura ad un pubblico consapevole dei temi affrontati.
Inizio dal principio: Daniel Whitlock soffre di sonnambulismo, è un uomo gay che non nasconde la propria sessualità e che ha scontato una condanna per aver commesso un omicidio. Lui non era cosciente mentre dava alle fiamme la casa di Kenny Cooper, l’uomo che lo ha brutalmente pestato a sangue solo perché omosessuale.

Il sonnambulismo è una situazione complicata da comprendere, e solo i medici e le persone che sono riuscite a infliggergli una pena minore, hanno capito che Daniel era sincero e veramente non ricordava quanto accaduto la notte dell’omicidio, proprio perché non cosciente di quello che stava facendo. Ma naturalmente, non è ciò che il resto della cittadina di Logan pensa, e ovviamente un luogo piccolo e di mentalità chiusa non si sforza nemmeno di capire.

I cittadini non hanno dimenticato quanto accadde a Kenny Cooper e non esitano a farglielo notare con le loro occhiatacce, insulti o minacce quando Daniel si reca in città. Per loro, Daniel non è altro che un pazzoide, un tossico, un malato di mente e di certo, non concordano sullo sconto della sua pena. Ancor di più, non sopportano che viva ancora in quella stessa città: nessuno ha intenzione di dimenticare la sua azione e provare a capire l’uomo che ne paga tutte le conseguenze.

Sonnambulismo. Seriamente? Come se Whitlock fosse una specie di zombie che vagava in giro mangiando il cervello alla gente per poi svegliarsi il giorno dopo senza ricordarsi niente. Come no, quella era roba da film. Più plausibile che fosse un drogato di metanfetamine che avrebbe detto qualsiasi cosa per salvarsi le chiappe. 

Daniel sa bene di essere sonnambulo e, da quando è tornato a Logan, si è isolato in una baita fra i boschi. Ogni volta che si addormenta, sa che potrebbe commettere qualcosa di orribile e cosa ancor più difficile da comprendere, non ricorda assolutamente nulla. È come se nel suo corpo vivesse una persona totalmente differente: disinibita, sfacciata, provocante e a volte… pericolosa, per se stesso e per gli altri.
Il completo opposto del vero Daniel, quello che cerca di rimanere sveglio utilizzando qualsiasi mezzo, anche non lecito e a volte davvero estremo, pur di non dormire e rivivere quegli incubi che lo tormentano. Quelle poche ore di sonno che riesce a concedersi, sono solo grazie all’aiuto di manette e lucchetti che gli impediscono in qualche modo di liberarsi, uscire di casa… e compiere azioni sgradevoli.

Ma quando una sera scoppia un incendio alla baita di Daniel, l’agente Joe Belman, nonostante la reputazione di Whitlock, non esita un solo istante e corre in casa a salvare il ragazzo. Joe Belman, oppure Bel per gli amici, comincia poco alla volta a pensare che la tesi del sonnambulismo, non è poi così irreale. Con il tempo, Bel e Daniel, iniziano ad avvicinarsi. Bel vuole trovare un modo per aiutare Whitlock, ma Daniel ha un passato davvero difficile e oscuro.
La sua vita è un vero casino e quando l’agente inizia a interessarsi a lui, Whitlock fatica a credere che tutto ciò sia reale. Spesso si chiede se sta solo dormendo e tutto quello non sta accadendo veramente. Riuscirà l’agente Belman ad aiutare l’uomo che gli è entrato sotto pelle tanto in fretta? Daniel riuscirà a sconfiggere i suoi demoni e a trovare un equilibrio nella sua vita?

Cari Colours, Quando tutto il mondo dorme è un romanzo tosto, complicato, coinvolgente e lacerante. Mi ha davvero spezzato il cuore, eppure, ho trovato anche un sacco di dolcezza e ho percepito l’amore crescere in ogni singola pagina, dalla prima all’ultima. È un cammino tortuoso e difficile, soprattutto per Daniel, che ha sofferto davvero troppo e che dalla vita ha solo preso calci nel didietro.

Non capisci. Tu non sei normale. L’uomo che ami ha appena passato a notte seduto in una poltrona a guardarti, invece che steso accanto a te, perché… Perché…
«Sei un cazzo di svitato.»

Durante la lettura di Quando tutto il mondo dorme ho provato una marea di emozioni. Mi sono commossa, mi sono sentita agitata e avrei tanto voluto essere parte della storia per poter proteggere Daniel da tutto il male che lo circonda. Nonostante l’atto commesso, lui ha scontato ben più della punizione in carcere ed è solo grazie al lento crescere della fiducia in Belman che comprende di poter essere migliore e di volerci riuscire.

Per loro due, per ciò che li lega e per l’amore. Whitlock è un combattente e non si arrende di fronte a nulla, ma la vita a volte può essere davvero dura. Lui è costretto a provare sulla propria pelle quanto le persone possono essere malvagie e vendicative, e la cosa che mi ha fatto arrabbiare di più è l’ignoranza. Leggere di come le persone continuino a voler trascurare la verità, basandosi invece solamente sulle dicerie, è stato una sofferenza continua.

Quando tutto il mondo dorme è davvero intenso, in alcuni punti molto estremo, e ho provato un gran dolore e dispiacere per Daniel. Ho adorato Joe Belman e soprattutto ho amato leggere tra le pagine la loro crescita: sia dei loro sentimenti, sia la loro maturazione come coppia. È struggente, emozionante, in alcuni momenti davvero doloroso, e ho provato una grande empatia per Daniel. Eppure, con l’avanzare della storia, diventa dolce, passionale, quasi romantico, anche se i momenti tristi e sofferenti non mancano. Ricordo anche che è un libro contemporaneo LGBTQ con scene di sesso BDSM.

Consiglio la lettura di Quando tutto il mondo dorme a chiunque voglia affrontare un romanzo molto corposo, intenso e davvero complicato. Di nuovo, deve essere una lettura consapevole dei temi affrontanti al suo interno, devo dire in modo eccellente da J.A. Rock & Lisa Henry. Bel è davvero unico, così come Daniel, e insieme hanno una lunga strada tortuosa da percorrere verso il lieto fine. Ma l’amore può superare ogni cosa, non lo pensate anche voi?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *