Quando Cupido tira le frecce

Quando Cupido tira le frecce (ma anche brutti scherzi!) di Tiziana Pagano

Quando Cupido tira le frecce

Titolo: Quando Cupido tira le frecce (ma anche brutti scherzi!)
Serie:  Stand Alone, autoconclusivo
Autore: Tiziana Pagano
Genere:  Contemporary Romance
Tipo di finale: chiuso
Narrazione: terza persona
Numero di pagine: 274
Data di pubblicazione:  7 maggio 2020
Editore: Self Publishing
TRAMA:
A chi di noi, dopo la fine di una relazione, non è capitato di sbraitare contro Cupido, il dio dell’Amore, incolpandolo di tutte le nostre disgrazie? Si diverte a scagliare frecce per farci innamorare ma spesso, per capriccio o per distrazione, manca l’altro bersaglio (o centra un caso umano!) facendoci soffrire le pene dell’inferno.

Sarà proprio lui a tessere la trama di due grandi storie, una del presente e una del passato. Lucrezia, giovane Storica e scrittrice, ha un ottimo rapporto con l’ex marito, Roberto: i due ritorneranno insieme o ad avere la meglio sarà Riccardo, l’affascinante produttore di vini francese? Riccardo la ingaggia per un’entusiasmante indagine storica che vede protagonista il suo antenato, il Duca Francois Dumont, giustiziato per volontà del Re Luigi XVI il 13 luglio 1789, alla vigilia della presa della Bastiglia: una lettera, ritrovata in un vecchio baule di famiglia, getta un velo di mistero che avrà risvolti inaspettati e svelerà oscuri tradimenti!

Ci catapulteremo così nel passato, alla Corte di Francia, con i primi moti della Rivoluzione a farle da cornice. È qui che nasce l’Amore tra Isabelle (fiera sostenitrice delle idee illuministe e dell’emancipazione femminile) e Francois (amante gentiluomo) tra intrighi, cospirazioni e inganni di corte che tracceranno le loro sorti. Ognuno imparerà dai propri errori e dal proprio vissuto, ma a quale prezzo? Chi ha sempre tenuto l’Amore alla larga, dovrà ricredersi e accettarne gioie e dolori; chi ha tradito, conviverà con questo peso sulla coscienza fino alla fine dei suoi giorni. Ai lettori, la scelta di incamminarsi o meno in questo viaggio nel tempo, tra forti emozioni e buffi imprevisti.

Ho letto Quando Cupido tira le frecce (ma fa anche brutti scherzi!) di Tiziana Pagano e adesso vi svelo tutto quello che troverete tra le sue pagine

Riccardo Dumont è un ricco viticoltore francese, proprietario di una tenuta a Bordeaux, da generazioni di proprietà della sua famiglia. Durante il regno di Luigi XVI, ed esattamente il giorno prima della presa della Bastiglia, un suo antenato, François Dumont è stato condannato a morte con l’accusa di truffa ai danni del regno e la sua famiglia, è stata privata del titolo nobiliare e di ogni bene. 

Riccardo ha ritrovato dei documenti che provano l’innocenza del suo avo e che rendono piuttosto evidente che all’epoca, qualcuno, l’aveva voluto incastrare. Adesso egli ha tutte le intenzioni di scoprire chi è stato e vuole cercare di riscattare il buon nome dei Dumont.

In verità lui faceva parte di un gruppo di nobili che avevano intenzione di unirsi ai rivoluzionari per porre fine al regno di Luigi XVI, che ormai aveva ridotto alla fame e alla povertà il suo popolo.

La ricerca della verità porta Riccardo in Italia, con lo scopo di coinvolgere nelle sue indagini Lucrezia Valenti, una scrittrice, esperta in ricerche storiche di cui ha sentito parlare molto bene.

Lucrezia è una donna che ama molto il suo lavoro. Ha una figlia di sei anni di nome Marta ed un ex marito, Roberto, con il quale ha mantenuto un bellissimo rapporto d’affetto.

Il loro matrimonio è finito di comune accordo quando si sono resi conto di non essere più attratti l’uno dall’altra.

Ma il loro modo di interagire lascia pensare che forse il loro legame non è del tutto finito.

«Si abbracciarono forte. Chiunque li avesse visti dall’esterno, avrebbe scommesso che quelli erano due innamorati che non riuscivano a fare a meno l’uno dell’altra e, in fondo, non si sarebbe sbagliato. L’Amore ha tante forme, troppe per ridurle alla sola amicizia o all’amore di coppia. Ne esistono di tante sfumature, è impossibile definirle tutte. Ma poi, perché farlo? Perché ridurre un sentimento ad un insieme di parole?» 

Quando incontra Riccardo, incuriosita dalla sua storia decide di seguirlo in Francia per aiutarlo a scoprire la verità ma non immagina che Cupido è pronto per accompagnarli in questo viaggio. 

«…la freccia di Cupido è già partita. Certo, si spera che colpisca entrambi e non solo uno dei due!» 

Quando Cupido tira le frecceInizia così un viaggio che porta tutti i personaggi della storia a una riflessione su ciò che veramente desidera il proprio cuore.

«“Accanto a te, le salite sono in discesa e ogni voragine diventa un ostacolo da saltare, insieme, mano nella mano.” – “E se al cuore fosse concesso di riconoscere l’anima gemella, anche tra mille altre anime, il mio non potrebbe che guidarmi tra le tue braccia!”»

I capitoli che riguardano l’evoluzione dei fatti al presente vengono alternati a capitoli che raccontano ciò che accadde tra il 1788 ed il 1789 e che hanno come protagonisti François Dumont ed Isabelle Stevens, la bella rivoluzionaria che farà perdere la testa all’antenato di Riccardo.

«Durante tutto quel tempo, oltre a rafforzarsi sempre più il pensiero che la nazione andasse liberata e consegnata al popolo, crebbe anche il sentimento tra Isabelle e Francois.

Purtroppo non sono rimasta molto coinvolta da questa lettura. Non sono entrata in sintonia con nessuno dei personaggi. I loro pensieri e le loro sensazioni vengono descritti e raccontati ma non sono riuscita a sentirli. 

Invece, ho apprezzato molto la parte storica ed i relativi approfondimenti, meno la parte contemporary in cui gli sviluppi delle vicende hanno tempistiche piuttosto inverosimili.

Inoltre durante la narrazione, che avviene in terza persona, la voce narrante si rivolge più volte direttamente al lettore, distogliendo l’attenzione dal flusso della storia per comunicare pensieri e deduzioni che invece dovrebbero sorgere spontaneamente in chi sta leggendo senza il bisogno di un intervento diretto da parte dell’autore.

«Si, care donne, sono convinta che anche gli uomini si facciano prendere dal panico in certe occasioni!» 

Altrimenti il rischio è di spiazzare e confondere perché non si ha più ben chiaro che genere di lettura si ha di fronte.

Quando cupido tira le frecce (ma fa anche brutti scherzi!) è comunque una lettura piacevole e scorrevole che può regalare qualche momento di evasione.

 

 

 

 

 

Link per l’acquisto: Quando Cupido tira le frecce (ma anche brutti scherzi!) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *