Ogni cosa può cambiare

Ogni cosa può cambiare di Jill Mansell

Ogni cosa può cambiare

Titolo: Ogni cosa può cambiare

Serie: Stand Alone, autoconclusivo

Autore: Jill Mansell

Genere: Narrativa

Tipo di finale: Chiuso

Narrazione:  terza persona 

Data di pubblicazione: 21 maggio 2020

Editore: Leggereditore

Link per l’acquisto: https://amzn.to/2Tep4G1

Trama:

Da un lato, se Essie non avesse scritto quella lettera – quella che solo la sua migliore amica doveva vedere – allora sarebbe ancora una vera e propria adulta: all’ombra di Paul, in una vita perfetta nel suo perfetto cottage, forse organizzando anche il loro perfetto matrimonio…

D’altra parte, se i suoi veri sentimenti non avessero preso d’assalto internet per errore, non si sarebbe trasferita in una mansarda, non avrebbe mai incontrato Conor o conosciuto Lucas…

E non si sarebbe mai innamorata di qualcuno di cui non avrebbe mai dovuto innamorarsi…

Essie Phillips aveva tutto quello che poteva desiderare dalla vita, e allora perché si è messa nei pasticci? Non dicono che tutto quello che luccica è oro, giusto?

Il nuovo romanzo di un’autrice che sa deliziare le sue lettrici alternando gioia e commozione, come solo il battito del cuore sa fare. Una lettura che cattura e non ti lascerà neanche dopo l’ultima pagina.

Copia ARC inviata gratuitamente dalla CE  in cambio di una recensione onesta e sincera.

Sono felice di partecipare a questo Review Party, targato Leggereditore, organizzato dalla super Raffaella De, per la nuova uscita di Ogni cosa può cambiare di Jill Mansell.

Questo romanzo parla dell’attimo. Quello decisivo, quello fuggente, quello perso e spesso inaspettato.

Ed è proprio in quell’attimo che Ogni cosa può cambiare.

Le storie dei personaggi di questo libro possono essere tranquillamente quelle di tutti noi.

Un istante, un evento imprevisto può essere capace di cambiare tutto.

I percorsi intrapresi, possono ad un certo punto cambiare traiettoria e portare a traguardi inattesi.

Un attimo e tutto si trasforma. Le priorità diventano altre, il presente ed il futuro assumono sfumature diverse e la vita si colora di speranza e si materializza la possibilità di essere felici.

I protagonisti di questa storia stanno vivendo i giorni che precedono il Natale. Il periodo più magico dell’anno e che solitamente porta a fare un bilancio più dettagliato della propria esistenza.

Tutte le persone che conosceremo tra le pagine di Ogni cosa può cambiare, sono destinate ad incontrarsi, a diventare un punto di riferimento importante gli uni per gli altri. Ma le dinamiche di come tutto questo avviene deve essere scoperto solo leggendo il libro, quindi vi anticiperò solo qualcosina.

Essie Phillips vive a Bath e attorno a lei ruotano le vicende di tutti gli altri personaggi.

Lei è costretta da “un incidente di percorso” a vivere un repentino cambiamento. Si trova a doversi trasferire in un nuovo appartamento, a lasciarsi con il suo futuro marito e a cercare un nuovo lavoro.

Essie, aiutata dalla sua migliore amica Scarlett, ormai, rassegnata all’evidenza che in un attimo Ogni cosa può cambiare, affronta con coraggio la sua nuova situazione. 

«Era arrivato il momento di farsi coraggio e accettare che la vita stava per cambiare. In modo piuttosto drammatico.»

Ancora, però, non sa che l’istante negativo, che ha distrutto tutto ciò che aveva costruito per sé stessa, è destinato a trasformarsi in qualcosa di positivo. Quella situazione inaspettata le consentirà di cambiare, di conoscere nuove persone e di riscoprire l’importanza di vivere di non rinunciare a ciò che possa renderla veramente appagata e felice.

Essie, conoscerà Zillah Walsh e tramite lei anche Connor McCauley e Lucas Brook

«A volte incontri qualcuno– per qualche minuto, o forse per un paio d’ore– e sai che te ne ricorderai per il resto della tua vita.»

Zillah è l’affittuaria degli appartamenti in un edificio in Percival Square. L’anziana e stilosa signora di ottantatré anni, ha diversi matrimoni alle spalle, e adesso occupa il tempo che le è rimasto cercando di realizzare i desideri dei più sfortunati.

Connor è un suo inquilino, che dopo un episodio significativo, ha deciso di cambiare vita. Oltre a coltivare la sua passione per il giardinaggio, aiuta Zillah nella sua missione. Con la sua macchina fotografica ha il compito di rendere eterni i momenti di felicità delle persone che vedono esaudirsi il loro desiderio. Ma le sue foto sono anche abbastanza note ed apprezzate per la sua capacità di catturare la meraviglia nei volti di chi passa sotto il suo obiettivo e di rendere speciali attimi di vita. 

Lucas è il proprietario del Red House, il pub vicino casa di Zillah, ma anche il luogo dove il destino di molte persone trova, magicamente, un punto d’incontro.

Ogni cosa può cambiare

Ognuno di loro diventerà un protagonista di Ogni cosa può cambiare, perché quell’attimo che ha stravolto la vita di Essie è destinato a influenzare, in un modo o in un altro anche le loro vite. 

«“Penso sia solo la vita. Le cose accadono dal nulla e ti tolgono il respiro. All’improvviso tutto è diverso e il tuo futuro sta andando fuori pista.”»

Ogni personaggio, in questa storia è straordinario con i propri difetti, i propri limiti e le proprie paure. La loro attenta e particolare caratterizzazione renderà impossibile non affezionarsi a loro.

Si viene trascinati dall’evoluzione di nuovi rapporti, nuovi amori e dalla scoperta di inaspettati ed imprevedibili collegamenti tra fatti apparentemente scollegati.

Un filo invisibile che darà luogo ad una fitta e meravigliosa ragnatela.

Jill Mansell, con uno stile fluido, leggero ma molto coinvolgente, ci mostra come il cambiamento può diventare un’opportunità.

Ci fa riflettere su quanto, il non accontentarsi, possa portare alla felicità.

Tutti abbiamo diritto ad un lieto fine. Basta anche la realizzazione di un solo desiderio per essere felici. Anche un singolo attimo, un istante magico, come quelli che un bravo fotografo può rendere eterno.

Un attimo che può essere in grado di oscurare le sofferenze e le ingiustizie di una vita.

Ogni cosa può cambiare, in meglio. Ma solo se permettiamo al nostro cuore di accettare che questo accada.

Un libro che conquista di diritto un posticino nel cuore del lettore. 

«Chi l’avrebbe mai detto. Non c’era nient’altro da fare: doveva cogliere l’attimo.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *