L’angelo con la pistola

L’angelo con la pistola di Rita Mariconda

L’angelo con la pistola

Titolo: L’angelo con la pistola
Serie:  Stand Alone, Autoconclusivo
Autore: Rita Mariconda
Genere: Contemporary romance
Tipo di finale: Chiuso
Narrazione: terza persona
Data di pubblicazione: 19  febbraio 2020
Editore: Queen Edizioni
TRAMA
Angelica Mari ha vissuto per quasi tutta la sua vita in fuga. In fuga da un passato che la tormenta, da un segreto che mette a rischio la sua stessa vita. Si è lasciata la sua vera identità alle spalle tanto tempo prima, e adesso si nasconde dietro le pagine dei suoi stessi libri, che costituiscono la sua unica via di fuga da una realtà spietata.

Sean Campbell, primogenito di una casata nobile scozzese, ha il futuro scritto fin da quando è nato: ereditare il ducato di famiglia e farsi carico di tutte le responsabilità che quel titolo implica. Ma Sean non vuole stare al gioco. Rifiuta il ducato, diventa il capitano della SAS britannica e lavora come agente sotto copertura per il suo Paese.

La vita di entrambi cambia quando, per uno strano scherzo del destino, Sean e Angelica si incontrano. Quasi tutti i segreti verranno a galla, la vita di Angelica sarà di nuovo in pericolo, e l’unico che potrà salvarla, nascondendola nel suo lussuoso castello, sarà proprio Sean. Lui la proteggerà, a tutti i costi, ma ha una regola: non deve, per nessun motivo, innamorarsi di lei.

Copia ARC inviata gratuitamente dalla CE  in cambio di una recensione onesta e sincera.

L'angelo con la pistola

L’angelo con la pistola di Rita Mariconda, potrei definirlo da bollino verde perché è un romanzo in grado di allietare proprio tutti. Infatti, al pari di una fiaba, di quelle che piacciono ai bambini e che continuano ad emozionare anche gli adulti, riesce a regalare sorrisi, sogni e speranze. 

Come ogni favola che si rispetti ci sono i bravi, i cattivi, i nobili, i passaggi segreti, gli amici animali, la nonna eroina, la tenuta nobiliare ed il maestoso destriero. 

Ma ciò che rende unico e particolare L’angelo con la pistola sono i suoi stravaganti protagonisti: Sean Campbell e Angelica Mari

Due personaggi affascinanti e singolari che, in questa allegra favola moderna, non rispecchiano per niente le caratteristiche convenzionali.

Sean, non è un vero principe azzurro. Certo, osservando la sua prestanza fisica e la sua bellezza, si potrebbe definirlo tale. Ma, in realtà, è un duca scozzese, restio a ricoprire gli obblighi imposti dalla sua casata. Lui, pur di non sottostare al Diktat nobiliare, ha deciso di arruolarsi nelle forze armate, diventando, presto, il capitano dei servizi segreti britannici. 

«Era un duca, ma non aveva alcuna intenzione di accettare il suo titolo nobiliare e osservare tutte quelle regole per lui obsolete, fare un matrimonio combinato, entrare in politica, occupare un seggio in Parlamento e soprattutto occuparsi delle distillerie e dei birrifici di loro proprietà. »

Lui, presuntuoso ed egocentrico, si crede forte, indipendente e sicuro di sé. Ma le sue certezze sono destinate a crollare sulla carrozza di un treno diretto a Roma dove, il destino, lo mette di fronte proprio a L’angelo con la pistola.

«Occhi grandi del colore del mare d’estate, capelli lunghi, ricci, neri come la notte e sempre spettinati, pelle bianchissima, e sul nasino all’insù erano appoggiati degli occhiali grandi che puntualmente le scivolavano.»

Angelica, di nome e di fatto, non è la classica donzella bisognosa d’aiuto o che aspetta di essere salvata da un bel cavaliere. Lei non avrebbe mai mangiato la mela come Biancaneve perché ha la capacità di fiutare l’inganno e la cattiveria da lontano. Allo stesso modo, non si sarebbe mai sottomessa, come Cenerentola, alla matrigna e alle sue sorellastre, perché  è determinata e caparbia. 

Sean, rimane subito affascinato dal suo viso angelico, dalla sua pura e genuina bellezza e dalla sua stravaganza: cieca come una talpa, infatti, nasconde la propria arguta intelligenza dietro i suoi spessi occhiali.

«No, ho prima bisogno di sapere chi è veramente, quella bugiarda con il suo bel visino angelico.»

Angelica, abituata sin da piccola a cavarsela da sola è diventata un’attenta osservatrice e, a differenza di Sean, è veramente forte, indipendente e sicura di sé. 

Lei è una scrittrice ed il suo ultimo romanzo intitolato L’angelo con la pistola, pubblicato sotto pseudonimo, sta riscuotendo un grande consenso e con questo, spera che, il successo letterario le permetta di superare le ultime difficoltà e, quindi, di assaporare, finalmente, la tanto agognata libertà.

«Indietro non sarebbe tornata mai più, e se fosse riuscita a mantenere l’anonimato ce l’avrebbe sicuramente fatta. Sorrise fra sé.»

Purtroppo, però, l’incontro con l’affascinante Sean e la sua curiosità, viene portata allo scoperto la vera identità di Angelica rendendola così, un facile bersaglio. Il tanto desiderato inizio della sua nuova vita si trasforma in un viaggio verso la fine. Tutti i sacrifici fatti per fuggire da chi le vuole farle del male, vengono resi vani. 

Sean, anche se da sempre evita di farsi carico delle proprie responsabilità e di vincolare la propria esistenza alle necessità altrui, si sente obbligato ad aiutarla e viene così coinvolto nella complicata vita di Angelica.

Nel disperato tentativo di farle ottenere una via di fuga che le permetta di continuare  a vivere, prende la decisione di portarla in Scozia, presso la tenuta ducale, al cospetto dell’intera famiglia Campbell.

«Una parte di lei voleva fidarsi di lui, le sue promesse erano allettanti, ma la vita le aveva insegnato a fidarsi solo di sé stessa, contare sugli altri non era contemplato.»

Sean, non si dimostra all’altezza dei suoi nobili propositi ed anzi, per lei, inizieranno tanti tanti guai e più volte la sua vita sarà messa in serio pericolo.

Angelica, invece, con la sua forte personalità ed il suo grande cuore regalerà ad ogni membro della famiglia di Sean allegria, speranza e amore.

Ogni fittizia certezza lascerà il posto a nuove prese di coscienza.

Ma il cuore dei protagonisti abbandonerà ogni remora per aprirsi all’amore?

L'angelo con la pistola

Leggere L’angelo con la pistola, vi permetterà di sapere ogni esilarante dettaglio dei singoli personaggi e dell’avventura dei protagonisti.

Rita Mariconda ha scritto un romanzo dall’atmosfera magica, regalando descrizioni puntuali e dettagliate di luoghi reali ma non per questo meno fatati. Ha delineato dei personaggi divertenti, dando una rappresentazione di quelli femminili molto vicina alla società contemporanea. E così, la donna dimostra di saper affrontare con determinazione, stile ed eleganza ogni difficoltà.

La misoginia, viene spazzata via a colpi di ironia e senza voler sminuire il sesso maschile (o forse sì!), i personaggi femminili dimostrano, senza alcun dubbio, capacità superiori.

«In lei c’era qualcosa di magico che lo attirava, sembrava una roccia a cui ancorarsi nei momenti di difficoltà.»

Una lettura, frizzante, scorrevole, dallo stile impeccabile. Una narrazione elegante e sontuosa, degna di un historical romance. Una storia, sapientemente contestualizzata nella realtà moderna, ma senza mai tralasciare folclore e tradizione, alla quale viene fornita però una buona dose di innovazione nella caratterizzazione dei personaggi.

Rita Mariconda con L’angelo con la pistola permette di sognare e di evadere, con spensierata allegria, dalla realtà.

E quando saremo costretti a ritornare a superare i problemi di ogni giorno? Potremo ricordare a noi stessi la frase bellissima tratta da “Il piccolo principe”, citata dall’autrice:

«“Non ti chiedo miracoli o visioni, ma la forza di affrontare il quotidiano. Preservami dal timore di poter perdere qualcosa della vita. Non darmi ciò che desidero ma ciò di cui ho bisogno. Insegnami l’arte dei piccoli passi.”»

L'angelo con la pistola

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *