La torre di Malta

La Torre di Malta di Josie Litton

La torre di Malta

Titolo: La Torre di Malta
Serie: Catturata #1
Autore: Josie Litton
Genere: Dark Romance (Soft)
Narrazione
: Prima persona, Pov alternato
Tipo di finale: Cliffhanger – In sospeso
Numero di pagine: 384
Data di pubblicazione: 23 Aprile 2020
Editore: Grey Eagle Publications

Trama: Mi chiamo Grace Delaney. Sono nata nella famiglia politica più ammirata di questo paese. Quando avevo sedici anni, i media mi hanno soprannominata ‘Principessa d’America’. Detesto essere chiamata così, a maggior ragione da quando ho scoperto il terribile segreto che si cela dietro alla sfavillante immagine pubblica della mia famiglia.

Qualche mese fa mi sono laureata al college, determinata a costruirmi una vita mia. Ma ora, all’improvviso, Adam Falzon ne fa parte. Capo di una famiglia all’antica con la reputazione di essere senza scrupoli, assomiglia a un angelo caduto. Per quanto io sia attratta da lui, sono arrivata a sospettare che Adam nasconda dei segreti più fatali e pericolosi di quanto vorrei mai sapere. Non oso cedere ai miei sentimenti per lui. Ma potrei non avere scelta. A ogni battito del mio cuore, mi attira sempre di più in una rete di oscuro desiderio. Le mie possibilità di fuggire stanno svanendo. Peggio ancora, non sono più sicura di volerlo fare.

Avete voglia di leggere un bel Dark Romance? Josie Litton, con La Torre di Malta, apre la strada ad una serie che si prospetta ricca di suspense, di passione e macchinazioni, intrighi e vendette.
Vi avviso, però, che i protagonisti di questa serie saranno sempre loro: Adam e Grace. Ecco perché, se non amate i finali da cardiopalma e che vi lascino in sospeso, questo libro potrebbe farvi arrabbiare parecchio.

Nel suo mondo, sotto il suo controllo, stavo diventando una persona che stentavo a riconoscere, una donna posseduta da passioni oscure e proibite che minacciavano di travolgere quel che rimaneva della vecchia me stessa. Per quanto volessi negarlo, era la realtà che dovevo affrontare.

Grace Delaney è soprannominata la Principessa d’America. È una ragazza molto bella, sempre composta, gentile e apparentemente irraggiungibile. Mai uno scandalo, mai un articolo diffamatorio su di lei. La stampa la ama per la sua compostezza, le donne la invidiano per la sua bellezza, e gli uomini… nessuno sembra alla sua altezza. Questa vita, però, piena di lusso e sfarzo, non è stata una scelta di Grace. Non ha avuto scelta, la sua famiglia ha il potere di decidere della sua vita. Ogni Delaney, infatti, svolge un determinato compito nella società.

C’è chi è avvocato, chi la madre perfetta, chi il filantropo, chi è in carica per un posto al Senato, chi lavora nei media… tutto gestito a tavolino secondo un rigoroso schema, approvato ovviamente dalla nonna di Grace.
Tutto questo non è altro che una facciata che nasconde persone infide, subdole e corrotte, ipocrite e superficiali, interessate solamente a loro stesse. All’ennesimo evento sociale a cui è obbligata a presenziare, Grace si aspetta le solite conversazioni noiose, i soliti saluti e discorsi di affari, ma questa volta non andrà proprio come al solito.

Quando il suo sguardo incontra quello di uno sconosciuto, Grace capisce che è appena successo qualcosa. Lui non è solo bellissimo, ma emana un’aura di potere su chiunque gli stia accanto. E Grace lo riesce a percepire. Non sono solo i brividi che prova in sua presenza, o il sangue che scorre veloce sotto pelle a tenerla con il fiato in sospeso. È come se fosse calamitata verso di lui, come se non riuscisse a frenare il proprio corpo dal desiderarlo come non ha mai voluto nessun altro.
Il desiderio, come sappiamo bene, è un’arma a doppio taglio, pericolosa. Grace scoprirà cosa significa desiderare un uomo come Adam Falzon, ma soprattutto quanto può essere rischioso averci a che fare.

Volevo darle tutto: protezione, conforto, lusso, perfino (che il cielo potesse aiutarmi!) me stesso. Allo stesso tempo, ero bramoso di prendere tutto ciò che aveva.

Come se non bastasse, ha finalmente visto oltre la maschera della propria famiglia ed ha scoperto cosa sono disposti a fare i Delaney per proteggere loro stessi. Questo segreto non è che la punta dell’iceberg di tutto quello con cui Grace dovrà confrontarsi, cercando di resistere all’attrazione viscerale che la domina quando Adam la sfiora.
Posso affermare tranquillamente che La Torre di Malta è un libro da leggere. L’autrice ha intessuto una trama articolata, ricca di indizi nascosti e situazioni complicate, ma queste non sono che l’antipasto di tutto ciò che troveremo leggendo questa serie.

Adam Falzon è l’emblema del personaggio macchiavellico. È pericoloso, spietato, calcolatore e non c’è nulla in lui che faccia pensare a qualcosa di diverso dal ghiaccio. Ogni azione è ben studiata, e tutto ha un fine più grande: la vendetta. Grace non è che un mezzo per ottenerla, ma quel legame che si è formato tra loro, quell’ossessione per la ragazza che lo tormenta, rischia di compromettere qualcosa per cui ha lavorato anni. Inoltre, è qualcosa di cui non ha bisogno al momento, visto quello che sta succedendo all’interno della famiglia Falzon. Essere a capo di un impero è gratificante, ma non privo di rischi o invidia da parte di chi vorrebbe essere al suo posto.

Ero un predatore e, quando necessario, un assassino. Non provavo piacere a infliggere dolore, ma sicuramente non ero contrario a farlo. Certe volte poteva offrirmi una liberazione, seppur temporanea, dai miei demoni interiori.

Grace, al contrario di Adam, appare come una ragazza irraggiungibile, ma non è altro che fuoco. Cela, dentro di lei, desideri nascosti e segreti. Vuole vendetta contro la propria famiglia, ma non sa come ottenerla. Adam potrebbe essere un alleato, ma anche un nemico. Desiderarlo così intensamente potrebbe essere ciò che la rende più forte, ma anche una debolezza.

Tra misteri, passione, violenza e vendetta, Josie Litton ci fa vivere l’inizio della storia tra Grace e Adam. Un inizio difficile, complicato e pericoloso, che metterà a dura prova entrambi.
Inizialmente ho trovato la narrazione di più lenta e forse troppo piena di dettagli ma, dopo circa un 30%, La Torre di Malta mi ha trascinata nella storia, obbligata ad assistere impotente alle scelte di Adam e alla sofferenza di Grace. Inoltre, sono stata completamente soggiogata dagli intrighi che l’autrice ha creato con abile maestria, stuzzicando la mia curiosità fino alle ultime righe.
Quando, poi, arriverete a leggere la parola FINE… credetemi, sarà improvviso e inaspettato. E vi farà desiderare di avere il secondo volume a portata di mano.

Lo combattei con le poche forze che ancora mi rimanevano. Ma le mie emozioni erano un nodo intricato di contraddizioni e confusione, che si espandevano ad ogni battito del mio cuore. Lo detestavo. Lo desideravo. Mi terrorizzava e mi faceva infuriare. Aveva infranto tutte le barriere che avevo costruito intorno a me. Con lui bruciavo e, in quell’incendio, tutta la paura e il terrore che avevo provato negli ultimi mesi si riducevano in cenere. Come il sole, Adam eclissava tutto il resto.

Josie Litton ha tutti i presupposti per rivelarsi un’autrice imperdibile. Con La Torre di Malta non ha che abbozzato l’inizio di un viaggio che non vedo l’ora di poter leggere, libro dopo libro, per arrivare alla fine della serie.

Copia ARC fornita dalla Casa Editrice in cambio di una sincera ed onesta recensione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *