Inseguendo i ricordi

Inseguendo i ricordi di Ellie Wade

Titolo: Inseguendo i ricordi
Serie: Stand Alone
Autore: Ellie Wade
Genere: Contemporary Romance
Narrazione: Prima persona POV protagonista femminile (Mia)
Data pubblicazione: 20 agosto 2019
Editore: Hope Edizioni
Trama: E se trovassi quel lui per cui sei stata messa su questa terra?
Se fosse il tuo partner perfetto, la tua anima gemella? Se la tua vita con lui fosse molto più di quanto avresti potuto desiderare? Se voi due riusciste a creare una meravigliosa famiglia piena d’amore?
Io ho trovato quel lui ed era tutto per me.

Poi, un giorno, mi sono svegliata e lui era sparito. Erano tutti spariti.
Non posso accettarlo. Sono bloccata in una realtà che non mi appartiene, a struggermi per la vita che ho perduto e che era il tessuto stesso della mia anima.
Come posso trovare il mio futuro se il passato cerca di portarmi sempre più a fondo? Sto annegando e lotto per respirare in questa esistenza in cui nulla ha senso. Potrebbe essere solo follia… io potrei essere folle.
Ma se avessi provato la gioia di un amore che capita una volta nella vita, anche tu andresti a caccia dei ricordi.

Dove tutto finisce

 

Inseguendo i ricordi, il mio primo libro di Ellie Wade, la mia prima recensione.
Per ogni cosa c’è sempre un inizio, giusto?
Vi è mai capitato di vivere un evento traumatico, che vi scuote dentro e che sgretola tutte le vostre certezze?
Questo è quello che succede alla protagonista, Mia.
La sua vita sarà segnata da “un prima e da un dopo”.

«….Lo scontro frontale con quaranta tonnellate d’acciaio…», cambierà tutto.

La Mia giovane, superficiale e arrendevole si trasformerà in una Mia forte e determinata, che non si lascerà più influenzare dai fattori esterni e dal parere degli altri.
All’improvviso, si rende conto che, le scelte che stava per prendere, sono la conseguenza di una consolidata abitudine e che quello che gli altri si aspettavano da lei, non coincide più con quello che vuole veramente.
Adesso ha un obiettivo e lo persegue contro tutti.
L’unica bussola che orienta le sue scelte è il proprio cuore. Lui sa e grida a gran voce le indicazioni che la porteranno dove il destino ha già deciso: tra le braccia del suo grande amore Aiden.

Aiden è il paradiso dove approdare, ogni cosa vissuta con lui è travolgente, forte e irrinunciabile. Lui la sa amare e lei è nata per essere sua moglie e la madre dei suoi tre figli. Con lui è amore a prima vista, forse da sempre, forse per sempre.

«Lo vedo in tutto ciò che è bello. Suppongo che sia così quando ci s’innamora. Qualsiasi cosa bella a questo mondo me lo ricorda, perché è lui il mio mondo. L’amore che provo per lui è totale. »

Passato, presente o futuro? Sogno o realtà? Vita reale o realtà parallela? Tanti gli interrogativi e l’intreccio psicologico che l’autrice ha creato per il lettore pagina dopo pagina.
I capitoli si alternano, tra il vissuto della protagonista con Aiden e quello in cui lei l’ha perduto e cerca di ritrovarlo.

«Il tempo è relativo quando c’è di mezzo l’amore. Quando trovi quello unico e vero, non servono mesi per accorgertene. Lo sai e basta. Così come so che il sole sorgerà domani mattina, sono sicura che lui possederà una parte di me per l’eternità.»

Il prima, il dopo ed il durante si intrecciano attraverso il filo tenace del vero Amore. Quello capace di ricucire due metà separate ma destinate ad incontrarsi al di là della realtà, del sogno o dei ricordi.

«Non è mai esistito nulla che fosse più voluto dal destino».

…..

«Il bello del destino è che può dipingere il più magnifico dei quadri con colori di cui non si conosceva nemmeno l’esistenza, e creare un vero e proprio capolavoro ».

Cornice degli eventi, il caldo Texas. La tela su cui vengono dipinti, “inspiegabilmente” innevata.
Ma dove sono Aiden e i suoi figli? Mia li ama con tutta se stessa ma arrivare a loro sarà molto difficile.
Mia vacillerà per il timore di non ritrovare il suo amore ed è per lei insopportabile il pensiero che questo non ci sia più.

«Non voglio scoprire di essere pazza, perché la follia sembra troppo reale e fa male come se lo fosse.»

Ma il desiderio di non arrendersi sarà così forte da farla lottare contro le sue stesse paure.
Ho amato la determinazione di questa protagonista, il suo grande amore per la famiglia.
Il messaggio positivo che ti resta dentro, giunta alla parola fine, sicuramente è un motivo valido per consigliarvi di leggerlo. Non è forse bello pensare che i sogni possono diventare realtà? Anzi, che la realtà possa diventare un sogno tutto da vivere?
Inoltre la scrittura risulta fluida, coinvolgente ed emozionante. Il velo di mistero che accompagna fino all’epilogo rende molto interessante il libro.

Magnifica la traduzione di Simona Busto. Non è un libro facile da interpretare e secondo me lei è riuscita a farlo al meglio.
Per come sono descritte sensazioni ed emozioni penserete di essere seduti in una sala per le proiezioni in 6D.
Ma se per voi i sogni non sono desideri, allora passate oltre. Bisogna aprire la prima pagina credendo che tutto sia possibile.
Concludo lasciandovi con il testo di una canzone di una grande cantautrice italiana: Giorgia.
È scattata in automatico l’associazione con “Strano il mio destino”. Queste parole sembrano proprio pensate dalla Wade per la stesura del suo libro.

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *