Il ragazzo della porta accanto

Il ragazzo della porta accanto di Ella James

Il ragazzo della porta accanto

Titolo: Il ragazzo della porta accanto
Serie: Off-Limits Romance #2, Autoconclusivo
Autore: Ella James
Genere: Second Chance Romance, New Adult
Narrazione
: Prima persona, Pov alternato
Tipo di finale: Chiuso
Numero di pagine: 282
Data di pubblicazione: 15 Giugno 2020
Editore: Hope Edizioni
Trama: Il ragazzo della porta accanto.
Ecco chi era Dash Frasier, il mio eroe fin dal giorno in cui ci siamo conosciuti, quando io avevo sei anni e lui nove. Sua sorella era la mia migliore amica e noi tre eravamo un’allegra compagnia. Poi, durante un’afosa estate, tutto è cambiato.
Nessuno mi capiva come Dash e nessuno mi faceva sentire tanto amata. Per questo motivo, quando se ne è andato, la cosa mi ha distrutta.
Ora sono più grande e più saggia, e ho appena ottenuto il lavoro dei miei sogni: autrice di programmi per uno studio cinematografico. Indovinate chi è il capo animatore del mio progetto? Esatto…
No, non è il ragazzo della porta accanto. Non più.
Proteggerò il mio cuore stavolta.
Dash però custodisce dei segreti che potrebbero fare a pezzi entrambi.

Temi trattati - Spoiler Il ragazzo della porta accanto

Perdita della verginità, uso di droghe, morte, dipendenza, abusi.

[riduci]

Avete voglia di leggere una storia complicata tra due ragazzi che, per anni, si sono cercati e poi persi? Il ragazzo della porta accanto, secondo volume della serie Off-Limits Romance di Ella James, attraverso il doppio POV dei protagonisti, ci narra le vicende di Amelia e del ragazzo per cui ha sempre avuto una cotta, il suo vicino di casa: Dash.

Tutto ha inizio molti anni fa, quando Amelia era solo una bambina.
Dopo la morte della madre causata da un incidente automobilistico, Amelia si trasferisce a casa del padre. Sconvolta per tutti i cambiamenti nella sua vita, scappa e finisce dentro la piscina dell’abitazione vicina. A salvarla ci pensa lui, Dash, un ragazzino di tre anni più grande di lei, in giardino insieme alla sorella Lexie.
Inutile dirvi che, da quel momento, tra i tre si forma un legame indissolubile. Crescono insieme, sono uno la forza dell’altro e, nel corso degli anni, hanno trovato la loro sintonia. Poi, però, questa si spezza quando Dash parte per il college, e Lexie inizia a frequentare cattive compagnie.

Nonostante le promesse fatte guardandosi negli occhi, e le belle parole spese nel loro posto speciale, Dash sparisce completamente dalla vita di Amelia. Nessuna telefonata, le email che lei gli scrive vengono rispedite indietro e, soprattutto, quando la ragazza scopre che i genitori e la sorella hanno continuato a sentirlo – e quindi l’unica esclusa è stata lei – Amelia non capisce cosa sia successo.
Anni dopo, Amelia – o Ammy – è un’altra persona. Ha degli obiettivi e vuole realizzarli. La sua amicizia con Lexie è sempre più fragile, a causa della strada che la ragazza ha scelto di percorrere.

Ad una festa, quando dopo anni rivede Dash, le cose precipitano e, nonostante il ragazzo non le fornisca alcuna spiegazione, Ammy non può fare a meno di dare un nome a quello che ha sempre provato per Dash: desiderio. Lo vuole, e quando finalmente riescono a guardarsi nuovamente negli occhi e parlarsi senza le parole – facendosi nuove promesse – Dash sparisce nuovamente, senza motivazioni, abbandonando nuovamente Amelia.

Adesso, finalmente, Amelia ha ottenuto uno stage in un’importante società di animazione ed è pronta a conquistarsi un posto nel mondo. Non aveva considerato, però, di ritrovarsi a lavorare proprio con il ragazzo che le ha frantumato il cuore troppe volte. Riuscirà questa volta a non cedere al ricordo del ragazzo con cui è cresciuta?

Sinceramente, mi aspettavo di più. La storia tra Dash e Amelia ci è stata presentata nel primo volume e mi ha incuriosita da subito. Il personaggio di Amelia sembrava essere una donna in carriera determinata e forte, decisa a non cedere subito al fascino dell’uomo che le ha spezzato il cuore senza darle alcuna spiegazione. Lo è stata per circa metà libro, poi si è trasformata in tutt’altra persona e di quella ragazza che mi piaceva non è rimasto nulla, si è trasformata in uno zerbino indeciso governata solo dagli ormoni.

Un attimo prima odia Dash, vuole delle spiegazioni, ma basta che lui la guardi e lei non capisce più nulla, si scorda delle bugie e promesse non mantenute, le importa solo di avere un contatto intimo. E fin qui nulla di male, il problema nasce quando, dopo essersi rivestita, cede nuovamente e torna a pretendere spiegazioni. Insomma, un continuo ripetersi della stessa dinamica.
Dash, da quanto ho letto in giro, è il perfetto ragazzo della porta accanto che ha fatto palpitare il cuore di tutte… tranne il mio. Non mi è piaciuto praticamente nessuno dei suoi comportamenti e non importa quello che poi si scopre, non è una giustificazione per un atteggiamento fin troppo altalenante nei confronti di Amelia.

Ho letto facilmente fino ad un 50%, poi tutto si è appesantito a causa delle situazioni ripetitive tra i protagonisti e solo dal 75% in poi il ritmo è tornato ai livelli della prima parte della storia, catturandomi e incuriosendomi. Il legame tra Dash e Amelia non sono proprio riuscita a percepirlo. C’era qualcosa, ma non mi ha fatto palpitare il cuore, né tantomeno mi ha spinto a tifare per loro. Non basta una spiegazione per rimediare ad anni di mancanze. Non c’è una vera crescita dei protagonisti. Amelia ha un’interruttore che preme a seconda dell’umore: “Odia Dash” oppure “fatti Dash”.

Non ci sono vie di mezzo, non c’è un corteggiamento o l’imparare a conoscersi nuovamente. Ricordiamoci che sono anni che non si frequentano. Le persone cambiano, Amelia e Dash non sono gli stessi che erano da ragazzini, quando lui è partito per il College. Eppure è così che si comportano, come se niente fosse cambiato e come se avessero le stesse identiche abitudini o interessi.

Insomma, Il ragazzo della porta accanto non mi ha convinta. La storia è interessante ma, a mio avviso, non è stata sviluppata appieno. Sì, alla fine il sorriso sboccia sulle labbra perché hanno il loro lieto fine, ma anche questo è esagerato. Da amante dei film Disney mi è piaciuto un sacco leggere del lavoro di animazione, scoprire qualche dettaglio in più su come sono nati i film della mia infanzia, ed è quello che ha reso la storia più leggera, soprattutto nella parte centrale.
Mi aspetto di più dal prossimo volume della serie, perché Ella James ha uno stile decisamente coinvolgente e frizzante.

Copia ARC inviata gratuitamente dalla Casa Editrice in cambio di una recensione onesta e sincera.

Altre pubblicazioni dell’autrice

Serie: Off-Limits Romance
#1 Crown Jewels: I gioielli della corona – leggi la recensione & acquista QUI.
#2 Il ragazzo della porta accanto – acquista QUI.

Serie: Marchiata
#1 Marchiata – leggi la recensione & acquista QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *