Il principe del vento

Il principe del vento di Angela White

Il principe del vento

Titolo: Il principe del vento
Serie: #4 Angeli caduti , autoconclusivo
Autore: Angela White
Genere: Contemporary romance
Tipo di finale: Chiuso
Narrazione:  terza persona (Esmeralda), prima persona (Jackson)
Data di pubblicazione: 10 marzo 2020
Editore:  Amazon Publishing
Trama:
Tra odio e amore c’è una linea sottile. Ancora più sottile è quella tra odio e desiderio.

Jackson King è come il vento: può essere dolce brezza o feroce tempesta. Esmeralda Wax è vivace, anticonformista, fedele a se stessa e alle sue convinzioni.

Jackson ed Esme si detestano e si attraggono sin dai tempi del liceo, quando lui era il Re della scuola, bellissimo, ricco e ammirato, e lei la ragazza strana, emarginata e irrisa.

Anni dopo, Esme è diventata un’assistente universitaria e Jackson il presidente della multinazionale high-tech di famiglia. In comune hanno solo il grande affetto per la sorella di Jackson, Crystal. Finché una folle notte a Las Vegas sconvolge il corso del destino, costringendo entrambi a un accordo dalle conseguenze sensuali e imprevedibili. E sarà impossibile tenere al sicuro il cuore…

Copia ARC inviata gratuitamente dalla CE  in cambio di una recensione onesta e sincera.

Il principe del vento

Angela White, nel quarto volume della serie Angeli caduti, intitolato Il principe del vento, come già fatto nei precedenti volumi, rende i sentimenti i veri protagonisti della storia.

Esmeralda Wax e Jackson King sono due persone molto diverse. Si conoscono sin dai tempi del liceo, ma le loro strade si sono separate e le loro vite hanno priorità diametralmente opposte. Almeno apparentemente, perché in verità, esistono degli elementi che li accomunano più di quanto essi stessi immaginano. 

Entrambi, infatti, appartengono a famiglie ricche e molto in vista nelle quali, da sempre, è fondamentale l’importanza assunta dal potere, dal prestigio, dalla reputazione e dalle apparenze. Le dimostrazioni di affetto, sono desideri da nascondere, necessità che non potranno mai essere soddisfatte.

Per Esme, un tempo era importante sentirsi apprezzata dalla sua famiglia e le continue critiche ricevute, sia sulle sue capacità di presenziare in pubblico, sia sul suo aspetto fisico l’hanno resa una ragazzina insicura e incapace di credere nelle proprie potenzialità. 

A peggiorare tutto ciò, al liceo, ci ha pensato il più popolare e acclamato studente della St. Martin Academy di Manhattan, Jackson King. In che modo? Facendole battere il cuore ma al tempo stesso rendendola ridicola. Gli era bastato darle un soprannome e lei per tutti è diventata Goblin.

«“Ragazzi, qui abbiamo un goblin scappato dal Sottosuolo! Se stai cercando il tuo nuovo re, allora lo hai trovato!”»

Esmeralda, crescendo è riuscita ad allontanarsi da ciò che la ferisce maggiormente, ha trovato una dimensione dentro la quale ha capito di poter anche essere apprezzata.

«Scrivere per il giornale del college e organizzare rassegne di film d’autore con altri appassionati di cinema come lei. Scoprirsi apprezzata, notata e perfino ammirata.»

Dopo il college si crede ormai una donna forte ed indipendente, ma in verità si è solo accontentata. Non ha puntato in alto, si è chiusa nel suo piccolo mondo, fatto di quotidianità, in una relazione poco appagante, ma stabile e sicura. 

Si è rassegnata alla particolarità dei suoi occhi, di due colori diversi, anche se continua a nasconderli sotto gli occhiali da sole. Lei è ancora Goblin, e sa di esserlo.

Jackson, in questi anni non è scomparso del tutto dalla sua vita. Lei, infatti, ha  continuato ad ammirarlo e detestarlo attraverso i tabloid e le riviste scandalistiche, dove lui spesso appare in prima pagina. Il neo presidente della King inc. è molto spesso al centro dell’attenzione mediatica accompagnato da una delle sue innumerevoli conquiste. Inoltre, lei è la migliore amica della sua sorella gemella, Crystal King., una ragazza dolce e sensibile alla quale si sente molto legata.

«Crystal non l’aveva mai chiamata Goblin neanche una volta per scherzo. Crystal era assolutamente incapace di fare del male a qualcuno, tranne che a se stessa.»

La loro amicizia, in modo inaspettato, sarà responsabile di un riavvicinamento tra Esme e Jackson. E, ai due, basterà davvero poco per ritrovarsi legati, molto molto legati. 

«Esme ricordava un ragazzo e si era ritrovata davanti un uomo. Solido, adulto, bello da perderci la testa e tremendamente affascinante. L’arroganza dell’adolescenza si era trasformata in una sconfinata sicurezza di sé.»

Jackson è sicuro di sé, arrogante, spavaldo e determinato ad ottenere sempre ciò che desidera.

Lui è detestabile agli occhi di Esme, proprio lei, che lotta per i suoi ideali e non sopporta di piegarsi al volere altrui solo per compiacere il prossimo. Insopportabile, anche. Tranne, però, quando riesce a scorgere quella parte di lui che in pochi riescono a vedere.

Il principe del vento

Lui sa essere amorevole, dolce, protettivo e premuroso. E lei ha avuto modo di notarlo quando l’ha osservato rapportarsi con la sua gemella.

Jackson è finalmente alla presidenza dell’azienda di famiglia, che negli anni è diventata un colosso internazionale nella produzione di prodotti high tech e più recentemente di biotecnologie. 

Vive per il suo lavoro, i suoi impegni d’affari hanno la priorità su tutto, ma allo stesso tempo lo soffocano e lo fanno sentire in trappola.

Il suo momento di libertà lo riesce a trovare solo con il suo grande amore, colei che lo rende Il principe del vento, la sua adorata ed intoccabile Twin Star, la barca a vela in grado di trasportarlo lontano da ogni pensiero, lasciando che sia solo il vento a decidere per lui. La rotta che deve prendere ed il cammino da seguire.

Il vento, capace di portargli via il peso delle sue responsabilità e di fargli assaporare il gusto illusorio della libertà.

«Amo navigare in solitaria, tra onde e cielo, con la sola compagnia del vento. Con me unicamente la mia esperienza, la mia abilità, i pensieri che posso lasciare liberi di volare come gli albatros che spesso mi accompagnano durante le mie uscite. Niente regate, niente gare, niente sfide che non siano guardare nel profondo di me stesso.»

Jackson è molto di più sensibile e profondo di come appare. 

Purtroppo, anche gli occhi di Esme, quando lo guardano, solo velati dal pregiudizio ma più che altro dalla paura, di scoprire quanto sia importante ciò che lui pensa di lei.

Del resto Jackson, non ha mai espresso degli apprezzamenti nei confronti di Esme. Ma come potrebbe farlo quando lei è sempre pronta a dargli battaglia? A sentenziare negativamente sul suo conto e sulle sue intenzioni?

Tra i due protagonisti sarà una vera guerra verbale che implicherà accordi e alleanze, piccole vittorie e qualche riconoscimento. Ma, come nella realtà, le guerre non hanno dei veri e propri vincitori. Alla fine si contano solo perdite e per ricostruire bisogna essere in grado di tornare in pace. Lasciare che i sentimenti positivi prevalgano su tutto il resto. 

Il principe del vento, contiene tutte le emozioni di questi due personaggi, il loro percorso di crescita interiore. Esme e Jackson, non si trasformano per magia in due esseri perfetti, ma semplicemente in due persone capaci di riconoscere i propri limiti ed i loro stessi errori.

Ma un principe potrà mai innamorarsi di un goblin? 

Angela White, riesce a scavare dentro l’anima dei suoi personaggi, facendoli vivere. Rendendo tangibili i loro limiti e facendo amare al lettore ogni parte di loro.

Il principe del vento, è un libro coinvolgente e intrigante; contiene dei riferimenti ai protagonisti dei volumi precedenti che comunque non impediscono di leggerlo in modo indipendente.

Se ancora non ne avete avuto l’occasione, vi suggerisco di leggere tutta la serie Angeli caduti, perché la penna di Angela White riesce a catturare nelle pagine dei suoi libri mille emozioni che solo il lettore, è poi in grado di liberare e fare sue.

«Lui è come il vento. Imprevedibile e inafferrabile, travolge, sconvolge e io non mi sento più la stessa.»

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *