Il miliardario e la ragazza sveglia

Il miliardario e la ragazza sveglia di Annika Martin

Il miliardario e la ragazza sveglia

Titolo: Il miliardario e la ragazza sveglia
Serie: Spin Off del libro “Il miliardario più ambito”
Autore: Annika Martin
Genere: Office Romance
Narrazione
: Prima persona, Pov alternati
Tipo di finale: Chiuso
Numero di pagine:337 
Data di pubblicazione: 2 Marzo 2020
Editore: Triskell Edizioni
Trama: Quando mi viene assegnato il compito di trovare un servizio sveglia per il nostro CEO, penso: be’, sarà tanto difficile? Risposta: praticamente impossibile!

A quanto pare, nessuna compagnia al mondo che fornisca un servizio sveglia lo vuole come cliente. Ne hanno tutti fin sopra i capelli di lui. Ma non voglio perdere il lavoro, quindi inizio io stessa a chiamarlo – ogni santissimo giorno, alle 4:30. Oh. Mio. Dio. Sì, avete letto bene: alle quattro e mezza di ogni stramaledetta mattina.
Confesso: Non è che a quell’ora io sia proprio la più docile delle telefoniste. Ciao proprio! Ma chi mai può essere di buonumore alzandosi prima delle galline? Fortunatamente lui non sembra prendersela troppo per il modo in cui gli dico di portare il culo giù dal letto. Solo che… più passano i giorni, più diventiamo intimi, e le chiamate si fanno… bollenti.

Tra le rispettive coperte, col chiaro di luna che penetra dalle finestre, ci confessiamo i nostri più peccaminosi segreti. Però c’è una cosa che lui non dovrà mai scoprire, ed è l’identità della sexy centralinista che lo sveglia ogni mattina. Cosa direbbe se sapesse che è la sua dimessa assistente? Ma quanto a lungo riuscirò a tenerglielo nascosto?

Il miliardario e la ragazza sveglia. Questo il titolo del secondo libro di Annika Martin pubblicato dalla Triskell Edizioni qui in Italia. Dopo aver letto Il miliardario più ambito ero curiosa di scoprire questa nuova storia, e ammetto di esserne rimasta colpita… in parte.

La nostra protagonista si chiama Elizabeth Lizzie Cooper e deve superare il mese di prova in un’azienda per ricevere un bonus decisamente alto, ma di cui ha dannatamente bisogno.
Il suo obiettivo è poter riaprire la pasticceria che le è stata strappata a causa del suo ex e così, grazie alle competenze acquisite nel corso degli anni, si ritrova a dover rivoluzionare i social media di una rinomata azienda di New York. Apparentemente un compito facile, si rivela davvero complicato quando ogni singola idea viene bocciata dal CEO, una persona fredda e indisponente, prepotente e cupa: Theo Drummond.

L’uomo, infatti, non ne vuole sapere di messaggi positivi e carini, di usare foto con persone felici o anche solo dei colori. Ritiene tutto ciò un’inutile perdita di tempo. È uno scienziato, non si interessa a queste cose né le ritiene importanti. A lui interessa solamente trovare una nuova formula chimica per produrre un prodotto in grado di salvare più vite possibili. È un pensiero decisamente ammirevole, se non fosse che, con i suoi modi di fare e le sue idee, ha creato un luogo di lavoro decisamente freddo e distaccato, pieno di persone continuamente in competizione tra loro (e di certo non una competizione stimolante e positiva).
Lizzie deve resistere una sola settimana, poi potrà avere il bonus. Potrà finalmente usare i soldi per ripagare i debiti e tornare a creare dolci.
Non immaginava decisamente che una sola settimana potesse rivelarsi una sfida così ardua.

Quando le viene affidato il compito di trovare un nuovo servizio sveglia per il signor Drummond – perché l’uomo ovviamente non usa una sveglia elettronica, ma dev’essere chiamato ripetutamente da una persona ogni mattina – Lizzie scopre che nessuna delle aziende che si occupano di fornire questo servizio vuole più avere a che fare con l’uomo, decisamente scorbutico ad ogni telefonata.
Rassegnata alla situazione, Lizzie si ritrova a dover chiamare personalmente il proprio capo ogni mattina, alle 4.30 precise.
Una telefonata distaccata. Cosa può andare storto?

Ovviamente tutto! Lizzie, a causa della sua coinquilina, si ritrova a svegliare Theo in modo insolito: non solo lo insulta dopo avergli augurato il buongiorno, ma mette in chiaro quanto sia un pessimo capo.
Theo sembra non riconoscere la sua voce, così Lizzie continua a svegliarlo in questo modo e, ben presto, le chiamate piene di insulti si trasformano in confessioni di segreti e desideri, con tanto di discorsi vietati ai minori.
Inaspettatamente, Theo sembra deciso a scoprire l’identità della centralinista, ma Lizzie si impegna per sviare le domande, per far capire all’uomo di lasciar perdere. Un uomo che Lizzie ha imparato a conoscere intimamente, un uomo così diverso da quello che ha conosciuto a lavoro.
Ma quanto a lungo può andare avanti a nascondere la verità e l’attrazione che prova per Theo?
Riuscirà a superare incolume la settimana?

In chimica basta il minimo cambiamento – tipo l’aggiunta di un atomo – per determinare la differenza tra uno stato inerte e un’esplosione. Noi abbiamo quel qualcosa. Siamo davvero infiammabili insieme. Ses*ualmente, e sotto ogni altro punto di vista. Sono così abituato ad avere chiunque che pende delle mie labbra o si affretta dopo ogni mio comando. Lizzie mi tiene testa. Risponde. Mi viene incontro come non ha mai fatto nessun altro.

Il miliardario e la ragazza sveglia nasce come Office Romance, ma solo un 65% del libro è sviluppato in questo modo.
Lizzie e Theo non hanno praticamente alcun rapporto lavorativo, si incontrano a malapena e l’unica cosa che li lega è il fatto che lei lavora per lui. Mi aspettavo decisamente più incontri in azienda, situazioni complicate, ma così non è stato. Le telefonate sono praticamente l’unico vero contatto tra i due per più di metà libro e ammetto di averle adorate. Mi hanno fatta divertire tantissimo, perché inaspettate e differenti da qualsiasi altra cosa io abbia letto in passato. Queste hanno sopperito alla mancanza di un vero rapporto capo-impiegata, rendendo la lettura scorrevole e veloce, frizzante e mai banale.

Questo, almeno, fino ad un 70% del libro.
Succederanno alcune cose che porteranno Lizzie a cambiare completamente modo di comportarsi, e questo non mi è piaciuto. Tutto rallenta, il rapporto tra i due diventa più pesante e complicato, ma la causa è unicamente Lizzie.
Va bene essere una donna forte, avere paura di fidarsi nuovamente di qualcuno e voler a tutti i costi essere indipendente, ma essere maturi significa anche saper riconoscere quando una persona ha buone intenzioni. Vestirsi in giacca e cravatta e avere dei soldi non fa si che tutti gli uomini siano uguali.

Da una donna come Lizzie mi aspettavo maggior buon senso, invece ho trovato una donna che ragiona per stereotipi. Solo perché il suo ex si è comportato in maniera orribile allora lei bolla come cattive persone tutti quelli che indossano un completo o hanno un conto pieno di dollari.
La donna forte ed indipendente che mi è piaciuta per più di metà libro poi è diventata immatura.
Le emozioni non sono razionali, avere paura è umano. La forza sta nel saper riconoscere la verità e lottare per superare i propri demoni. Lizzie questo non è stata in grado di farlo, se non in maniera frettolosa, altra cosa che non ho gradito.

Theo stesso non mi ha entusiasmata durante la lettura di Il miliardario e la ragazza sveglia. Nasconde un lato dolce e premuroso che non è venuto a galla a sufficienza; è stato totalmente oscurato dai drammi di Lizzie, e mi sarebbe piaciuto leggere di più di lui, del suo passato, dei suoi sogni e desideri, e di come il dolore abbia cambiato il ragazzo che era, facendolo diventare l’uomo che è ora.

Il rapporto tra i due è davvero scoppiettante e carico di tensione per buona parte del libro, adrenalinico e capace di coinvolgere il lettore. Poi, purtroppo, anche questo aspetto subisce un calo, e mi sono ritrovata quasi annoiata a leggere le loro interazioni, come se si trattasse di altri personaggi e non quelli per cui ho tifato dall’inizio del libro.

Il miliardario e la ragazza sveglia ha un inizio frizzante, divertente e piacevole che poi si è raffreddato, portando la lettura su uno stile completamente differente. L’idea poteva anche essere buona, ma è mancato quel qualcosa in più che la facesse rimanere al livello della prima parte del libro.
Anche le situazioni complicate possono essere sviluppate in maniera approfondita senza essere pesanti, ma come vi ho già spiegato il personaggio di Lizzie ha influito parecchio su questo calo.

Essendo uno spin off era normale che, ad un certo punto, apparissero i nostri vecchi protagonisti del libro Il miliardario più ambito e questo cameo, seppur troppo breve, mi ha regalato un sorriso.
Vi consiglio di leggere Il miliardario e la ragazza sveglia tenendo presente che non è il solito Office Romance a cui siamo abituati, ma è perfetto se cercate qualcosa di nuovo e originale.

[amazon_link asins=’B084V7DDJB’ template=’ProductAd’ store=’allcoloursofr-21′ marketplace=’IT’ link_id=’f2d3aba5-9873-412f-8667-439141d79fe7′][amazon_link asins=’B07WPWPF8G’ template=’ProductAd’ store=’allcoloursofr-21′ marketplace=’IT’ link_id=’2c532f20-f42d-46cd-8a9e-83204be44a21′]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *