il colpo di fulmine non esiste

Il colpo di fulmine non esiste di Carlo Lanna

Il colpo di fulmine non esiste

Titolo: Il colpo di fulmine non esiste
Serie: New York Lovers Series #1, Autoconclusivo
Autore: Carlo Lanna
Genere: Contemporary Romance, Gay Romance
Narrazione: Prima persona, pov alternati (Glen & Tyler)
Pagine: 216
Tipo di finale: Concluso
Data di pubblicazione: 29 Luglio 2020
Editore: Words Edizioni

Trama: Tyler è un giornalista deluso dalla vita, con un passato tormentato da dimenticare e in cerca del suo posto nel mondo. Glen è in fuga da se stesso e sogna di diventare uno scrittore. In una fredda sera di gennaio, quasi per caso il destino lega indissolubilmente le loro anime. A volte, però, l’amore non basta e serve coraggio per affrontare le insidie della vita. In una New York magica e caotica, Tyler e Glen si amano, si odiano, si perdono e si ritrovano in un dedalo di grandi emozioni. Il colpo di fulmine non esiste è una toccante storia sull’amore queer, i sogni e le seconde possibilità della vita.

Temi trattati – Spoiler di Il colpo di fulmine non esiste:

tradimento, anche se la scena non viene descritta, è comunque spesso presente;

[riduci]

Link per l’acquisto:  https://amzn.to/3f983oP

Siete pronti a partire con l’immaginazione e raggiungere la Grande Mela insieme a Glen e Tyler? Tenetevi pronti, il viaggio sta per cominciare! In questo primo romanzo tutto all’italiana scritto da Carlo Lanna e pubblicato da Words Edizioni, seguiremo le vite dei nostri protagonisti e scopriremo come queste si intrecciano.
Glen ha solo diciotto anni quando, conseguito il diploma, decide di lasciare il Minnesota per trasferirsi a New York per inseguire il suo più grande sogno: diventare uno scrittore.

Io, invece, volevo solamente… vivere. Scrivere un romanzo, raccontare la mia storia. Non sapevo da dove iniziare, ma sentivo che era la cosa giusta da fare. 

Purtroppo, però, cinque anni dopo, Glen non è ancora riuscito a soddisfare il suo sogno: non ha ancora scritto nessun romanzo e tantomeno è uno scrittore affermato. Lui lavora come cameriere in un diner per potersi mantenere l’appartamento in cui vive a Brooklyn, eppure non ha nessuna intenzione di tornare da dove è venuto, bensì vuole continuare con questa vita.
Anche Tyler è insoddisfatto del suo lavoro e della sua vita. Un anno prima il suo ex lo ha tradito con un altro uomo, ha dichiarato di non amarlo più e purtroppo la ferita è ancora aperta. Il suo lavoro, come giornalista freelance per la testata giornalistica TMZ, gli occupa davvero un sacco di tempo, nonostante lavori da casa, e purtroppo guadagna una miseria.

Mi ero immaginato un lavoro diverso, il salto di qualità che, alla soglia dei trent’anni, stavo aspettando. Invece, ero finito a scrivere articoli di gossip. La cosa che più odiavo al mondo. 

Glen e Tyler hanno molto in comune, sono entrambi stanchi, insoddisfatti, insicuri e incerti su quello che potrebbe accadere, ma, nessuno dei due, è disposto a fare qualcosa per cambiare vita.
Una sabato sera, mentre Tyler viene convinto dal suo amico e coinquilino a partecipare ad un’inaugurazione, l’amica e collega di Glen, dopo vari tentativi, riesce a convincerlo ad uscire per conoscere nuove persone.
Il destino, così, ci mette il suo zampino e Glen e Tyler si incontrano in questo locale e tra loro scatta subito… un colpo di fulmine. Poco dopo i due uomini iniziano a parlare, una cosa tira l’altra e, in brevissimo tempo, si ritrovano nell’appartamento di Glen a fare scintille. 

I nostri sguardi si sfiorarono per un lungo e intensissimo istante. Dentro di me si attivò qualcosa, si accese un interruttore che non sapevo neppure di avere. Il cuore cominciò a battere all’impazzata, senza che ne capissi il motivo. «Sono Tyler» mi disse lui, porgendomi la mano. Ricambiai la stretta. «Glen.»

Dopo una notte di fuoco indimenticabile è difficile negare che sia scattato qualcosa di speciale fra di loro. Passata la serata di svago e divertimento, però, si deve per forza tornare alla vita reale, quella vita che non li rende felici. Che sia arrivato il momento di trovare un po’ di felicità e serenità l’uno fra le braccia dell’altro?
Cosa accadrà, invece, se il passato di Tyler tornasse a bussare alla sua porta e reclamasse attenzioni? 

Per avere delle riposte, non dovete fare altro che acquistare la vostra copia di Il colpo di fulmine non esiste e leggere la storia di Tyler e Glen. 

Lo volevo immensamente. Non desideravo altro. L’istinto mi diceva che era la cosa giusta. Forse, per davvero i colpi di fulmini esistevano. Io ne avevo appena avuto uno e non volevo di certo lasciarmelo sfuggire. 

Purtroppo, non sono riuscita ad entrare in sintonia con nessuno dei due protagonisti. Entrambi hanno preso delle decisioni e fatto delle scelte che non ho condiviso per niente.
Glen mi è sembrato l’unico disposto a lottare per qualcosa che sembrava speciale, mentre Tyler è stato la controparte passiva, colui che rimaneva solo in attesa. È sempre stato Glen, infatti, a compiere i primi passi verso Tyler. E, anche se, quest’ultimo è il maggiore d’età l’ho trovato il meno maturo della coppia.

Penso che Glen, nonostante Tyler lo faccia soffrire, sia troppo accondiscendente e che lo perdoni con troppa facilità. Capisco bene che quando si è innamorati, si passa sopra a molte cose, ma in questo caso non sono proprio riuscita ad appoggiare la decisione di Glen.
Tyler è sopravvissuto a delle delusioni amorose, e per questo comprendo benissimo la paura di fidarsi di nuovo di qualcuno e di lasciarlo entrare nel proprio cuore, eppure questo non giustifica la sua decisione, né come si comporta nei confronti di Glen. 

Per quanto riguarda i personaggi secondari, ho apprezzato molto Oliver, il coinquilino e amico di Tyler. Così come Cecil, amica e collega di Glen. Due figure importanti nella vita dei due protagonisti.
Una presenza che ho trovato, a parer mio, parecchio ingombrante, nella vicenda è l’ex di Tyler, Mick. Ammetto che avrei preferito qualche scena in meno insieme a lui, e qualcosa in più fra Glen e Tyler. 

Il colpo di fulmine non esiste è una lettura carina, anche se in alcuni punti è davvero molto dettagliato, descrittivo e ricco di azioni quotidiane. Questo ha reso la narrazione poco fluida e molto lenta. Anche perché, alcune parti sono appesantite dalla presenza di parecchie ripetizioni. Molte cose, infatti, le ho trovate quasi superflue ai fini della narrazione della storia in se’.
La storia fra Glen e Tyler è comunque piacevole e contiene un pizzico di angst, che ti fa aspettare prima di raggiungere il tanto sperato lieto fine.

In Il colpo di fulmine non esiste, però, non sono riuscita a percepire l’amore che lega questi due uomini, ma sono stata partecipe di una relazione che ha fatto davvero fatica a decollare. E, anche quando mi è sembrato che le cose stessero andando nella giusta direzione, tutto è cambiato nuovamente.
In conclusione, consiglio la lettura di Il colpo di fulmine non esiste a chiunque voglia leggere una storia d’amore travagliata fra due uomini, ambientata in una caotica New York, la città che non dorme mai. 

Ringrazio la Words Edizioni per aver fornito la copia ARC in cambio di una sincera ed onesta recensione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *