Heartstopper

Heartstopper: 1 di Alice Oseman

Heartstopper

Serie: Heartstopper #1
Autore: Alice Oseman
Titolo originale: Heartstopper vol. 1
Genere: Graphic Novel Young Adult, LGBTQ, Gay Romance
Narrazione: Prima persona, Pov alternati
Pagine: 288
Tipo di finale: Aperto
Data di pubblicazione: 12 Maggio 2020
Editore: Mondadori
Collana: Oscar Ink
Link per l’acquisto: https://amzn.to/3bLQudq
Trama: Charlie e Nick frequentano la stessa scuola ma non si sono mai incontrati… fino al giorno in cui si trovano seduti l’uno accanto all’altro. Diventano subito amici. Anzi di più. Charlie si innamora perdutamente di Nick, anche se pensa di non avere alcuna possibilità. Ma l’amore è sempre sorprendente, e anche Nick si scopre attratto da Charlie. Molto più di quanto entrambi potessero immaginare.
Finalmente arriva in Italia, grazie alla Mondadori, la Graphic Novel Young Adult LGBTQ firmata Alice Oseman dal titolo Heartstopper!
Premetto che, essendo una grande appassionata di Gay Romance, quando ho trovato questa serie, non sono riuscita a resistere. Ho acquistato i primi tre volumi disponibili in Inglese e li ho letteralmente divorati! Per questo, quando ho visto che sarebbe stata disponibile anche in Italiano, ho fatto i salti dalla gioia!
Heartstopper è una Graphic Novel con disegni graziosi e ben curati, che ci permettono di vedere le emozioni che i protagonisti provano, così come i loro pensieri. Non c’è staticità nei disegni e, anche se sono immagini su un foglio, sono in grado di trasmettere emozioni vere.
I due protagonisti indiscussi di Heartstopper sono Charlie Spring e Nicholas Nelson, o meglio Nick. Entrambi frequentano la stessa scuola, ma avendo un anno di differenza, non si sono mai incrociati. Un giorno, però, i due ragazzi si ritrovano seduti uno accanto all’altro ad un gruppo di studio.
Questo progetto fa si che tra loro nasca una sorta di amicizia, un legame, ma Charlie fa fatica a fidarsi dei ragazzi più grandi. Il motivo? Non nasconde la propria omosessualità e, a causa di questo, in passato è stato vittima di bullismo.
“Perché mi saluta sempre, ogni singolo giorno? È uno scherzo? Come quei bulli che mi tormentavano l’anno scorso? Forse mi prende in giro e basta. Perché mi dovrebbe parlare, sennò? Non frequenta nemmeno il mio stesso anno. Forse pensa che ci voglia provare o qualcosa del genere…”
Nick, però, non è come gli altri. Lui è un ragazzo dal cuore d’oro e con un carattere allegro e solare. E diventare amico di Charlie è naturale. Più tempo trascorrono insieme, più si affezionano l’un l’altro, rafforzando questa nuova amicizia. Prima le lezioni, poi il rugby, i pranzi insieme, i pomeriggi a fare i compiti, o semplicemente a giocare ai videogiochi.
Tutto il tempo passato insieme fa capire a Charlie quanto tiene all’amico, ma che non vuole solo un rapporto di amicizia con Nick. Charlie ha un’enorme cotta per il ragazzo, ma questo può essere un problema, perché Nick è etero. Giusto?
Cari Colours, credetemi, Heartstopper non è solo una Graphic Novel che racconta una storia che nasce tra due ragazzi, è molto di più. Con i suoi disegni espressivi e le parole concise e delicate, Alice Oseman ci presenta Heartstopper come una storia educativa, capace di far conoscere senza filtri il mondo reale degli adolescenti, e come questi lo affrontino.
Proprio per questo motivo i temi toccati in Heartstopper sono molto delicati. La discriminazione e il pregiudizio sono alla base di qualsiasi atto di bullismo, ancora troppo presente in ogni parte del mondo.
A subirne i maggiori effetti sono le persone che fanno parte della comunità LGBTQ, che vengono giudicati per l’orientamento sessuale, l’aspetto o le scelte di vita.
«Be’, di lui sapevo solo che è gay»
«Ehi, non mi risulta che essere gay ti renda una schiappa nello sport.»
Anche la paura di essere scoperti e voler tener nascosto il proprio orientamento sessuale è un tema presente in Heartstopper, così come l’omofobia in sé. Ed infine, il tema più delicato di tutti, almeno a parer mio, è quello della scoperta della propria sessualità. Il dubbio, le mille domande, i pensieri che si accavallano, tutto ciò che credevi fino a quel momento viene messo in discussione.
A volte questo non accade e si è convinti del proprio orientamento, altre volte, invece, capita che tutto questo venga messo in discussione anche in tarda età. Oppure, come in Heartstopper, durante l’età adolescenziale. Quando si inizia a provare dei sentimenti verso una persona dello stesso sesso, può risultare destabilizzante e confondere.
L’amore, però, è un sentimento puro e reale e quando mette radici, è destinato a fiorire in un modo o in un altro. E credetemi, Heartstopper è la rappresentazione perfetta dell’amore, della dolcezza, della complicità e dell’amicizia. Con ciò non voglio dire che sarà un cammino semplice e senza ostacoli, anche perché questo è solo il primo volume.
Mi sono emozionata e commossa, ho gioito in alcuni momenti e mi sono arrabbiata in altri. Ciò che più mi ha colpito ed emozionata, è assistere all’amore che nasce, percepibile sempre più in ogni pagina. Quell’amore dolce e reale, che ti scuote nel profondo e ti fa venire le farfalle allo stomaco.
Tutti i personaggi secondari fanno parte della trama narrativa, e ognuno di loro ha un proprio ruolo. Rendono la storia più ricca e ci permettono di conoscere le loro vite e di vedere come interagiscono fra di loro.
Heartstopper è una storia che appassiona e coinvolge, soprattutto per la tenerezza e la sensibilità che l’autrice trasmette tramite i suoi personaggi. Sono sicura che Nick e Charlie vi conquisteranno, esattamente come hanno fatto con me. Hanno di fronte un cammino che li porterà ad affrontare il mondo esterno, ma lo percorreranno insieme, mano nella mano, oppure le paure saranno più forti fino a dividerli?
Per scoprire cosa accadrà, non vi resta che acquistare Heartstopper e immergervi totalmente tra le figure e le parole di tutti i protagonisti. E innamorarvene… scommetto che quando giungerete alla fine, ne vorrete di più.
Se consiglio Heartstopper? Assolutamente sì. È una serie che consiglio di leggere a grandi e adolescenti, perché sono convinta che possa aiutare molto a comprendere quanto sia sbagliato basarsi sui pregiudizi, sulle voci di corridoio, o sull’orientamento sessuale di una persona. Perché a prescindere da tutto, siamo persone, con un corpo e con dei sentimenti.
«Non si può capire se una persona è gay dall’aspetto. Senza considerare che non ci sono solo gay ed etero. Comunque è da maleducati speculare sulla sessualità altrui.»
Spero davvero di essere riuscita, anche un minimo, a trasmettere tutto ciò che ho provato leggendo Heartstopper. Quindi, cosa state aspettando? Correte ad acquistare l’inizio della storia di Nick e Charlie!
Ringrazio la Mondadori per aver fornito la copia ARC in cambio di una sincera ed onesta recensione.
Salvare Rayne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *