Flow

Flow di Kennedy Ryan

Flow

Titolo: Flow
Serie: Grip Series #0.5
Autore: Kennedy Ryan
Genere: New Adult
Narrazione
: Prima persona, pov alternato
Tipo di finale: Cliffhanger, in sospeso
Data di pubblicazione: 22 Ottobre 2018
Editore: Hope Edizioni
Trama: Tra 8 anni Marlon James sarà una delle migliori stelle nascenti nell’industria musicale.
Bristol Gray sarà la sua manager, tosta e pratica.
Ma quando si incontrano per la prima volta, lei è una studentessa universitaria che sta cercando di trovare la sua strada, e lui è un artista determinato a farsi strada nel mondo.
Venendo da mondi completamente diversi, tutto ciò che dovrebbe separarli li fa solamente avvicinare di più.
È un inizio bellissimo, ma come finirà la storia?

Bristol Gray ha in mente una sola cosa quando atterra all’aereoporto di L.A: rivedere suo fratello gemello.

Sono passati anni da quando il suo gemello ha chiesto di essere emancipato e, in un’aula di tribunale, lei ha visto sgretolarsi la propria famiglia davanti agli occhi.

Da quando lui si è trasferito da New York a Los Angeles con lo zio Bristol non ha più avuto contatti con Rhyson, tranne attraverso qualche sporadica email o chiamata.

Le vacanze di primavera, però, sono il momento perfetto per poter finalmente rivedere il sangue del suo sangue, la persona con cui ha condiviso l’utero per nove mesi. Emozionata, ma anche impaurita da questo incontro, rimane decisamente delusa quando, ad accoglierla fuori dal gate, non c’è suo fratello, ma un ragazzo che dice di essere suo amico: Marlon James, per gli amici Grip.

Bristol non è disposta a farsi mettere da parte così velocemente dal gemello, ma deve ammettere che la compagnia di Grip è piacevole, stuzzicante per una ragazza curiosa come lei.

Da subito tra i due nasce un legame profondo, una comprensione rara, che li porta a volersi scoprire, a parlare di mille argomenti differenti, confrontarsi e aprirsi riguardo al passato, ma anche ai sogni per il futuro.

Come Rhys, anche Grip è un musicista ma, a differenza del fratello prodigio del pianoforte, il talento di Grip sta nella sua testa, nelle parole che scrive, nei testi delle canzoni che compone per altri e che tiene per sé. L’hip-hop è, infatti, il campo in cui sogna – e sa – di potersi esibire Grip.

Per inseguire questo sogno fa più lavori contemporaneamente, non se ne vergogna e, con il suo “fascino al cioccolato” non conquista solo le donne, ma chiunque gli stia intorno, inclusa Bristol.

È un’attrazione inaspettata, un enigma seducente che continua a rigirarmi in testa. Continuo a sperare che avrà un senso, alla fine, ma poi in qualche modo sono grata che lui non “quadri” o non si comporti nel modo in cui penso che dovrebbe.

Nel giro di soli pochi giorni, quel legame che è sbocciato sin dal primo isante tra loro, diventa sempre più profondo, totalizzante, portandoli a prendere una decisione importante: provare a portare avanti ciò che è nato, nonostante la distanza che li separerà quando lei tornerà a New York.

Ma quello che è sbocciato tra loro in pochissime ore basterà per poter creare delle fondamenta solide su cui costruire un futuro?
Due persone così diverse possono davvero avere un futuro insieme?

Flow è la novella che precede il libro Grip.

Racconta l’inizio della storia tra Bristol e Grip, di come due semplici ragazzi si siano immersi nelle loro sensazioni ed emozioni per una settimana, per poi vedersi strappare via tutto.

Kennedy Ryan, tra queste pagine, fa trasparire sin dal primo istante uno dei temi importanti di questa serie: il razzismo. Essere giudicati in base al colore della propria pelle non dovrebbe essere normale.

Non dovrebbe essere la normalità vedersi negare i diritti eppure, ancora adesso, succede troppo spesso.

Grip è un ragazzo di colore che ha lottato con i denti per seguire i suoi sogni, ha avuto a che fare per anni con persone che lo hanno disprezzato per il colore della pelle, nonostante lui non si faccia questo tipo di problemi: è un donnaiolo che ama le donne, indipendentemente dal colore della loro pelle.

Ci sono rari momenti perfetti in questa vita. E un numero esiguo di noi li vive, ma io sono privilegiata per vivere questo, con quest’uomo. Che svuota il petto del suo cuore e mette a nudo la sua anima per me sotto un cielo stellato, su una ruota panoramica. E io lo so. In questo momento, so che sono persa in lui. È stata una questione di giorni. È stato un susseguirsi di momenti. Non è trascorso abbastanza tempo per dirglielo, ma nel mio cuore so che sono persa.

Penso che, prima di leggere Grip, sia importante leggere Flow, perché permette di capire meglio molte delle dinamiche tra i due protagonisti. È proprio tra queste pagine che nasce tutto.

Tra queste pagine ha origine la storia d’amore tra Grip e Bristol, un ragazzo di colore che viene dalla parte sbagliata della città, e una ragazza bianca, cresciuta nell’agio senza mai provare davvero l’amore di una famiglia.
E tra queste pagine voi vi innamorerete della penna di Kennedy Ryan.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *