Fighting Shadow

Fighting Shadows di Aly Martinez

Titolo: Fighting Shadows – Incontro con le ombre

Titolo Originale: Fighting Shadows

Autore: Aly Martinez

Serie: On the Ropes Vol. 2

Genere: Sport Romance (Autoconclusivo)
Narrazione
: Prima persona, POV alternati (Flint e Ash)

Tipo di Finale: Concluso

Temi Affrontati: Disabilità

Editing: Molto buono
Data di pubblicazione
: 27 dicembre 2019
Editore
: Triskell Edizioni
Trama:

Vengo da una famiglia di combattenti.

Ho sempre pensato che avrei seguito le loro orme, che niente mi avrebbe fermato, sul ring.

Ma tutto è cambiato il giorno in cui ho salvato la vita della donna che amavo. E che non potevo avere.
Mio fratello si è preso cura di me. Mi ha trattato come un eroe.

Ma la mia ricompensa è stata la sedia a rotelle.
Paralizzato. A soli diciannove anni.
E la mia vita si è trasformata in un incubo da cui è impossibile scappare.
Finché non ho incontrato lei, Ash Mabie.
Lei, col suo sorriso capace di fermarti il cuore e quella risata che riesce a dissipare tutta la rabbia, tutto il risentimento che mi ribolle dentro.
Con lei, anche la notte più buia può brillare di stelle, e non ha alcuna importanza che tu debba stare steso tra l’erbaccia per vederle.
Però sono stato un idiota a innamorarmi di qualcuno con un talento naturale per la fuga. Neanche potevo camminare, ma avrei passato la vita a rincorrerla.
Ora sono di nuovo sul ring, per la battaglia più dura della mia vita.
A combattere le ombre del nostro passato A combattere per reclamare il mio futuro A combattere per lei.

 Dopo la sconvolgente lettura di Fighting Silence torna, sempre grazie alla Triskell Edizioni, Aly Martinez con il secondo capitolo della serie On the Ropes con titolo Fighting Shadows – Incontro con le ombre.

Siete pronte a tornare nella vita dei fratelli Page?

Trattandosi del secondo capitolo della serie On the Ropes, seppur trattandosi di autoconclusivi e quindi leggibili separatamente, vi consiglio di leggere anche il primo per avere un’idea completa della trama.

Contiene spoiler di Fighting Silence

Flint Page è il fratello di mezzo dei Page di diciannove anni.

Per proteggere la donna che ha sposato suo fratello e che, a lui e Quarry ha fatto da madre, si è preso una pallottola che lo ha ridotto su una sedia a rotelle.

Proteggerla e prendersi quella pallottola, l’avrebbe fatto altre mille volte pur di salvarle la vita perché, se agli occhi di tutti il suo gesto eroico ha reso salva la vita di Eliza, in cuor suo, sa che salvando lei, ha salvato anche se stesso.

Ama Eliza, la moglie di suo fratello, da quando a soli tredici anni aveva smesso di essere un ragazzino ed era stato costretto a crescere troppo in fretta.

La sua vita, come quella di Quarry e Till, non è mai stata semplice, con un padre in carcere e una madre troppo presa da altro, ha sempre dovuto prendersi cura del più piccolo della famiglia trascurando persino se stesso.

Ero rimasto paralizzato dopo essermi preso un proiettile nella schiena per proteggerla. O almeno era così che la vedevano gli altri.

Till, in particolare, mi trattava come se fossi stato un eroe. Ma era tutta una bugia. Mi ero preso quella pallottola per proteggere me stesso.

Non sarei riuscito a sopravvivere neanche un istante senza di lei.

Le mie azioni, quel giorno, erano state così egoiste che non riuscivo neanche a essere devastato. Avevo fatto una scelta.

E ora, su una sedia a rotelle il suo futuro sembra sempre più incerto ma, allo stesso tempo, non può vivere sotto lo stesso tetto della donna che ama, la stessa donna, che aspetta un figlio da suo fratello.

Basterà un furgoncino con comandi sul volante e la possibilità di iscriversi al college per trovare la libertà di cui ha bisogno.

Libertà che lo porterà lontano dai suoi fratelli, ma soprattutto da Eliza.

«Ho bisogno di un nuovo inizio e non posso farlo qui.

Devo costruirmi una nuova vita in questa mia nuova realtà,» le spiegai. Aveva capito che stavo parlando dell’essere paralizzato, e non aveva torto.

Ma non aveva neanche del tutto ragione. Gran parte della mia vita era girata attorno a lei. E non sapevo come andare avanti. Ma stavo per provarci. «Lo so.»

Ma, quando la madre il suo nuovo compagno tornano nella vita dei Page, qualcosa di ancora più sconvolgente sta per accadere.

I soldi di Till fanno gola e, il piccolo dei Page, dovrà tornare a vivere sotto lo stesso tetto della donna che gli ha donato la vita.

Quarry diventa la nuova “merce di scambio”.

Fortunatamente tra quelle mura sconosciute e per nulla familiari, a consolarlo c’è la figlia del nuovo compagno della madre: Ash Mabie.

«E tu chi cazzo sei?» ringhiai, fermandomi al benzinaio all’angolo.

«Flint, questa è Ash. Ash, questo maschione è… okay, okay. Basta parlare di me,» rise Quarry.

«Ash, lui è il re del trono su ruote, meglio conosciuto come mio fratello, Flint.»

Ash è una giovane ragazza con un passato difficile alle spalle, ventidue case cambiate in quindici anni e non sempre case definibili tali.

Suo padre è un truffatore e lei un’abile borseggiatrice.

Il suo lavoro è prendere tutto quello che c’è nelle tasche degli sfortunati avventori.

E, quando Till non può avvicinarsi a casa della madre per prendere il fratello, spetta a Flint assolvere il compito.

Quello che però non si aspetta è ritrovare nel suo furgoncino anche una splendida ragazza che non fa altro che appropriarsi di quello che contengono le sue tasche.

Non smise mai di rubarmi il portafoglio, ma io cominciai a divertirmi a cercare di coglierla in flagrante.

Ma non avrei barattato quei momenti con lei per nessuno dei miei averi.

E probabilmente era una bella cosa, visto che comunque, a poco a poco, cominciarono a scomparire.

All’inizio, si trattò solo di qualche maglietta e di qualche felpa, ma poi arrivò ai libri.

Ogni giorno, quando Ash se ne andava, notavo uno spazio vuoto su una delle mensole.

Non avevo idea di quando li prendesse o del perché non chiedesse, ma non mi importava granché.

Il giorno dopo infatti, uno tornava al suo posto e compariva un altro spazio vuoto. Finché, un giorno, trovò quello che stava cercando.

Una ragazza che gli tiene testa, che non è per nulla impressionata dalla sua posizione e che non lo guarda sempre dall’alto verso il basso.

Ash va oltre, oltre la sua sedia a rotelle, oltre l’apparenza, oltre i preconcetti ed i pregiudizi.

Lei vuole Flint così com’è, con l’ombra più lunga della sua se lei fa due passi indietro.

Davanti a noi, due ombre si allungavano sull’asfalto. Come ci si poteva aspettare, la mia torreggiava sulla sua.

«Oh, aspetta! Posso rimediare!» esclamai, e indietreggiai fino a che le nostre ombre non si trovarono alla stessa altezza.

«Non fare la scema,» commentò, facendo una smorfia.

Feci due enormi passi indietro, finché la sua ombra seduta non divenne notevolmente più lunga della mia.

«Ecco qua, sei di nuovo alto un metro e novanta.» Scoppiai a ridere.

Ma Flint, sarà capace ad aprire il proprio cuore ad una ragazza diversa da Eliza?

E Flint, come la prenderà quando scoprirà che Ash è solo una sedicenne?

Questo ma molto altro ancora è Fighting Shadow.

 

Una tempesta di emozioni pronte ad esplodere in un libro che si farà leggere da solo.

La risata le coinvolgeva tutto il corpo; era allo stesso tempo divertente e sconcertante.

Ed era talmente genuina da mettermi a disagio, eppure non riuscivo a distogliere lo sguardo. Era una Mabie.

Non potevo neanche immaginare cosa avesse passato, con quel coglione come padre.

Di sicuro non viveva una vita facile, ne ero certo. Ma in quell’istante ero così geloso di lei.

Quanti, a quel mondo, riuscivano a essere veramente felici?

Un viaggio che durerà circa tre anni alla ricerca di una donna, un libro rubato e l’amore.

Dolcezza, romanticismo, dolore e passione verranno racchiuse in una storia che ha dello straordinario.

Ho amato Ash e Flint insieme sono una favola, una di quelle favole romantiche che meritano il più dolce dei lieto fine.

Leggetelo e ve ne innamorerete anche voi.

Che altro dire su Fighting Shadow?

Attraverso i loro due POV alternati entrerete in picchiata nella vita dei due protagonisti, li amerete, potreste anche detestarli in alcuni momenti, ma senza alcun dubbio, ne diventerete dipendenti come è capitato a me.

Ed ora non vedo l’ora di leggere la storia di Quarry, il più piccolo dei Page e che, nell’epilogo ha già portato nelle nostre vite il giusto quantitativo di angoscia e dolore.

Consiglio Fighting Shadow?

 

  • Cercate una storia dolce, tormentata, passionale ed estremamente emozionante
  • Adorate i protagonisti spezzati, pronti a rinascere a ricostruirsi grazie alla persona giusta al loro fianco
  • Avete amato lo stile fluido e coinvolgente di Aly Martinez in Fighting Silence e siete curiose di scoprire cos’ha in serbo per Flint

 

Detto ciò, non posso che augurarvi una splendida lettura

Un Beso

Recensione Fighting Silence

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *