Dimmi ancora buonanotte

Dimmi ancora buonanotte di Autumn Saper

Dimmi ancora buonanotte

Titolo: Dimmi ancora buonanotte
Serie: Wildfire #3, Autoconclusivo
Autore: Autumn Saper
Genere: Contemporary Romance, Gay Romance, LGBTQ
Narrazione: Prima persona, Pov maschile (Noah); epilogo con pov alternati (Hayden, Ezram)
Pagine: 208
Tipo di finale: Concluso
Data di pubblicazione
: 23 Gennaio 2020
Editore: Triskell Edizioni

Trama: Noah Murray si è trasferito a Baltimora da San Francisco per fuggire da una situazione spiacevole che lo ha profondamente segnato. Complice la morte del suo partner e migliore amico Milo Hernandez, Noah vola dall’altra parte dell’America per iniziare da capo.
È solo agli inizi di questa nuova avventura quando le strade lo portano a incrociare il cammino di Hayden Fitzpatrick, paramedico dei vigli del fuoco e uno dei migliori amici del suo nuovo partner, Ezram Kelland.
L’attrazione tra loro è immediata, ma riusciranno ad andare oltre quello che sembra solo sesso?
Quando la vita di Noah prendere una piega inaspettata e si vede costretto a tornare nel luogo in cui è nato, riuscirà la vicinanza di Hayden a fare la differenza?

Bentornati Colours! Oggi vi parlo di un Contemporary Romance LGBTQ. Sto parlando di Dimmi ancora buonanotte, terzo e ultimo volume della serie Wildfire, scritto da un’autrice italiana, Autumn Saper e pubblicato da Triskell Edizioni.

Il nostro protagonista si chiama Noah ed è un poliziotto che si è appena trasferito da San Francisco a Baltimora. La narrazione è tutta dal suo punto di vista e questo ci permette di conoscere la sua storia e i suoi pensieri. Lui è infelice del suo trasferimento, un trasferimento praticamente obbligato oserei dire, e sembra quasi insensibile ad ogni cosa.

Durante una serata fuori in uno dei locali gay friendly di Baltimora, Noah, dopo aver scampato il pericolo di essere picchiato, vive quella che sarà per lui la miglior notte di sesso della sua vita insieme ad un ragazzo di nome Angel. O almeno… è con questo nome che si presenta a lui il ragazzo.

Naturalmente per entrambi questa non è altro che l’avventura di una notte e tutti e due proseguono con le loro vite. Noah finalmente entra in servizio presso la stazione di polizia e conosce il suo nuovo partner, Ezram. Il nostro protagonista, però, è molto restio ad affezionarsi alle persone, ancora di meno al suo nuovo partner. Noah, infatti, ha un passato segnato da una grave perdita, il suo partner e migliore amico Milo.

Per fortuna poi era arrivato Milo. Avevamo vent’anni di differenza, ma non mi aveva mai trattato con superiorità. Si era sempre dimostrato disponibile a impartirmi lezioni imparate grazie alla maggiore esperienza e i sabati sera a cena a casa sua con la sua numerosa famiglia erano tra i ricordi più belli che conservavo. Quando era morto d’infarto, l’anno precedente, durante una retata contro uno spaccio di droga parecchio diffuso nella zona, il mio mondo aveva finito definitivamente di implodere.

Per fortuna di Noah, Ezram non ha nessuna intenzione di lavorare con lui senza prima conoscere il suo nuovo partner e così lo invita a uscire insieme a lui e ai suoi amici, dando inizio a quella che poi diventerà una bella amicizia.

Il destino ha riservato una sorpresa per Noah e durante una chiamata a seguito di un incendio ritroverà per puro caso Angel. Dopo la famosa nottata passata insieme a lui, il nostro protagonista di Dimmi ancora buonanotte, ha tentato in ogni modo di mettersi in contatto con lui o di incontrarlo casualmente nello stesso locale in cui si erano incontrati per la prima volta, ma il ragazzo sembrava volatilizzato. Proprio fino a quel momento…

Alzai lo sguardo e incontrai i più begli occhi castani che avessi mai visto. I riccioli biondi sfioravano le ciglia lunghe e quella bocca che aveva fatto meraviglie sul mio corpo mi osservava leggermente aperta, evidentemente sorpreso tanto quanto me. Angel mi stava fissando, chiaramente consapevole di chi fossi.

Dopo alcuni incontri accidentali i due finalmente cominceranno a uscire insieme in compagnia. Angel infatti, il cui nome è in realtà Hayden, è un amico di Ezram. Lui è un paramedico e collabora con la caserma dei pompieri in cui lavora il fidanzato di Ezram, Royal. Hayden e Noah costruiranno un rapporto basato principalmente sul sesso senza alcun impegno, ma si sa… non sempre tutto va come previsto e i loro sentimenti cominceranno a crescere.

Ma Noah ha un passato difficile, principalmente a causa del rapporto con la sua famiglia che non ha in alcun modo accettato la sua omosessualità. Eppure, molto presto si ritroverà a dover affrontare la sua famiglia e tornare a San Francisco, a causa della scomparsa della madre. Nonostante i due protagonisti di Dimmi ancora buonanotte non hanno ancora definito la vera natura del loro rapporto, Hayden non esita un solo istante a partire insieme all’amico per affrontare questo momento difficile.

Poco alla volta tutti i nodi torneranno al pettine, cari lettori e care lettrici, perché Noah ha affrontato parecchie situazioni sgradevoli dovute alla sua omosessualità, ritrovandosi solo e abbandonato da quelle persone che lui considerava amici e colleghi. Ma lui ne uscirà più forte di prima.

Grazie al suo collega Ezram conoscerà nuove persone che potrà considerare amici e quando il gruppo è tutto riunito le risate sono assicurate. Alcune scene le ho trovate davvero esilaranti e altre invece mi hanno fatto molto arrabbiare per i modi in cui è stato trattato Noah dalla propria famiglia e non solo, purtroppo.

I personaggi secondari di Dimmi ancora buonanotte rendono l’intreccio più interessante e divertente. Chester, il migliore amico di Ezram, l’ho trovato esilarante e mi ha fatta divertire un sacco.

Il mio migliore amico si schiarì la voce prima di parlare. «Buonasera a tutti,» salutò, sfoggiando il suo sorriso più smagliante. «Io sono Chester Wood, il miglior amico della sposa.»

Dimmi ancora buonanotte è un romance leggero e carino, non troppo impegnativo. La lettura è molto scorrevole, anche se a parer mio, in alcuni punti l’ho trovato un po’ frivolo, mentre in altri la narrazione procedeva quasi spedita. Avrei preferito leggere entrambi i pov, sia di Hayden e sia di Noah, per poter avere un quadro più completo della storia. E nonostante Hayden diventi così importante per il nostro protagonista, purtroppo io all’interno della narrazione non l’ho percepito come tale, anzi sembrava quasi relegato ai margini, quasi come se fosse un personaggio secondario.

A parer mio la storia si concentra solo ed esclusivamente su Noah, e capisco che sia lui il protagonista principale e che abbia avuto una vita difficile e che viva tutt’ora delle situazioni complicate, ma in questo modo ho avuto quasi la sensazione che la storia d’amore cadesse totalmente in secondo piano, come se fosse una sorta di cornice.

L’epilogo è carinissimo e dolce, a parer mio un ottimo modo di concludere questa serie. Questa ultima parte viene narrata dal punto di vista di Hayden e con un balzo temporale di qualche mese avremo invece il punto di vista di Ezram.

Cominciavo a vedere un futuro che non era più fatto solo di dolore e solitudine e perdita, ma anche di amore e vicinanza. Cominciai a rendermi conto che quella felicità che così a lungo avevo cercato senza mai trovarla, la stavo stringendo forte tra le braccia.

Ad ogni modo, consiglio la lettura di Dimmi ancora buonanotte a chiunque abbia voglia di leggere una storia d’amore non troppo impegnativa e con un pizzico di ilarità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *