Cuori in battaglia

Cuori in battaglia di L’Aura Colt

Cuori in battaglia

Titolo: Cuori in battaglia
Serie: Cuori minati #1
Autore: L’Aura Colt
Genere: Military Romance
Tipo di finale: Aperto – Cliffhanger
Numero di pagine: 210
Data di pubblicazione: 25 Giugno 2020
Editore: PlaceBook Publishing
Trama: John Niall Born è sergente istruttore al campo addestramento di Pendleton in California, possiamo definirlo il classico americano: biondo, occhi azzurri, carnagione chiara e, come ogni Marine che si rispetti, ha un corpo statuario. Il nostro bel sergente prende sul serio il suo lavoro, per lui ciò che fa non è un semplice mestiere, ma una missione, una vocazione; infatti ha la nomea di essere glaciale, imparziale e senza cuore, finché non irrompe nella sua vita l’uragano Alex, bellissima ragazza italo americana. Alex incarna la classica bellezza mediterranea: carnagione scura, mora, grandi occhi nocciola e un fisico tutt’altro da modella, ed è proprio grazie alle sue morbide forme, che non passa inosservata agli occhi del glaciale sergente.

Dopo gli studi Alex parte per la California insieme alle sue due inseparabili amiche, Vale e Domy. Arrivate a Pendleton i guai non tardano ad arrivare, perché la nostra protagonista riconoscerà nel ragazzo con cui si è scontrata a Roma in aeroporto, il suo sergente; da quel momento è guerra aperta. La forte attrazione fra i due è incontrollabile, a nulla servono gli sforzi per evitarsi, la passione e l’amore li travolgerà come un treno in corsa.

Alex alle spalle ha un passato difficile; la morte prematura del padre – sergente maggiore dei Marines – e il suicidio della madre, la faranno cadere in depressione e all’età di dodici anni tenta il suicidio. Con l’aiuto di sua sorella Cassidy, lo zio Donald – fratello del padre e importante banchiere di New York – e le sue amiche Vale e Domy, Alex a piccoli passi riuscirà a riprendersi ma perderà la fiducia nell’amore, fino a quando i suoi occhi si poseranno su quelli del bel sergente.

A fare da cornice alle vicende dei nostri protagonisti, ci sono le due amiche di Alex e il migliore amico di Niall, il tenente William Smith che si innamorerà di Vale. Anche Domy avrà la sua parte nel romanzo, perché a Pendleton ritroverà il bambino – ora uomo – di cui era innamorata da piccola, Bastian Berret.

Chi segue un po’ il nostro blog avrà capito quanto mi piacciono le storie che parlano di militari. Questo è il motivo per cui, appena ci è stato proposta la recensione di Cuori in battaglia, ho accettato la collaborazione. Chi può resistere ad una trama del genere?
Protagonisti di questo primo volume della serie sono sicuramente Alex e Niall, due personalità complesse che devono imparare a conoscersi in un ambiente difficile come quello militare.

Alex, una giovane donna di origini Italo-americane, è decisa a mantenere la promessa fatta al padre prima che questo morisse.
Entrare a far parte dei Marine non è solo una promessa fatta, ma anche il suo sogno. Alex è consapevole che, per una donna, le cose non sono mai semplici in un ambiente del genere, e che per resistere – e non soccombere alla situazione – servono davvero molta forza di volontà, determinazione e carattere. Queste sono solo alcune delle caratteristiche di Alex, ma sicuramente risultano essere quelle predominanti in svariate situazioni.

Dopo aver raggiunto l’aereporto assieme alle sue due migliori amiche, con cui condividerà l’esperienza militare, Alex è pronta per imbarcarsi verso la sua nuova vita al campo d’addestramento di Pendleton, in California, ma non aveva messo in conto lui: Niall.
Alex si scontra in parecchie occasioni con quest’uomo sconosciuto e, fin dal primo momento, tra i due scatta un’attrazione innegabile, ma Alex non ne vuole proprio sapere di lui, quindi cerca di scoraggiarlo in ogni modo, risultando, in alcuni momenti, anche maleducata e cafona.

Quello che non immagina è l’identità dell’uomo accanto a cui siede per tutto il volo. Riceve un’enorme sorpresa quando lo ritrova al campo militare, e viene assegnata alla sua squadra.
Niall, infatti, non è altri che John Niall Born, il sergente istruttore assegnato al gruppo di Alex.
Tra i due si accende nuovamente quella scintilla di desiderio, ma le relazioni con i sottoposti sono assolutamente vietate alla base, almeno fino alla fine del corso. Riusciranno a resistere a quello che provano, o alla fine cederanno alla passione?

Non mi sento più come una bambina indifesa. Ammetto d’essere nervosa, riesco a sentirmi al sicuro solo quando lui mi stringe a sé. Ho bisogno di lui stanotte, solo questa notte, poi potrò tornare ad arrabbiarmi col mondo intero, ma ora voglio solo sentire il suo corpo attaccato al mio, respirare il suo odore, assaggiare il suo sapore. Lo guardo senza dire una parola. Come per magia legge la mia ansia nello sguardo che gli rivolgo.

Cuori in battaglia è un Military Romance davvero interessante, ma purtroppo non mi ha convinta del tutto. La parte riguardante l’ambiente militare è il fiore all’occhiello di questo romance, perché è dettagliata e le situazioni che vivono i cadetti sono ben descritte. A non avermi convinta sono stati i due protagonisti. Praticamente da subito, per me, è stato impossibile entrare in sintonia con Alex. Mi piacciono le donne forti, ma lei risulta fin troppo pesante e testarda. Non ho apprezzato quasi nulla del suo comportamento nei confronti di Niall e questo ha inciso parecchio anche sul modo in cui ho percepito il protagonista maschile.

Sicuramente è un uomo capace di tener testa ad una come Alex – e con il lavoro che fa dev’essere fermo e con carattere. Ma avrei fatto a meno delle sceneggiate adolescenziali, perché si sta sempre parlando di persone adulte, non ragazzini. Le macchinazioni per far ingelosire l’altro, ad esempio, mi hanno irritata parecchio. Così come la continua sfida di Alex nei confronti di un uomo che è, lavorativamente parlando, un suo superiore. Nelle sue risposte ho sempre percepito tutto tranne che rispetto, ed è assurdo in un contesto del genere.

Lo stile di L’Aura Colt è coinvolgente e il libro si legge velocemente, motivo per cui sono riuscita a terminare in poco tempo la lettura. Grazie ai capitolo alternati, inoltre, abbiamo la possibilità di conoscere meglio i personaggi secondari, e farci qualche idea sui i volumi successivi della serie. In conclusione Cuori in battaglia è un romance interessante, e se amate conoscere anche i più piccoli dettagli dell’ambiente militare è perfetto per voi.

Copia ARC inviata gratuitamente dell’autrice in cambio di una recensione onesta e sincera.

Acquista Cuori in battaglia QUI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *