Come la prima volta

Come la prima volta di Devney Perry

Come la prima volta

Titolo: Come la prima volta
Serie: Lark Cove #1, Autoconclusivo, Spin off della serie Jamison Valley
Autore: Devney Perry
Genere: One night stand Romance
Narrazione
: Prima persona, Pov alternato
Tipo di finale: Chiuso
Numero di pagine: 268
Data di pubblicazione: 18 Giugno 2020
Editore: Always Publishing
Trama: Quando Thea Landry incontra il ricco e affascinante Logan Kendrick in un bar di New York, non si aspetta di condividere con lui nient’altro che la storia di una notte. L’attrazione tra i due è istantanea, ma i loro mondi troppo distanti per consentire a Thea di coltivare illusioni romantiche di una relazione duratura.
Del resto, da orfana abbandonata in un cassonetto, Thea conosce il suo posto nella società.

Quando si trasferisce in Montana, nella provinciale e accogliente cittadina di Lark Cove, Thea si ritroverà a fare i conti con le conseguenze delle proprie azioni sconsiderate, con l’incoscienza che l‘ha spinta a spazzare via ogni precauzione e che ora le impedisce di ritrovare Logan, destinato a rimanere per lei solo un ricordo.

Il destino, però, ha altri piani.

Sei anni dopo, durante un viaggio d’affari, Logan piomba nel piccolo bar del Montana in cui Thea lavora. Il sentimento e la passione tra loro sembrano immutati, ma non sono più i due giovani che si sono conosciuti in una lontana notte di tanti anni prima, incuranti di tutto, tranne che del loro desiderio.
La vita di Thea è drasticamente mutata dal loro ultimo incontro, e questo cambiamento rischia di abbattersi anche su Logan e di stravolgere per sempre la sua esistenza.

Tra rivelazioni, un rapporto da rinnovare e uno da costruire dalle fondamenta Thea e Logan scopriranno che il vero amore, pur attraverso percorsi tortuosi e inspiegabili, pretende di essere soddisfatto, di realizzare i sogni di due cuori destinati a non lasciarsi mai, che si sono riconosciuti al primo sguardo.

Temi trattati - Spoiler Come la prima volta

Gravidanza, paternità improvvisa, trasferimento, stalker, ceti sociali differenti, protagonista cresciuta tra in orfanotrofio.

[riduci]

Ecco qui una nuova pubblicazione per Devney Perry! La Always Publishing ha tradotto e pubblicato il primo volume della serie Lark Cove, primo volume spin off della Jamison Valley. Vi ricordate di Emmaline, la protagonista del libro Il tempio della fortuna? Lei era fidanzata con un ricco avvocato di New York, quando è partita per insegnare alle elementari in Montana. Quest’uomo non è altri che Logan Kendrick, protagonista di Come la prima volta.
Questa è la storia di Logan e in questo libro, l’autrice, ci permette di conoscerne il passato, la sua famiglia e anche i motivi per cui la relazione con Emmaline non ha funzionato.

In particolare, però, Come la prima volta ci fa capire che non sono importanti i giorni, ma gli attimi che viviamo in compagnia delle persone. Non importa se passi 5 anni con una persona, questa può non essere quella giusta per te. Al contrario, l’amore della tua vita potrebbe essere una ragazza incontrata una sera in un bar, con cui hai condiviso una sola notte di passione, e che rincontri dopo 6 anni. Questo è quello che succede tra Logan e Thea, grazie ad un viaggio di lavoro.

Oltre ad essere un grande avvocato di successo in un famoso studio, Logan si occupa della Fondazione Kendrick, l’ente benefico della sua famiglia, ed è in Montana perché deve valutare se investire i soldi in una Colonia per ragazzi. Non è molto felice di essere in questo Stato – proprio a causa di quello che è successo con la sua ex – e vuole tornare a New York il prima possibile. Il giorno stesso della visita, la direttrice della Colonia porta Logan e il suo amico Nolan a bere qualcosa in un bar, per festeggiare, e qui la vita di Logan viene totalmente stravolta.
Quando incrocia lo sguardo con la donna dall’altra parte del bancone, i ricordi di sei anni prima prendono il sopravvento su tutto.  Il sorriso di Thea, la conversazione tra loro, i baci, la notte che hanno passato insieme.

Lo shock è tanto, non solo perché ritrovarsi nello stesso posto dopo tutto quel tempo è assurdo, ma perché Logan non ha mai dimenticato quello che c’è stato tra loro. La personalità di Thea e il suo modo di fare l’hanno incuriosito e conquistato sin dal primo istante in cui hanno parlato. Tra loro poteva nascere qualcosa, a quel tempo, ma Logan era troppo preso dal lavoro per tornare in quel bar a cercare Thea, e lei non gli ha mai chiesto il cognome o un recapito, per potersi risentire. Non è stata solo una notte di passione, ma quando Logan è tornato a cercarla ormai era troppo tardi, e Thea non c’era più.

È bastato rivedersi per riaccendere quel fuoco tra loro, per riportare in vita quel legame che il tempo non è riuscito a spezzare. Ma come possono portare avanti una relazione, abitando in due stati differenti?

Thea esprimeva moltissime cose senza parlare. Sapeva fare la faccia da vaffanculo migliore che avessi mai visto. Quando era dietro il bancone del bar, la sua postura e la sicurezza della sua camminata facevano di lei la persona più potente nel locale. Ma erano i suoi movimenti più discreti, quelli quasi nascosti che la maggior parte delle persone non coglieva, che mi facevano desiderare di prenderla tra le braccia e tenerla stretta.

Thea è una donna cresciuta senza una vera casa o l’amore di una famiglia. È stata abbandonata dentro un cassonetto quando era una neonata, dipendente dalle droghe, e poi sbattuta in un orfanotrofio e mai adottata. A 18 anni ha dovuto imparare a cavarsela da sola tra le strade di New York, ma quando se n’è andata dalla città, per trasferirsi in Montana, la sua vita è migliorata.
Ora è felice e realizzata. Ha una famiglia che la ama, che c’è stata per lei quando tutto le crollava intorno.
Hazel, la donna che quando era nell’orfanotrofio l’aiutava di nascosto, è come una madre per Thea. Quando questa si è trasferita in Montana, Jackson, l’unico amico che Thea avesse, l’ha seguita. Ma nel momento del bisogno non l’hanno abbandonata, ma accolta nuovamente nelle loro vite.

E non può lasciare questo per Logan. Non può tornare a vivere in una città che l’ha svilita e umiliata, che le ricorda i momenti peggiori della sua vita. Nemmeno per l’unico uomo che abbia mai amato.
E così, tra loro, inizia una relazione a distanza. Lui a New York, sommerso di lavoro, lei nel Montana.
Ma questo basterà?

I miei ricordi di New York erano zeppi di solitudine, insicurezza e impotenza. Quando me n’ero andata, avevo trovato il coraggio, la fiducia e la sicurezza per costruirmi la vita che volevo. Una vita di cui andavo orgogliosa. Tornare indietro sarebbe stato come cancellare la metà  dei miei traguardi. 

Come la prima volta è un One night stand Romance (ciò che c’è tra i protagonisti ha inizio da una storia di una notte, e si rincontrano dopo parecchio tempo) davvero molto carino da leggere, una storia profonda ma non pesante, che racconta le vite complicate di due persone come Thea e Logan.
Far conciliare le loro vite è praticamente impossibile. Come possono costruire davvero qualcosa di solido se Logan è da tutt’altra parte, occupato per la maggior parte della giornata a mandare avanti la fondazione e seguire le pratiche? Persino il tempo che passa in Montana con Thea non è reale. C’è sempre una chiamata o una mail urgente a cui rispondere. Tutto sarebbe più facile se Thea fosse a New York, ma la donna non può tornare lì. Sembrano non volersi arrendere all’evidenza dei fatti, ma basterà davvero poco per far capire loro che l’amore, a volte, non basta. Quando verranno messi davanti alla realtà della loro situazione dovranno prendere delle decisioni difficili.

Dentro di me sapevo che tornare a casa era la decisione giusta. Perché a differenza delle fiabe, la vera felicità non si raggiungeva solo stando con l’uomo che si amava. Amare se stessi era altrettanto importante. Così come trovare un luogo dove la propria anima si sentisse in pace.

Se avete già letto qualcosa di Devney Perry in Come la prima volta ritroverete una delle caratteristiche dell’autrice: un pizzico di suspense per rendere più viva la storia. Ammetto che in questo libro poteva essere evitato, perché non influisce davvero sulla trama, è come se avesse disturbato la mia lettura. Mi sono chiesta: ma era necessario? La risposta è stata no, perché Come la prima volta, e in generale, la storia di Logan e Thea, è già perfetta così com’è.

I problemi che derivano da una relazione a distanza, due persone che non possono lasciare  tutto per seguire il sogno dell’amore perfetto. Entrambi realisti e con i piedi per terra, sanno che le favole non esistono, che non si può buttare tutto all’aria se davvero non ne vale la pena. E loro dovranno capirlo. Dovranno mettere sulla bilancia la vita che conducono e l’amore che provano l’uno per l’altra, e valutare cos’è più importante.

La passione che metteva Logan andava ben oltre il normale impegno per una carriera professionale. Logan era un maniaco del lavoro. Se era così dedito alla sua carriera, poteva esserci spazio per qualcos’altro nella sua vita?

Io non vedo l’ora di leggere il secondo volume di questa serie, e innamorarmi ancora dei personaggi della Perry, così altruisti e solidali, e delle sue cittadine di campagna ma, soprattutto, delle sue storie cuscinetto, perfette per ogni tipo di lettore.

Copia ARC inviata gratuitamente dalla Casa Editrice in cambio di una recensione onesta e sincera.
Altre pubblicazioni dell’autrice

Serie Jamison Valley:
#1 La fattoria dei nuovi inizi – link per l’acquisto
#2 Il tempio della fortuna – recensione & link per l’acquisto

Serie: Lark Cove
#1 Come la prima volta – link per l’acquisto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *