Carry On

Carry on di Rainbow Rowell

Carry OnTitolo: Carry on
Serie: Simon Snow #1, Autoconclusivo
Autore: Rainbow Rowell
Titolo originale: Carry on
Genere: Young Adult, LGBTQ, Paranormal Romance, Gay Romance
Narrazione: Prima persona, Pov alternati
Pagine: 538
Tipo di finale: Aperto
Data di pubblicazione: 21 Marzo 2017
Editore: Edizioni Piemme

Trama: Simon Snow è il peggior prescelto di sempre. Questo è ciò che sostiene Baz, il suo compagno di stanza. Baz potrà anche essere un vampiro e un nemico, ma ha probabilmente ragione. Per la maggior parte del tempo infatti Simon non sa far funzionare la sua bacchetta, oppure non sa controllare il suo inestinguibile potere mandando tutto a fuoco. Il suo mentore lo evita, la sua ragazza lo ha lasciato, e un mostro con la sua faccia si aggira per Watford, la scuola di magia in cui frequentano l’ultimo anno. Allora perché Baz non riesce a fare a meno di stargli sempre intorno?

Cari Colours, siete pronti a immergervi in questa avventura? Voglio parlarvi di un Paranormal Romance Young Adult dal titolo Carry on, scritto da Rainbow Rowell e portato in Italia grazie alla pubblicazione di Edizioni Piemme

Nonostante sia il primo libro di una trilogia, annunciata dall’autrice dopo l’uscita di questo primo volume, Carry on si può leggere tranquillamente come Stand Alone. Anche se ha un finale semi-aperto, è comunque un finale carino e soddisfacente, almeno a parer mio. 

Carry on è un romanzo a cottura lenta che vi farà immergere in un’avventura tra intrighi, misteri, possibili tradimenti, ma soprattutto, di scoperta di un amore. 

Il nostro protagonista si chiama Simon Snow. Lui non ha mai conosciuto i suoi genitori e per anni ha vissuto con i Normali, persone comuni senza poteri magici, fino al suo undicesimo anno di età. Anno in cui, il Sommo Arcimago, che è considerato un’autorità e fra i maghi più dotati, lo ha prelevato e portato alla Scuola della Arti Magiche di Watford.  

La narrazione di Carry on si apre proprio con Simon che ci racconta la sua storia, la sua vita e come gli è apparso entrare in questo nuovo mondo, del quale, lui, non sapeva nemmeno l’esistenza. È un personaggio molto particolare, simpatico e con uno stile tutto suo di vedere le cose. Ogni anno, durante il viaggio per raggiungere Watford, pensa ad una lista di cose che gli sono mancate durante l’estate trascorsa fra i Normali, lontano dalla scuola e dai suoi amici. E anche dai suoi nemici…

Dividere la stanza con la persona che odi di più è come dividerla con una sirena (di quelle che stanno sulle auto della polizia, non di quelle che cercano di bloccarti quando attraversi il canale della Manica). Non puoi ignorarla, e nemmeno abituartici. Non smetterà mai di darti fastidio.

E qui arriviamo a Baz… o meglio Tyrannus Basilton Grimm-Pitch. Il compagno di stanza di Simon, nonché suo nemico da sempre. Gioca nella squadra di calcio di Watford ed è il figlio di una delle Antiche Famiglie, le famiglie che da sempre possiedono la magia. Come poter descrivere Baz… lui è un arrogante rotolino alla cannella. L’ho adorato fin dalla sua prima apparizione, nonostante sembri cattivo, in realtà ha un cuore enorme, a modo suo,  è molto dolce, e, nel corso di Carry on, lo dimostrerà capitolo dopo capitolo, pagina dopo pagina. 

Dividere la stanza con la persona che desideri più di ogni altra al mondo è come dividere la stanza con un falò. Lui non fa che ammaliarti. E tu non fai che avvicinarti troppo. Pur sapendo che non ne uscirà mai nulla di buono. Ma tu insisti finché… be’, finché non ti bruci. 

Ma, nel mondo della Magia, c’è un pericolo ben più grande delle scaramucce fra adolescenti da risolvere. Il Tedio Insidioso, così è stato rinominato il più grande pericolo che sta distruggendo la magia, la risucchia completamente e crea dei veri e propri buchi neri, delle zone vuote, in cui la magia al loro interno non esiste più.

Le Antiche Famiglie sono in subbuglio e vogliono ribellarsi contro l’Arcimago, da sempre nemico odiato; d’altra parte l’Arcimago, non fa nulla per poter compiacere le Antiche Famiglie, anzi, comincia delle perquisizioni a tappeto nelle loro case per scovare oggetti o manufatti che possano considerarsi delle armi per stanare il Tedio. 

Questa forza superiore, infatti, sta seminando il panico e il terrore, eppure se ne va in giro con il viso di Simon. Sì, avete letto bene, è come se fosse Simon, per quanto riguarda l’aspetto fisico, ma è una creatura oscura e malvagia. Non c’è da meravigliarsi che il protagonista di Carry on, Simon Snow, non sia proprio ben visto e ben accolto nel mondo magico. Non solo è considerato l’Erede dell’Arcimago, ma è anche considerato il Tedio. 

Oltre a questa minaccia che incombe sulle sue spalle, Snow, si ritroverà presto a collaborare con il suo nemico… ma, sarà davvero suo nemico ancora per molto? Questo lo scoprirete voi. I due protagonisti di Carry on, Simon e Baz, hanno una missione da compiere. Insieme, ci sarà al loro fianco la migliore amica di Simon, Penny

Penny o Penelope è la strega più brillante, la mente del gruppo, la parte intelligente di Simon da quanto i due sono inseparabili amici e compagni di avventure. 

Simon riceve quindi una visita notturna, della quale non vi svelerò alcun dettaglio. Posso rivelarvi, però, che il Velo, quello strato sottile che separa i vivi dai morti, si sta sollevando e i morti tornano a far visita ai propri cari quando hanno qualcosa di molto importante da rivelare per poter finalmente trovare la pace. 

Da questa visita, partirà una grande avventura, una grande scoperta dell’amore, della vera amicizia e della lealtà. Ma i misteri che aleggiano a Watford sono molti e aspettano tutti di essere svelati. 

«E comunque te lo stiamo dicendo adesso» interviene lui. 

«Com’è che parli al plurale? Da quando siete diventati un “noi”, voi due?»

«Non siamo un “noi”!» ribatto, quasi urlando.

Baz alza le braccia e si lascia cadere all’indietro sul letto. «Siete insopportabili.»

In Carry on verrete catapultati direttamente in questo mondo magico e seguirete i protagonisti nel loro viaggio. Sono molti i personaggi che hanno qualcosa da dire, hanno segreti che tengono ben custoditi e che aspettano di essere rivelati. Ciascun personaggio ha un ruolo all’interno dell’intreccio e come dei detective, unirete i vari pezzi di questo intrigo, cercando di sbrogliare il nodo della matassa, capitolo dopo capitolo. 

E voi siete pronti a conoscere Simon e Baz e tutti i loro amici? Penny è sicuramente molto impaziente di indagare e risolvere ogni situazione nel modo più brillante possibile. Agatha… be’, lei l’ho lasciata per ultima in modo quasi voluto. Lei è la ex fidanzata di Simon. 

Personalmente in molti punti di Carry on l’ho trovata una protagonista quasi inutile e superficiale. La sua relazione con Simon, nonostante duri da qualche anno, non sembra una vera relazione fra due ragazzi che si vogliono bene, ma sembrano quasi stare insieme per convenienza. Questo è un dettaglio che anche Penny prova a far notare più di una volta a Simon, infatti, quando scopre che i due si sono lasciati non ne è per niente sorpresa. 

Sarà che ho un certo problemino a relazionarmi con i romance in cui appaiono gli ex, ma Agatha non mi è piaciuta proprio. Ho sopportato la sua presenza perché andando avanti nella lettura si capisce in che direzione vanno i sentimenti e le attenzioni di Simon… non certo verso Agatha. Ad ogni modo, ne avrei fatto decisamente a meno. 

Consiglio assolutamente la lettura di questo Paranormal Romance a tutti gli amanti del genere, ma perché no, anche a chiunque voglia allontanarsi un po’ dalla realtà e immergersi in un gay romance Young Adult pieno di avventure e disavventure. Carry on è un libro divertente, leggero e scorrevole nella lettura. Ogni capitolo ti porta a leggere il seguente, per mettere insieme pezzo dopo pezzo quello che sta succedendo. 

Morirò baciando Simon Snow.

E Simon Snow morirà baciando me. 

Che cosa aspettate? Correte a unirvi a Simon, Baz e Penny… e ahimè, anche ad Agatha e scoprite che cosa sta architettando il Tedio. Sarà solo lui la minaccia del mondo magico? Simon si sta fidando delle persone giuste? Non vi resta che scoprirlo, leggendo Carry on.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *